Imago

Le 5 trattative che vi siete persi oggi (11/08)

Le 5 trattative che vi siete persi oggi (11/08)

Il 11/08/2018 alle 23:29

Il Monaco punta Perotti della Roma per sostituire Keita, diretto all'Inter. Lo Standard Liegi fa muro e non libera il portiere Ochoa per il Napoli. Il Bologna guarda agli esuberi del Milan: Pippo Inzaghi ha chiesto Zapata e Montolivo. Laxalt si allontana dal Genoa: piace allo Zenit. Il Torino valute le offerte per i gioielli Iago, Ljajic e Niang.

Il Monaco vuole Perotti: la Roma pensa alla cessione

Sembra giunta al capolinea l'avventura di Diego Perotti alla Roma. L'argentino non rientra più nei piani di Di Francesco e, pur sfumato il possibile scambio con Suso del Milan, resta sulla lista dei partenti: nelle ultime ore si è fatto avanti il Monaco che cerca un esterno per rimpiazzare Balde Keita, diretto all'Inter anche senza Candreva all'interno della trattativa. Perotti viene valutato 10 milioni di euro.

  • La nostra opinione: se la Roma vuole davvero dare l'assalto ad un altro esterno offensivo deve prima cedere qualcuno e Perotti è il profilo più indicato per età e stipendio. L'argentino è apparso in calo nell'ultima stagione e Di Francesco vorrebbe dare più spazio a El Shaarawy, trattenuto nonostante le richieste della Fiorentina. Certo, la sua personalità nello spogliatoio è importante ma il tridente giallorosso ha bisogno di forze fresche.

Ochoa-Napoli, lo Standard Liegi fa muro

Nell'ultime ore è spuntato il nome di Tatarusanu ma resta Ochoa il primo obiettivo del Napoli per la porta. Solo che il messicano ha chiesto un ruolo da titolare - si scontra con l'investimento per il giovane - e lo Standard Liegi non è disposto a cederlo con una formula agevole per il Napoli. "Anche noi vorremmo Dries Mertens in prestito con diritto di riscatto, ma se lo chiedessi mi riderebbero in faccia", la replica di Olivier Renard, ds dei belgi, ai microfoni di voetbalprimeur.be.

  • La nostra opinione: il Napoli deve fare delle valutazioni molto precise prima di scegliere il portiere. Giustamente uno come Ochoa, titolare nella nazionale messicana e reduce da un eccellente Mondiale, pretende il posto da titolare e non può accontentarsi di difendere i pali del club partenopeo finchè non sarà pronto il giovane Meret. Oltre tutto ha uno stipendio non da poco e non è detto che la sua presenza in squadra non incida in qualche modo sulla serenità del già citato Meret.
Guillermo Ochoa

Guillermo OchoaGetty Images

Inzaghi guarda al Milan: chiama Montolivo e Zapata al Bologna

Il Bologna è alla ricerca degli ultimi tasselli per rinforzare la squadra e il nuovo tecnico Pippo Inzaghi potrebbe bussare alla porta del Milan, il suo Milan, alla caccia di qualche esubero di esperienza e qualità. Per il centrocampo si è fatto il nome di Montolivo mentre per la difesa è spuntata la candidatura del colombiano Zapata, alternativa credibile a Tonelli del Napoli. I rossoneri darebbero il via libera senza problemi anche se dovrebbero pagare parte degli stipendi dei due giocatori.

  • La nostra opinione: l'ultima settimana di mercato sarà molto intensa, non solo per i grandi nomi ma anche per quegli elementi che non rientrano più nei piani delle squadre principali. Montolivo e Zapata sarebbero due innesti importanti per il Bologna, elementi esperti, di qualità e che l'allenatore Inzaghi conosce avendoli già allenati al Milan. Molto dipenderà dagli stimoli degli stessi giocatori, dalla loro voglia di rilanciarsi e di calarsi in un ambiente totalmente differente.
Montolivo, Bonucci - Milan-Atalanta - Serie A 2017/2018 - LaPresse

Montolivo, Bonucci - Milan-Atalanta - Serie A 2017/2018 - LaPresseLaPresse

Il Genoa pronto a cedere Laxalt: Zenit in pole position

Diego Laxalt è un giocatore del Genoa ma non lo sarà ancora per molto. Ballardini non lo ha convocato per la sfida di Coppa Italia e i segnali di un'imminente cessione sono sempre più insistenti, anche perchè il presidente Preziosi vorrebbe monetizzare al massimo lo status dell'uruguaiano, cresciuto molto dopo il Mondiale in Russia. Lo Sporting Lisbona si è fatto avanti ma è lo Zenit San Pietroburgo la squadra in pole position, favorita anche dagli ottimi rapporti legati al ritorno di Criscito.

  • La nostra opinione: Laxalt ha dimostrato nelle ultime stagioni, oltre che al Mondiale di Russia, di essere diventato uno specialista affidabile sulla fascia, sia come terzino, sia come esterno per un centrocampo a cinque, un giocatore con corsa e buona tecnica, cresciuto anche in fase difensiva. Il Genoa chiede tanto, 18-20 milioni, cifre difficili da spendere per le squadre italiane, molto meno per lo Zenit: Preziosi vuole monetizzare e fa bene, per poter poi investire in nuovi prospetti.
Diego Laxalt Torino Genoa 2015

Diego Laxalt Torino Genoa 2015LaPresse

Ljajic-Iago-Niang: tante richieste per il Torino

Fatta eccezione per Andrea Belotti, non ci sono incedibili nel Torino e il ds Petrachi deve valutare bene ogni offerta per i suoi talenti. Il Siviglia insiste per Iago Falque e, se davvero arrivasse una proposta da 20 milioni di euro, lo spagnolo potrebbe tornare in patria. Diversi sono invece i club su Adem Ljajic: dopo Spartak Mosca, Marsiglia e Besiktas, anche il Galatasaray e il Trabzonspor hanno chiesto il serbo che viene valutato 15 milioni. Per Niang si è fatto avanti il Nizza proponendo un prestito ma Cairo cede solo a titolo definitivo.

  • La nostra opinione: dei tre giocatori citati Iago Falque sembra il più importante, il più duttile, quello con maggiore personalità e in grado di dare più garanzie in termini di continuità. Per questo motivo lo spagnolo andrebbe trattenuto a meno di offerte strabilianti. Niang e Ljajic sono loro pure due elementi di talento ma vengono da una stagione altalenante, non si incastrano bene nel 3-5-2 di Mazzarri e, a fronte di una proposta interessante, andrebbero lasciati andare.

Video - Alisson, Kovacic e gli altri: i 15 volti nuovi della Premier League

02:43
0
0