Getty Images

Clamoroso a Mosca: il Cska firma l'impresa, Real Madrid al tappeto

Clamoroso a Mosca: il Cska firma l'impresa, Real Madrid al tappeto

Il 02/10/2018 alle 22:58Aggiornato Il 02/10/2018 alle 23:37

La squadra russa vince 1-0 allo stadio Luzhniki: decisiva una rete di Vlasic al 2' complice un erroraccio di Kroos. I Blancos, in formazione rimaneggiata, recriminano per tre legni colpiti da Casemiro, Benzema e Mariano Diaz. Finale concitato: espulso Akinfeev.

Il risultato più sorprendente della serata di Champions League arriva dallo stadio Luzhniki di Mosca dove il Cska batte 1-0 il Real Madrid campione d'Europa in carica: colpiti a freddo da una rete di Vlasic dopo poco più di un minuto di gioco complice uno svarione di Kroos, la squadra di Lopetegui reagisce ma sbatte contro i legni colpiti da Casemiro e Benzema nel primo tempo, e da Mariano Diaz nella ripresa. Finale nervoso con Akinfeev espulso per proteste e maxi recupero di 9 minuti. Grazie a questo successo la formazione russa allenata da Goncharenko sale al comando del Girone E a quota 4 punti scavalcando proprio le merengues, ferme a 3 insieme alla Roma. Fanalino di coda il Viktoria Plzen fermo a un punto.

Karim Benzema difende palla in Cska Mosca-Real Madrid 2018

Karim Benzema difende palla in Cska Mosca-Real Madrid 2018Getty Images

La cronaca

Ampio turnover in casa Real: oltre agli infortunati Sergio Ramos, Marcelo, Isco e Bale manca anche Modric che parte dalla panchina. Esordio assoluta con la maglia dei Blancos per Reguilon che agisce da terzino sinistro. Pronti, via e il Cska Mosca passa in vantaggio nel modo più incredibile: con un retropassaggio insensato Kroos confeziona un assist involontario per Vlasic che lascia rimbalzare il pallone e, appena dentro l'area, fulmina Navas con un sinistro che si insacca nell'angolino basso. Lo stadio Luzhniki esplode e il Real accusa il colpo. La squadra di Lopetegui non trova varchi e per assistere alla prima vera occasione da gol bisogna attendere il 28': Casemiro fa tutto da solo, avanza palla al piede da metà campo e arrivato al limite lascia partire un rasoterra secco che sbatte sul palo con Akinfeev che probabilmente non ci sarebbe arrivato. Il secondo legno della serata arriva al 40': traversone dalla sinistra di Reguilon e colpo di testa di Benzema che salta più in alto di tutti e battezza la traversa. Si va al riposo con gli spagnoli sotto di un gol.

La disperazione di Mariano Diaz in Cska Mosca-Real Madrid 2018

La disperazione di Mariano Diaz in Cska Mosca-Real Madrid 2018Getty Images

La ripresa si gioca in una sola metà campo, quella del Cska, ma la manovra del Real è lenta e prevedibile. Asensio scalda subito le mani ad Akinfeev con un siluro di sinistro da fuori, poi Lopetegui decide che è ora di mandare in campo Modric: il croato torna a giocare allo stadio Luzhniki dopo la finale Mondiale persa contro la Francia lo scorso 15 luglio. La pressione dei Blancos è costante, ma le occasioni migliori arrivano tutte nei minuti finali. Al 90' Odriozola pennella un traversone a centro area per il grande stacco di Mariano Diaz, Akinfeev è immobile ma il pallone per sua fortuna si stampa sul palo per il terzo legno spagnolo. Passano 5 minuti e Varane, all'ultimo secondo, imita il compagno di squadra: imperioso stacco in anticipo su tutti e pallone a lato di un soffio. Saltano i nervi ad Akinfeev: il portiere del Cska protesta con l'arbitro, il rumeno Hategan, colpevole a suo avviso di non avere visto un fallo di Varane. Il direttore di gara estrae due gialli in rapida successione e l'estremo difensore del Cska finisce anzitempo negli spogliatoi. Entra il secondo portiere, Kyrnats, poi dopo 9 minuti di recupero la partita finisce. E per il Cska è festa grande. Terza partita di fila senza gol per il Real Madrid dopo lo 0-3 con il Siviglia e lo 0-0 con l'Atletico Madrid in Liga.

La statistica

65 - I secondi che sono bastati a Vlasic per battere Navas e regalare 3 punti preziosi e insperati al Cska Mosca contro il Real Madrid campione d'Europa in carica. Si tratta del secondo gol più veloce subito dai Blancos in Champions League: il primato resta quello di Roy Makaay che, nel match di ritorno degli ottavi di finale dell'edizione 2006-07, trafisse il Real dopo soli 10 secondi dal calcio d'inizio.

Il tweet

Il migliore

Nikola VLASIC - Il croato classe 1997, fratello minore della campionessa di salto in alto Blanka, si avventa come un falco sul gentile omaggio di Kroos e non perdona. Sulle ali dell'entusiasmo per un gol storico, gioca una partita di grande sacrificio al servizio della squadra. Giovedì potrà festeggiare con il morale alle stelle il suo 21esimo compleanno.

L'esultanza dei giocatori del Cska Mosca dopo il gol al Real Madrid

L'esultanza dei giocatori del Cska Mosca dopo il gol al Real MadridGetty Images

Il peggiore

Toni KROOS - Serata incredibilmente negativa per il centrocampista tedesco: suo lo svarione da cui nasce il gol di Vlasic che decide l'incontro. Si impegna per rimediare e questo gli va dato atto, ma anche nella ripresa sbaglia un paio di palloni elementari.

Il tabellino

Cska Mosca-Real Madrid 1-0

Cska Mosca (4-2-3-1): Akinfeev 5,5; Mario Fernandes 6, Rodrigo Beçao 6, Chernov 6,5, Nababkin 6,5; Bijol 6, Akhmetov 6; Vlasic 7, Dzagoev 6,5 (65' Efremov 6), Oblyakov 6 (98' Kyrnats s.v.); Chalov 6 (78' Sigurdsson s.v.). All.: Goncharenko 6,5.

Real Madrid (4-3-3): Navas 6,5; Carvajal 6 (43' Odriozola 6), Varane 6, Nacho 5,5, Reguilon 6; Kroos 5, Casemiro 6,5 (58' Modric 5,5), Ceballos 5; Lucas Vazquez 5 (58' Mariano Diaz 6), Benzema 5,5, Asensio 5. All.: Lopetegui 5,5.

Arbitro: Ovidiu Hategan (Romania).

Rete: 2' Vlasic (C).

Note - Recupero 2'+9'. Ammoniti Bijol, Oblyakov (C). Espulso Akinfeev (C) al 96'.

Video - Champions League, la griglia: Juventus in pole davanti a Manchester City e Real Madrid

01:44
0
0