Getty Images

Insigne risponde a Bernat e tiene in quota il Napoli: 1-1 col PSG

Insigne risponde a Bernat e tiene in quota il Napoli: 1-1 col PSG

Il 06/11/2018 alle 22:54Aggiornato Il 06/11/2018 alle 23:32

Gli azzurri rischiano di farsi sorpassare in classifica quando lo spagnolo segna nell'ultima azione del primo tempo, ma reagiscono con una grande ripresa e conquistano il pari su calcio di rigore. La squadra di Ancelotti sale al primo posto nel girone.

Nell'ennesima notte di stelle di un San Paolo sempre più abituato a vivere emozioni da Champions, il Napoli si porta a casa un pareggio che vale quasi come una vittoria. Contro il PSG, contro Neymar e Mbappé, contro le stelle made in Qatar. Un 1-1 che fa seguito al beffardo 2-2 di Parigi, con la differenza che stavolta a sorridere sono gli azzurri, capaci di tirare fuori le unghie in una strepitosa prima parte di ripresa dopo aver sofferto per un tempo intero la qualità degli avversari. Di Insigne la rete che consente agli uomini di Ancelotti di riprendere quella di Bernat, all'ultima azione del primo tempo, rimanendo così imbattuti nel girone. E ora è primo posto in classifica assieme al Liverpool, battuto però nello scontro diretto di un mese fa. A due giornate dal termine, in sostanza, il Napoli ha il destino nelle proprie mani. Aiutato anche dalla Stella Rossa, che nel match delle 18.55 ha fatto il colpaccio stendendo gli inglesi di Klopp. Già nel prossimo turno, in caso di successo contro i serbi e del Liverpool sul PSG, il passaggio agli ottavi potrebbe diventare realtà.

La cronaca della partita

A farla da padroni sono l'ansia e la paura di perdere, più che quella di vincere. Meglio il PSG, che ha in Neymar e Mbappé due pericoli pubblici: dai due gioielli ha origine la prima palla gol francese, ma Maksimovic salva su Verratti. Al 19' Neymar salta tutti e si infila in area, venendo fermato all'ultimo istante da Mario Rui. E poco dopo Mbappé incrocia col sinistro di controbalzo mancando di poco la porta. Il Napoli risponde con un paio di tentativi di Callejon e Mertens e ha la sua prima, vera chance al 45': Insigne si gira in area e calcia al volo, sfiorando il palo di Buffon. Ma a recupero già scaduto, il PSG passa: Mbappé sfonda in area da sinistra e tocca al centro per l'inserimento di Bernat, che si presenta come uomo sorpresa e davanti a Ospina non sbaglia.

L'esultanza di Bernat, Napoli-PSG, Champions League, Getty Images

L'esultanza di Bernat, Napoli-PSG, Champions League, Getty ImagesGetty Images

Al rientro dall'intervallo, però, in campo va tutto un altro Napoli. Gli uomini di Ancelotti schiumano rabbia e creano un'occasione dopo l'altra: Buffon è bravissimo a negare per due volte il pareggio a Mertens, poi Thiago Silva anticipa lo stesso belga a porta vuota, ancora Buffon dice di no a Fabian Ruiz e Kehrer salva su Callejon. Alla fine, il meritato pari arriva al 62': Thiago Silva sbaglia e assieme a Buffon frana in area su Mertens, consentendo a Insigne di segnare dal dischetto. Il Napoli frena la propria furia e rischia qualcosa, in particolare quando Mbappé ha la palla dell'1-2 ma la spreca calciando fuori. Ma il PSG, nonostante l'ingresso dell'applaudito ex Cavani, non punge. E così finisce con un pari che per Insigne e compagni vale oro.

La statistica chiave

14 conclusioni a 5 per il Napoli, la gran parte dal 46' al 62'. Ancora una volta i partenopei si sono espressi allo stesso livello di una delle migliori squadre d'Europa.

Il tweet

Il migliore in campo

Koulibaly. Con una scivolata a fermare Mbappé manda in visibilio il San Paolo, poi è pressoché perfetto in tutto quello che fa. Ministro della difesa.

Il peggiore in campo

Meunier. Mai in grado di creare pericoli sulla destra. Spreca in maniera inspiegabile un'ottima palla gol, sbaglia molto e non punge.

La dichiarazione

Gianluigi Buffon: "Il Napoli ha meritato il pareggio, nella ripresa ha cambiato modo di giocare e noi siamo andati in difficoltà. Un tempo a testa, pari giusto. Sorridevo a Insigne al momento del rigore? No, sorridevo da solo...".

Il tabellino

Napoli (4-4-2): Ospina; Maksimovic (76' Hysaj), Albiol, Koulibaly, Mario Rui; Callejon, Allan, Hamsik, Fabian Ruiz (71' Zielinski); Insigne, Mertens (83' Ounas). All. Ancelotti

PSG (3-4-2-1): Buffon; Marquinhos, Thiago Silva, Kehrer (92' Choupo-Moting); Meunier (73' Kimpembe), Verratti, Draxler, Bernat; Di Maria (77' Cavani), Neymar; Mbappé. All. Tuchel

Arbitro: Bjorn Kuipers (Olanda)

Gol: 47' pt Bernat (P), 62' rig. Insigne (N)

Note: ammoniti Mbappé, Kehrer, Fabian Ruiz, Verratti, Neymar

Video - Da Cavani al "pezzotto", i migliori sfoghi estivi di Aurelio De Laurentiis

01:37
0
0