Eurosport

Facciamo i conti: che crescita per il calcio femminile, tra FIGC, Juventus, Milan e Roma

Facciamo i conti: che crescita per il calcio femminile, tra FIGC, Juventus, Milan e Roma

Il 12/10/2018 alle 13:23Aggiornato Il 12/10/2018 alle 15:50

Il movimento femminile in Italia sta facendo passi da gigante. I campionati di Serie A e Serie B 2018/19 sono organizzati dalla FIGC e gli investimenti fatti da alcuni club di primo livello come Juventus, Fiorentina, Milan, Roma, Sassuolo e Verona stanno dando i loro frutti. Aumentato il giro di denaro e la competitività

Sabato sera alle ore 20.45 lo stadio “Alberto Picco” di La Spezia ospiterà la finale di Supercoppa Italiana 2018 tra Juventus e Fiorentina. Si confronteranno sul terreno di gioco ligure la squadra detentrice del titolo tricolore e quella che ha vinto la Coppa Italia l’anno scorso. Due club prestigiosi che, come altri, hanno dato fiducia al movimento femminile, investendo risorse importanti anche dal punto di vista economico. Da questa stagione anche il Milan (allenato da Carolina Morace e lodato anche da Gennaro Gattuso nelle ultime conferenze), che ha acquistato il titolo sportivo dal Brescia, e la Roma, che ha fatto la stessa cosa con la RES Roma Calcio Femminile, hanno aggiunto ai loro interessi questi nuovi progetti. La FIGC, dopo aver vinto una lunga battaglia estiva con la Lega Nazionale Dilettanti, ha organizzato ufficialmente per la prima volta i campionati di Serie A e Serie B, dando ulteriore risalto a tutto il settore. Una crescita continua a costante che merita di essere analizzata.

Sara Gama, Martina Rosucci, Nazionale Italia, Getty Images

Sara Gama, Martina Rosucci, Nazionale Italia, Getty ImagesGetty Images

Dal Milan di Carolina Morace alla Roma: le big ci credono e investono

Nell'ultimo bilancio della Juventus disponibile, quello relativo a fine 2017, spunta tra i costi di gestione per la prima volta il calcio femminile. l club bianconero, infatti, lo scorso anno ha rilevato il titolo sportivo dal Cuneo, ha allestito subito una squadra competitiva e ha iniziato a progettare un futuro vincente per le proprie women. Le bianconere hanno vinto lo Scudetto al primo anno di attività e rappresentano già un punto di riferimento sia per la Nazionale che per tutto il movimento italiano. Ancora prima erano nate Fiorentina, Empoli e Sassuolo, mentre in estate il Milan ha acquisito il Brescia Calcio Femminile (una delle società più forti sulla piazza) per un cifra vicino al mezzo milione di euro, come riportato dal “Giornale di Brescia”. Con sforzi economici importanti sono nate anche la Roma e l'Hellas Verona, tutti club che partecipano al campionato di Serie A.

La svolta dettata dalla FIGC: tutto proiettato al professionismo

Com'è stato possibile tutto ciò? Seguendo le indicazioni dell’UEFA, la FIGC ha infatti da tempo lanciato una campagna di sostegno finanziario per il calcio femminile, suggerendo ai club professionisti maschili di dotarsi o finanziare squadre femminili e di prevedere all’interno del proprio settore giovanile anche squadre femminili. Ciò ha portato non solo un afflusso di denaro all’interno del movimento, ma anche la presenza di strutture dirigenziali provenienti dal calcio professionistico. Il tutto è inevitabilmente proiettato a dare la possibilità alle calciatrici e agli allenatori tesserati per le società di Serie A e B di essere trattati e tutelati come professionisti, cosa che in passato non accadeva. Normale che i compensi per le atlete aumenteranno e che anche gli sponsor a breve si accorgeranno di questo cambio di rotta.

La gara in diretta su Sky e il nuovo sito FIGC dedicato

Sky a fine estate ha siglato un accordo pluriennale con la FIGC, con l’obiettivo di sostenere e sviluppare ulteriormente il calcio femminile in Italia e garantirne la visibilità attraverso la trasmissione di una partita a settimana del campionato di Serie A e una programmazione dedicata per approfondire un movimento in costante crescita. La stessa federazione, inoltre, per confermare la serietà del progetto, ha costruito all'interno del proprio sito una sezione interamente dedicata al calcio femminile, dove si possono trovare risultati, classifiche, tabellini, comunicazioni e dati delle partite.

Benefici anche per la Nazionale, già qualificata al Mondiale 2019

A trarre benefici da tutta questa attenzione e da tutto questo aumento d'interesse è stata la Nazionale. Le ragazze di Milena Bertolini hanno dominato il girone di qualificazione surclassando Belgio e Portogallo e si sono qualificate ai Mondiali di Francia 2019, interropendo un digiuno iridato lungo 20 anni. L'Italia femminile ha incantato nel corso dell'ultimo biennio e si è meritata questo risultato, ottenuto a suon di fantastiche prestazioni. A giugno del prossimo anno l'appuntamento più atteso. Nel frattempo la consapevolezza di aver intrapreso un percorso di crescita generale condiviso e motivato.

Video - Il nobile gesto di Rafa Nadal, scende in strada per spalare il fango a Maiorca

00:24
0
0