Getty Images

Lo strano caso di Kean: in campo appena 4 minuti, ma la Juventus lo blinda sul mercato

Lo strano caso di Kean: in campo appena 4 minuti, ma la Juventus lo blinda sul mercato

Il 10/01/2019 alle 19:24Aggiornato Il 10/01/2019 alle 19:31

Dal Chievo alla SPAL, vari club hanno provato la strada del prestito, senza riuscire però a convincere i bianconeri. Paradosso di un attaccante già convocato da Mancini e trattenuto in rosa nonostante un minutaggio quasi inesistente.

Appena 4 minuti in campo in 19 giornate. Ovvero gli istanti finali di una partita ampiamente decisa, quella di Firenze del 1° dicembre. Un minutaggio risibile, quasi inesistente. Le condizioni ideali perché Moise Kean lasci la Juventus in prestito entro fine mese per fare ritorno alla base al termine della stagione, giusto? Sbagliato. Perché i bianconeri, a quanto pare, non hanno intenzione di privarsi del centravanti, oggetto di più di una richiesta sul mercato.

Dal Chievo alla SPAL: la Juventus dice di no

L'ultimo club a provarci è stato il Chievo, che ieri ha incontrato la Juventus per capire la fattibilità di un'eventuale operazione in prestito. Kean a Verona ci ha già giocato, ma con la maglia dell'Hellas: 19 presenze, 4 gol. Niente da fare: porta chiusa, almeno per il momento. Così come non sono proseguite in maniera soddisfacente le discussioni con il Bologna, con la SPAL, con alcune formazioni straniere e addirittura con il Milan. Il club campione d'Italia non ha intenzione di privarsi del proprio gioiellino, nonostante il suo spazio sia già occupato dai vari Mandzukic, Dybala e Cristiano Ronaldo. La volontà della Juve è quella di tenere Kean a Torino anche per la seconda parte della stagione, ritenendo che mantenerlo a contatto con i tanti campioni presenti in rosa possa contribuire maggiormente alla sua crescita di quanto potrebbe fare un altro prestito di pochi mesi.

Moise Kean Verona Milan 2017

Moise Kean Verona Milan 2017LaPresse

Una presenza in campionato, un'altra in Champions

Una scelta sulla quale si può discutere, soprattutto perché Allegri non ha dimostrato con i fatti di voler dare fiducia a Kean nemmeno quando avrebbe potuto farlo, ovvero in quelle partite - più di una - dal risultato già chiuso. Solo una volta, come detto, lo ha inserito dalla panchina: a inizio dicembre in casa della Fiorentina. La Juventus stava conducendo ampiamente per 3-0, grazie alle reti di Bentancur, Chiellini e Cristiano Ronaldo, e Kean è entrato in campo all'88'. Toccando 3 palloni nei 4 minuti intercorsi fino al 92' e al triplice fischio finale di Orsato. Migliori, ma di pochissimo, i dati di Champions League: un quarto d'ora contro lo Young Boys a Torino. Una miseria.

Video - Moise Kean, il volto copertina dell'Italia vice campione d'Europa Under 19

01:05

Quella chiamata di Mancini

In sostanza: vedere Kean con una maglia diversa da quella della Juventus da qui al 31 gennaio appare molto difficile. Una situazione che non deve fare particolarmente piacere a Roberto Mancini, che come il predecessore Ventura ha puntato il dito sulla necessità che i giovani italiani trovino spazio e che, a novembre, ha chiamato anche l'attaccante juventino (in un contesto di sperimentazioni, ok) per la sgambata di Genk contro gli Stati Uniti. Paradosso nel paradosso: in una sola partita nella Nazionale maggiore (dopo aver brillato nell'Under 19 vicecampione d'Europa e aver "saltato" l'Under 21) Kean ha ricevuto un minutaggio superiore rispetto a tutta la prima parte di stagione alla Juve, collezionando 31 minuti totali e portando freschezza e brillantezza all'attacco azzurro, gratificato infine dal guizzo decisivo di Politano al 94'.

" Moise KEAN 6 - Accende scintille, nonostante non trovi la rete. L'impressione è che lo rivedremo presto in Nazionale, in barba all'età [Dalle pagelle di Italia-Stati Uniti 1-0]"
Politano festeggia con Kean il gol in Italia-Stati Uniti

Politano festeggia con Kean il gol in Italia-Stati UnitiGetty Images

E intanto Mandzukic va ko: a Bologna tocca a Kean?

Video - Non solo Ramsey: i 10 migliori svincolati del 2019, grandi occasioni per gennaio

01:42
0
0