LaPresse

Il fallimento della Juventus e di Ronaldo: il portoghese resta fuori dalle semifinali dopo 9 anni

Il fallimento della Juventus e di Ronaldo: il portoghese resta fuori dalle semifinali dopo 9 anni
Di Eurosport

Il 16/04/2019 alle 23:48Aggiornato Il 17/04/2019 alle 09:17

CR7 segna ancora ma non basta per avere la meglio su un Ajax meritevole nella notte di Champions. E se per la Juventus il sogno europeo continua a restare un tabu, Ronaldo spezza la striscia di semifinali consecutive nella coppa più ambita, che durava dalla stagione 2010/11.

Un altro fallimento, un'altra serata europea da dimenticare. La Champions League continua a restare un tabu inavvicinabile per la Juventus, sconfitta con merito nel doppio confronto con l'Ajax dei giovani con un grande futuro davanti. Un'eliminazione inevitabilmente dolorosa e che fa ancora più rumore per la presenza nella rosa bianconera dello specialista della Coppa dalle grandi orecchie: Cristiano Ronaldo.

Cristiano Ronaldo nella gara di ritorno contro l'Ajax

Cristiano Ronaldo nella gara di ritorno contro l'AjaxGetty Images

Il portoghese è arrivato in estate con l'obiettivo dichiarato di riportare a Torino un trofeo che manca dal 1996 e sfiorato da allora altre quattro volte, parlando di finali perse. Nel frattempo CR7 è diventato uno dei calciatori più forti di sempre, ha infranto decine di record e vinto 5 volte quella Champions maledetta per i colori bianconeri. Sviluppando un feeling incredibile con questa coppa, dimostrato dalla continuità di rendimento e risultati raggiunti in questi anni. Tanto che vederlo fuori così "presto" dalla competizione ha l'aria della novità. Non succedeva dal 2010 che Ronaldo si fermasse prima delle semifinali in Europa. Era l'annata del Triplete dell'Inter e lui disputava la stagione d'esordio con la casacca del Real Madrid, che in quell'edizione uscì per mano del Lione addirittura agli ottavi.

Alla prima stagione in bianconero, Ronaldo ha alzato i giri del motore quando contava di più, in Champions. Non è bastato, ma la sua influenza si è fatta sentire eccome. Tra ottavi e quarti, il portoghese ha segnato cinque gol in quattro partite, rovesciando un confronto con l'Atletico che sembrava perso e andando a segno in entrambe le sfide con l'Ajax. Di più, realizzando tutti i gol della Juventus nella fase ad eliminazione diretta. Insomma, CR7 il suo l'ha fatto.

Dopo l’uscita con l’Ajax, Agnelli conferma la fiducia a Max Allegri: giusto così?

Sondaggio
68450 voti
No

Video - Allegri: "Tutti hanno detto arriva Ronaldo e si vince la Champions, ma non vince solo la Juventus"

01:59
0
0