Getty Images

Di Francesco: "Manolas è recuperato, Schick invece è out"

Di Francesco: "Manolas è recuperato, Schick invece è out"

Il 11/02/2019 alle 15:51

Il tecnico della Roma presenta la sfida di Champions League contro il Porto e fa il punto della situazione sugli infortunati".

" Porto senza Marega e Corona? Credo abbiano degli ottimi sostituti. Ottavio e Tiquinho Soares sono giocatori forti, anche se con caratteristiche differenti, con qualità importanti. Il Porto al di là dei singoli è una squadra compatta, tosta, dura, che sa quello che vuole. "

Così Eusebio Di Francesco, allenatore della Roma, presenta gli avversari della sfida di domani sera, valida per l'andata degli ottavi di Champions. "È delle squadre di Champions che ha vinto più duelli difensivi e questo significa che dal punto di vista di squadra stanno veramente bene", ha spiegato il tecnico in conferenza stampa. "Sarà una partita dal punto di vista fisico molto dispendiosa".

Sulla situazione degli infortunati Di Francesco ha chiarito:

" Di quelli che non ci sono stati con il Chievo sicuramente Manolas, che si è allenato con la squadra, mentre Olsen è in dubbio fino a domani mattina. Abbiamo perso Schick per un infortunio muscolare. Tutti gli altri infortunati non rientreranno domani, ma speriamo di riaverli con il Bologna: parlo di Perotti in particolar modo"

Di Francesco ha poi elogiato l'allenatore del Porto: "Conceiçao sta facendo un grande lavoro, ha fatto benissimo anche a Nantes e sta proseguendo il suo percorso di crescita. È un allenatore che ha dato un'identità alla squadra e ha anche dato al Porto qualcosa dal punto di vista caratteriale, una squadra che prima era con più palleggiatori che che cercava più il gioco di qualità. Adesso la vedo una squadra più concreta sotto tutti i punti di vista". "Marega? E' un attaccante differente rispetto a Suarez, più di fisicità, di gamba. Ovviamente quando c'è campo aperto diventa un calciatore molto pericoloso", ha sottolineato il mister giallorosso.

" Il percorso è sempre lungo, ma è una bella occasione per fare una grande partita, riportare entusiasmo nell'ambiente. Ogni occasione è importante, in Champions ancora di più. Sono rimaste solo due italiane in Champions ed esserci è un motivo di orgoglio. Dobbiamo essere ambiziosi"

"Se domani serviranno più l'esperienza o le gambe fresche? È il mix giusto, però la gamba ci vuole sempre, non si può giocare solo con l'esperienza. A volte puoi avere grandi gambe però se ti tremano quando hai la palla o consumi tutte le energie prima, poi è dura". Così Eusebio Di Francesco, allenatore della Roma, alla vigilia della sfida di Champions League con il Porto. "La capacità sta anche nel preparare le partite in un certo modo, perciò uniamo le due cose perché senza corsa non si va da nessuna parte", ha spiegato in conferenza stampa il tecnico giallorosso che alla squadra chiede di ritrovare la solidità difensiva spesso mancata in questa stagione. "Sarà fondamentale nella prima gara avere grande solidità, giocando in casa dovremo fare ancor di più una grande fase difensiva per poter fare una grande fase offensiva", ha dichiarato. "Sarà determinante cercare di mantenere inviolata la nostra porta".

Video - Di Francesco sugli insulti a Kolarov post inchino: "Sta reagendo sul campo, ho parlato con lui"

00:39
0
0