Getty Images

Conte: "Messi è stato determinante, ma la buona sorte ha voltato le spalle al Chelsea"

Conte: "Messi è stato determinante, ma la buona sorte ha voltato le spalle al Chelsea"
Di Eurosport

Il 14/03/2018 alle 23:16Aggiornato Il 14/03/2018 alle 23:17

Tutte le dichiarazioni a caldo dopo il 3-0 del Barcellona sul Chelsea nel ritorno degli ottavi di Champions League. Il tecnico dei Blues spiega: "Morata? Ho scelto Giroud perché li vedo tutti i giorni e ho deciso in base alle condizioni fisiche e psicologiche. Morata è un giocatore giovane che, per la prima volta in carriera, in questa stagione è partito titolare in pianta stabile".

Il Barcellona è l’ultima squadra a qualificarsi per i quarti di finale di Champions League eliminando il Chelsea con un roboante 3-0 nel ritorno degli ottavi. Ecco tutte le dichiarazioni a caldo dopo il match del Camp Nou.

Antonio Conte (Chelsea)

" Ho fatto a Messi dei grandi complimenti perché in queste due partite e non solo continua a fare la differenza e in modo evidente. Sposta il risultato finale e in queste sfide è stato determinante. Io penso che la differenza l’abbiano fatta anche i quattro pali che abbiamo preso tra andata e ritorno. La buona sorte non ci ha sorriso, anche se non mi piace appellarmi a quella. In questa stagione, la fortuna ci ha voltato le spalle. Il risultato non è giusto, abbiamo creato tante occasioni da gol e loro con tre ripartenze hanno fatto tre gol. Sono giocatori abituati a queste ribalte internazionali e noi siamo una squadra che, in molti casi, è alla prima partecipazione alla Champions League. Siamo una squadra giovane che deve fare esperienza per poi arrivare fino alla fine. Il mio futuro qui? Non è questione di vincere o non vincere qualcosa. Il lavoro di un allenatore non deve essere giudicato in base alle vittoria, ma alla crescita dei giocatori e al valore attuale della squadra. Questa è una squadra che può crescere in esperienza. Possiamo migliorare sotto tutti i punti di vista, però non cerco conferme nelle vittorie. Io vado avanti nel mio lavoro, sapendo che è un grande lavoro. Morata? Ho scelto Giroud perché li vedo tutti i giorni e ho deciso in base alle condizioni fisiche e psicologiche. Morata è un giocatore giovane che, per la prima volta in carriera, in questa stagione è partito titolare in pianta stabile. Alla Juventus era la riserva di altri attaccanti, al Real Madrid di Benzema. Ha delle ottime potenzialità, cerchiamo di migliorarlo ma sappiamo che ha avuto un problema alla schiena. "

Andrés Iniesta (Barcellona)

" Abbiamo dimostrato di essere una squadra esperta, sapevamo che anche sul 2-0 era tutto aperto. La squadra ha risposto molto bene. Messi fa la differenza in ogni partita, per noi averlo è una benedizione. Così ci siamo avvicinati all’obiettivo di vincere la Champions League, una competizione complicata in cui dobbiamo tenere al minimo gli errori. Andiamo tutti nella stessa direzione, ci mancano solo due mesi e dobbiamo dare tutto quello che abbiamo. Chi voglio evitare ai quarti? Le squadre spagnole perché ci conosciamo molto bene. "
Andres Iniesta

Andres IniestaGetty Images

Ernesto Valverde (Barcellona)

" È stata una partita molto tirata perché loro sono una grande squadra. Il primo gol ci ha aiutato molto, però loro hanno dimostrato di essere molto forti e difficili da contenere. All’andata abbiamo dominato, oggi abbiamo giocato bene però sentendo sempre una certa sensazione di pericolo. Siamo riusciti a segnare più volte, ma abbiamo sofferto sino alla fine. Ho scelto Dembélé per giocare maggiormente sulla fascia e lui ha fatto quello che doveva, dandoci anche profondità. Ha lavorato bene."

Video - Conte si è tagliato la barba: "Mia figlia mi ha ucciso..."

01:09
0
0