Getty Images

Juventus, che beffa! Il Manchester United rimonta nel finale e vince 2-1 allo Stadium

Juventus, che beffa! Il Manchester United rimonta nel finale e vince 2-1 allo Stadium

Il 07/11/2018 alle 22:56Aggiornato Il 08/11/2018 alle 01:03

La squadra di Allegri domina il match, va in vantaggio con un gol pazzesco di Ronaldo e sfiora più volte il raddoppio. Ma nei minuti finali Mata e l'autogol di Alex Sandro regalano ai Red Devils un risultato insperato. Juventus sempre prima, il Manchester si riporta a 2 punti di distacco.

Una beffa. Nessun'altra parola descrive meglio la serata dello Stadium e di un Juventus-Manchester United che aveva mostrato una trama tremendamente diversa dal suo clamoroso finale. Una match che la squadra di Allegri ha avuto in pugno fino a una manciata di minuti dal termine, sbloccato dal primo, meraviglioso gol in Champions di Cristiano Ronaldo con la sua nuova maglia, ma tenuto vivo dai tanti, troppi errori sottoporta degli attaccanti bianconeri. E dall'altra parte, pur inferiore, pur ferito, c'è sempre il Manchester United di Josè Mourinho. Il portoghese azzecca i cambi e mette uno zampino decisivo nel risultato finale, certificato dalla punizione di Mata e dall'autogol di Alex Sandro. Una sconfitta, la prima stagionale, che fa male alla Juventus, ma che di fatto cambia poco sulle sorti qualificazione dei bianconeri. La sfida con il Valencia del prossimo turno ci dirà molto sulle capacità di reazione della Juventus.

La cronaca del match

La Juventus si presenta allo Stadium con due risultati su tre per passare il turno e con qualche assenza: non convocati Bernardeschi e Douglas Costa, Cancelo in panchina. Gioca De Sciglio e torna Khedira. Nello United Alexis Sanchez prende il posto di Lukaku. I Red Devils partono con un buon piglio, anche se Szczesny non corre pericoli degni di nota. Il primo squillo del match è di Bentancur, ma il tiro dell’uruguaiano viene deviato in corner da Smalling. La Juventus si accende a tratti e quando lo fa lo United soffre. Gli inserimenti di Bentancur e Khedira, la spinta di Cuadrado e la sapiente regia di Ronaldo sono i principali ingredienti dell’azione offensiva bianconera. Passata la mezz’ora la squadra di Allegri crea le sue migliori occasioni. Prima De Gea è decisivo nel parare a una mano il cross deviato di Cuadrado, poi Khedira centra il palo su suggerimento di Ronaldo. Lo United resiste e guadagna gli spogliatoi con la porta immacolata.

Ronaldo

Ronaldo Getty Images

Lo slalom con destro a giro di Martial a inizio ripresa fa pensare a uno United più convinto, ma il forcing dei Red Devils si spegne subito. Dybala è finalmente pericoloso con un sinistro a giro dei suoi, ma la traversa respinge i sogni di gloria della Joya. La Juventus alza il pressing e al minuto 68 passa. Bonucci alza la testa e fa partire un lancio magistrale, trovando Cristiano Ronaldo dall'altra parte dell'arcobaleno. Il portoghese non ci pensa due volte e al volo fa partire un destro devastante che si infila sotto la traversa. Una perla delle sue, una magia da fuoriclasse. Il Manchester è tramortito e la Juventus continua a spingere. Ma non passa. Due volte Pjanic e due Cuadrado, sciagurato nel calciare alto da pochi passi, mantengono in vita lo United. Mourinho manda in campo Mata e Fellaini per raddrizzare il match e ci riesce. Lo spagnolo è perfetto nella punizione dal limite che vale il pareggio. E allo scadere dei regolamentari la beffa si materializza impietosa per la Juventus. Punizione dalla trequarti battuta da Young, Bonucci e Alex Sandro non riescono a rinviare e il brasiliano infila la sua porta. Lo Stadium è ammutolito, incredulo per quel che è successo. I bianconeri si tuffano in avanti con la forza della disperazione. Il tiro di Bonucci è l'ultima preghiera che si spegne sul fondo. La Champions questa volta è amara per la Juventus.

La statistica

3 - Questa è solo la terza volta che la Juventus perde una partita casalinga di Champions dopo essersi portata in vantaggio. Le altre sono nel 1999, sempre con lo United, e nel 2009 contro il Bayern Monaco.

Il tweet

Il migliore

Cristiano RONALDO - La serata trionfale del portoghese era già impacchettata prima del clamoroso finale. Un gol strepitoso, di una difficoltà unica e su cui resterà la macchia della sconfitta. Nel primo tempo è il regista offensivo della squadra, nel secondo, a parte il gol, si trasforma in uomo assist. E non è colpa sua se i compagni non concretizzano.

Il peggiore

Juan CUADRADO - Il colombiano non disputa una brutta gara nel complesso, ma è decisivo in negativo con le due occasioni colossali divorate sull'1-0. Avesse fatto centro staremmo parlando di una Juventus qualificata da prima nel girone con due giornate di anticipo.

Il tabellino

Juventus-Manchester United 1-2

Juventus (4-3-3): Szczesny; De Sciglio (84’ Barzagli), Bonucci, Chiellini, Alex Sandro; Khedira (61’ Matuidi), Pjanic, Bentancur; Cuadrado (90+2 Mandzukic), Dybala, Ronaldo. All. Allegri.

Manchester United (4-3-3): De Gea; Young, Smalling, Lindelof, Shaw; Herrera (79’ Mata), Matic, Pogba; Lingard (69’ Rashford), Sanchez (79’ Fellaini), Martial. All. Mourinho.

Marcatori: 65’ Ronaldo, 86’ Mata, 90' Alex Sandro (A)

Ammoniti: Matic, Alex Sandro, Herrera, Dybala, Martial

Video - "Decibel" Bellini, lo speaker del Napoli che fa urlare tutto il San Paolo

01:24
0
0