Imago

Caos allo Zenit

Caos allo Zenit, arriva subito Mancini?
Di Eurosport

Il 10/08/2009 alle 12:10Aggiornato

Esonerato il tecnico Advocaat a seguito di una serie di risultati negativi. Il più probabile successore dell'allenatore olandese è Roberto Mancini, finalmente pronto al ritorno in panchina dopo un anno di ricco riposo...

Dopo 17 giornate lo Zenit San Pietroburgo è solo 7° in classifica, a -10 dalla capolista Rubin Kazan. Una situazione troppo negativa per non prendere provvedimenti, anche e soprattutto perché l'avventura di Advocaat sulla panchina russa sarebbe comunque finita a novembre, visto l'accordo tra il tecnico olandese e la nazionale belga a partire dal 2010.

"Sfortunatamente - recita un comunicato del club -, da quando Advocaat ha deciso di diventare il ct del Belgio (lo scorso giugno, ndr), i risultati dello Zenit sono nettamente peggiorati. La dirigenza e i tifosi non possono essere soddisfatti dell'attuale situazione di classifica".

La frattura tra squadra, dirigenza e tecnico, d'altra parte, era parsa evidente già con l'acquisto dell'ex granata Rosina, un giocatore voluto dal nuovo ds Korneev, mentre Advocaat avrebbe preferito un attaccante "vero" per sostituire Pogrebnyak, partito verso Stoccarda.

Dopo l'ultima sconfitta casalinga 0-2 contro il Tomsk, la dirigenza dello Zenit ha deciso di rompere il rapporto con Advocaat affidando la panchina all'allenatore delle giovanili, Anatoly Davydov. Il vero sostituto, però, dovrebbe essere Roberto Mancini, che avrebbe così finalmente trovato una panchina di suo gradimento dopo un anno di ricca attesa. Stampa italiana e russa danno ormai per certa la buona riuscita della trattativa tra il club di San Pietroburgo e l'ex allenatore dell'Inter, un rapoporto che avrebbe dovuto partire a gennaio e che invece verrà anticipato di qualche mese.

0
0