Eurosport

Edicola: se l'Inter fallisce con Lukaku l'alternavita è Rebic, il caso Griezmann si complica

Edicola: se l'Inter fallisce con Lukaku l'alternavita è Rebic, il caso Griezmann si complica
Di Eurosport

Il 13/07/2019 alle 10:15Aggiornato Il 13/07/2019 alle 10:32

Per la Gazzetta dello Sport l'Inter ha già pronto il piano B nel caso in cui non dovesse riuscire ad acquistare il belga, mentre l'Atletico Madrid attacca il Barcellona: "Abbiamo le prove di ciò che diciamo". Mattia Perin va verso il Portogallo.

Se salta Lukaku, l'alternativa per l'Inter è Rebic

Per Tuttosport l’Inter potrebbe avere un ripensamento sull’acquisto di Romelu Lukaku. Se così fosse (per ragioni economiche) l’alternativa potrebbe essere Ante Rebic, attaccante dell’Eintracht Francoforte. Il club tedesco, però, vuole una cifra attorno ai 40 milioni.

  • La nostra opinione: il giocatore ha un contratto fino al 2022 e 25 anni, quindi è chiaro il motivo per cui il club tedesco voglia tirare il più possibile sul prezzo. Non è un giocatore identico a Lukaku, ma può comunque essere utile alla causa nerazzurra, in attesa di vedere anche come si evolveranno le trattative con la Roma per Edin Dzeko.

Caso Griezmann più intricato che mai: l’Atletico Abbiamo le prove

Il caso della cessione di Antoine Griezmann al Barcellona sta diventando più intricato che mai. I blaugrana hanno pagato la clausola di 120 milioni, ma per i colchoneros non sono sufficienti e, come riporta Marca, il presidente biancorosso Enrique Cerezo spiega perché:

" Se il club ha emesso questo comunicato è perché ha le prove. Dobbiamo studiare la situazione e se veramente abbiamo le prove esigeremo la quantità che consideriamo necessaria."

Intanto però il Barcellona ha sulla propria homepage un video girato con Griezmann, che giurà di difendere l’onore e i colori della maglia.

  • La nostra opinione: l’intrigo si infittisce. Se è vero che la clausola, al momento della stipula del contratto tra Griezmann e il Barcellona, era ancora a 200 milioni e non 120, bisogna vedere che cosa deciderà di fare il Barcellona, posto che difficilmente potrà rescindere col giocatore con cui ormai è tutto ufficiale. Dovrà quindi trovare gli altri 80 milioni di differenza e quindi a questo punto il resto del mercato dei catalani potrebbe subire una brusca frenata, anche per questioni di fair play finanziario.

Perin verso il Portogallo

Secondo la Gazzetta dello Sport l’ex secondo portiere della Juventus (visto che il rientrante Gianluigi Buffon gli ha portato via il posto) è richiesto tanto dal Benfica quanto dal Porto. Il primo dei due club, però, sarebbe in vantaggio sul secondo con un’offerta da 12 milioni.

  • La nostra opinione: è un peccato vedere un talento italiano essere costretto a partire per l’estero perché a casa sua non trova spazio. Detto ciò, il ragazzo merita comunque un’opportunità e poter giocare in un club di spessore internazionale da titolare potrebbe essere la vetrina giusta per fare il definitivo salto di qualità.
0
0