Getty Images

Qarabag stoico: blocca l’Atletico Madrid sullo 0-0 e fa un favore alla Roma

Qarabag stoico: blocca l’Atletico Madrid sullo 0-0 e fa un favore alla Roma

Il 18/10/2017 alle 19:55Aggiornato Il 18/10/2017 alle 20:29

Gli azeri conquistano il loro primo punto in Champions League e mettono nei guai i Colchoneros che hanno appena due punti dopo tre giornate. Espulso Ndlovu.

Allo stadio Olimpico di Baku succede quello che quasi nessuno avrebbe osato immaginare. Il Qarabag, la cenerentola della Champions League, ottiene il suo primo storico punto nella competizione e lo fa contro l’Atletico Madrid di Diego Pablo Simeone. Gli azeri meritano questo risultato perché non si limitano a imbrigliare i Colchoneros, ma riescono anche a crearsi le loro opportunità di successo. Minuto dopo minuto cresce la sensazione dell’impresa in virtù di una condizione fisica superiore a quella degli spagnoli, sempre secondi sul pallone e che hanno vinto appena tre gare nelle ultime 11 trasferte europee infilando peraltro sei pareggi (quattro dei quali col risultato di 0-0) e una sconfitta in 11 partite ufficiali in stagione. Festeggia il Qarabag e la Roma a Londra può scendere in campo con meno pressione.

La cronaca della partita

Il Qarabag tiene bene il campo nel primo tempo e concede poco. Il primo squillo è di Gaitan, servito da Filipe Luis: il pallone termina alto. Innescato da Griezmann, Carrasco si ritrova a tu per tu con Sehic, abilissimo a chiudergli lo specchio. Gli azeri rispondono con Madatov, il cui tiro dal limite viene deviato. Il colpo di testa di Saul è debole mentre Griezmann, dopo un uno-due con Gameiro, trova la pronta risposta di Sehic. Gimenez al volo non inquadra lo specchio.

Qarabaq Agdam, Atletico Madrid

Qarabaq Agdam, Atletico MadridGetty Images

Nella ripresa, Richard ci prova da fuori senza successo mentre Pedro Henrique non approfitta di un pasticcio della difesa spagnola. Ndlovu si libera benissimo ma manda alto e al 75’ viene toccato in area da Godin: per l’arbitro è simulazione e secondo giallo e gli azeri chiudono in 10. Su errore di Sehic, Gabi scodella in mezzo e Torres subisce una spinta: anche in questo caso l’arbitro francese non concede rigore e lascia di nuovo moltissimi dubbi. Elyounoussi rischia addirittura di regalare ai suoi il colpaccio.

La statistica chiave

1 – L’Atletico ha segnato un solo gol in questa edizione di Champions League e ci è riuscito solo su rigore (17 tiri in porta, 44 totali).

Il tweet da non perdere

Il migliore in campo

Badavi Guseynov: emblema di una difesa organizzata e granitica. Non fa passare niente con un pizzico di fortuna che non guasta. L’1-2 faticoso della Roma può essere rivalutato.

Il peggiore in campo

Kevin Gameiro : impreciso, fallisce un’occasione e si perde tra le briglie della difesa di casa. La fase offensiva dell’Atletico produce poco.

Il tabellino

Qarabag (4-5-1): Sehic; Medvedev (71’ Rzezniczak), Guseynov, Sadygov, Agolli; Pedro Henrique (69’ Guerrier), Richard, Michel (85’ Elyounoussi), Garayev, Madatov; Ndlovu. All. Gurbanov

Atletico Madrid (4-4-2): Oblak; Vrsaljko, Godin, Gimenez, Filipe Luis; Gaitan (64’ Partey), Saul, Gabi, Carrasco (72’ Correa); Griezmann, Gameiro (72’ Torres). All. Simeone

Arbitro: Ruddy Buquet (FRA)

Gol: -

Note: al 75’ espulso Ndlovu (Q) per doppia ammonizione; ammoniti Michel, Guseynov

0
0