PA Sport

Svolta Chelsea: esonerato Conte, via libera per l'arrivo in panchina di Sarri

Svolta Chelsea: esonerato Conte, via libera per l'arrivo in panchina di Sarri

Il 12/07/2018 alle 16:19Aggiornato Il 12/07/2018 alle 16:24

I Blues hanno sollevato dall'incarico l'allenatore salentino e il suo staff, operando un cambiamento annunciato da settimane. In attesa da tempo, l'ex tecnico del Napoli è pronto a prenderne il posto: con lui arriverà a Londra anche Jorginho.

Il 12 luglio, a un mese circa dall'inizio della Premier League, il Chelsea ha finalmente operato la tanto attesa svolta in panchina: Antonio Conte, come rivelato da 'Sky', non è più l'allenatore dei Blues. Esonerato il tecnico salentino e sollevato dall'incarico anche tutto il suo staff, a partire dal fido assistente Angelo Alessio. L'ufficialità non c'è ancora, ma dovrebbe arrivare nelle prossime ore. E ora, via libera per l'arrivo a Londra di Maurizio Sarri, pronto a portare con sé Jorginho dal Napoli. Una delle operazioni più calde dell'estate si avvia alla sospirata conclusione.

Via libera per Sarri (e Jorginho)

Decisiva una riunione tenutasi nel centro sportivo di Cobham tra la società e lo stesso Conte: in quella sede è stato comunicato l'esonero all'ex condottiero della Juventus, che tra l'altro in mattinata aveva diretto l'allenamento. Una situazione surreale, un tira e molla continuo che finalmente si sblocca. Non si attende ora che l'ufficialità da parte del Chelsea, pronto ora ad annunciare anche il sostituto: quel Maurizio Sarri che ha sempre rappresentato la prima scelta del club guidato da Roman Abramovich, ma che è stato tenuto in una sorta di limbo dal mancato accordo con il Napoli, con il quale è ancora sotto contratto. Decisivo l'ingresso nella trattativa di Jorginho, che ieri ha lasciato l'Italia in direzione Londra: un pacchetto completo che farà felici tutte le parti e che al Chelsea dovrebbe venire a costare 65 milioni di euro complessivi (57 più 8 di bonus).

Sarri Chelsea

Sarri ChelseaEurosport

Primo anno di fuoco, secondo di ghiaccio

Al Chelsea, Conte ha vissuto due stagioni diametralmente opposte: a un impatto devastante, con tanto di titolo di Premier League portato a casa al primo colpo, ha fatto seguito una serie di incomprensioni che, via via, hanno minato il rapporto con la dirigenza. Un mercato rivedibile, un cammino in Champions League accidentato, un deludente quinto posto in campionato che significa qualificazione in Europa League, la poco elegante diatriba dialettica con José Mourinho: gli ingredienti per sancire il divorzio c'erano tutti. La FA Cup vinta a fine maggio sul Manchester United è il regalo d'addio. La tifoseria ha più volte dimostrato di essere al fianco di Conte: quel coro, "Antoniooo, Antoniooo", intonato allo Stamford Bridge, è il simbolo di una relazione passionale e vincente. Ma, ora, al Chelsea si apre una nuova era: tocca a Sarri, ormai conosciuto nel mondo grazie al calcio champagne di Napoli. Dall'Italia all'Italia: a Londra, il tricolore va sempre di moda.

Video - Conte, squilla il cellulare in conferenza: "Mia moglie, sempre al momento sbagliato..."

00:43
0
0