Getty Images

Milan, Donnarumma-Areola non convince: presente (Reina) e futuro (Plizzari) sono già in casa

Milan, Donnarumma-Areola non convince: presente (Reina) e futuro (Plizzari) sono già in casa

Il 27/06/2019 alle 09:30Aggiornato Il 12/11/2019 alle 10:41

Donnarumma può e forse deve partire ma dovrebbe farlo solo in cambio di cash: portiere del presente (Reina) e del futuro (Plizzari) sono già in casa MIlan e Areola non convince appieno come sostituto di "Gigio".

No, il Milan non avrebbe certo bisogno di “fare il portiere” come si suole dire in gergo calciomercatistico. Ogni discorso va però calibrato in base al contesto e, nel contesto Milan 2019/2020, la sostituzione dell’estremo difensore ha tremendamente senso. Sì perché Ivan Gazidis in prima persona ha parlato esplicitamente di investimenti su talenti in erba destinati a diventare top player e ingaggi bassi per far quadrare i conti non proprio irreprensibili della società: aggiungendo alle linee guida del nuovo corso il fatto che i rossoneri sono chiamati a stretto giro di posta a realizzare la benedetta plusvalenza di mercato ecco che il sacrificio di Donnarumma prende forma e cessa di essere pura chiacchiera da bar.

Lo scambio Donnarumma-Areola vi convince?

Sondaggio
8417 voti
Sì, conviene a entrambi
No, ci perde il Milan

Scambio con Areola all’orizzonte

I due portieri a confronto (dati Transfermarkt)

PORTIERE CLASSE PRESENZE IN LIGUE 1 PRESENZE IN NAZIONALE VALUTAZIONE
AREOLA 1993 108 3 17,5 mln €
PORTIERE CLASSE PRESENZE IN SERIE A PRESENZE IN NAZIONALE VALUTAZIONE
DONNARUMMA 1999 142 12 55 mln €

La nostra opinione

Da tempo la cessione di Donnarumma conserva i crismi dell’inesorabilità in casa Milan: un sacrificio necessario per far rifiatare i forzieri societari e al contempo compiacere i “burocrati” della UEFA, un qualcosa che insomma prima o poi è destinato a capitare. A queste condizioni, alle condizioni di Raiola e del PSG per intenderci, fa un po’ storcere il naso però. Perché il Milan incasserebbe “solo” 20 milioni cash e in seconda battuta perché si porterebbe in casa un portiere buono ma non eccezionale che qualche limite lo ha palesato in questi ultimi anni. Il Milan a ben guardare avrebbe già nei suoi ranghi il portiere del presente (Reina) e quello del futuro più prossimo (Plizzari), dunque a nostro avviso farebbe bene a pretendere per Donnarumma solo cash. Almeno 50 milioni per un portiere comunque top: un portiere allo stato dell'arte con ancora margini di miglioramento e con qualche lacuna che starà a lui cancellare del tutto. La carta d'identità di certo è dalla sua parte, cosa che non si può invece affermare per Areola.

Video - Donnarumma: "L'errore? Capita quando cerchi di giocare dal basso"

01:28
0
0