Getty Images

L'Inter sbanca anche Eindhoven in rimonta: Nainggolan-Icardi, 2-1 al PSV

L'Inter sbanca anche Eindhoven in rimonta: Nainggolan-Icardi, 2-1 al PSV

Il 03/10/2018 alle 22:52Aggiornato Il 03/10/2018 alle 23:26

Importantissimo successo esterno dei nerazzurri, che rimangono a punteggio pieno nel girone: gli olandesi passano per primi con Rosario, ma l'ex romanista e l'argentino regalano altri 3 punti a Spalletti. E nel finale Handanovic è decisivo con una parata strepitosa su Malen.

Un'altra rimonta vincente, un altro successo vitale. Come contro il Tottenham, l'Inter va sotto e poi termina la gara con i 3 punti in tasca, dimostrando di essere sempre meno un'accozzaglia di nomi illustri e sempre più squadra. Il 2-1 che gli uomini di Spalletti conquistano ad Eindhoven ha una valenza doppia, perché significa primo posto nel girone a punteggio pieno e perché - complice il colpo esterno del Barcellona sul campo del Tottenham - scava un discreto solco tra le prime e le ultime due. Non siamo che alla seconda giornata, ma la classifica fa uno splendido effetto. Analizzando il match del Philips Stadion viene alla luce un'Inter autoritaria, decisa a comandare anche in terra straniera, trascinata da Nainggolan e Icardi e salvata nel finale da un Handanovic in versione gatto. Benissimo Maurito e il Ninja, bene Politano, ottimi i due centrali difensivi. Un'iniezione di fiducia totale per il prosieguo del campionato, ma soprattutto del girone: alle porte c'è il doppio scontro diretto col Barça, ma è una sfida d'alta quota che dopo le prime due giornate non crea più così tanta ansia.

La cronaca della partita

La prima chance è per Bergwijn, che da ottima posizione sparacchia alle stelle. Poi l'Inter prende il comando delle operazioni, pur faticando a trovare spazi in cui imbucarsi. Rosario chiama Handanovic alla parata e Vecino sfiora la traversa all'ingresso dell'area. Al 27', lo stesso centrocampista di casa trova il vantaggio: destro da fuori, Handanovic immobile e la palla va a morire sotto il suo incrocio. L'1-0 scuote l'Inter, che crea una serie quasi infinita di palle gol: è soprattutto Icardi a provarci, ma un primo colpo di testa sfiora il palo e un secondo chiama Zoet al miracolo. La rete dell'1-1, dopo che Handanovic è stato ammonito per un avventato tocco di mano fuori area, arriva così da Nainggolan a pochi secondi dal 45': azione confusa nata da una respinta imperfetta di Zoet su Asamoah e botta imparabile dal limite del Ninja, al suo secondo centro in nerazzurro.

Radja Naiggolan, Pablo Rosario, PSV-Inter, Champions League, Getty Images

Radja Naiggolan, Pablo Rosario, PSV-Inter, Champions League, Getty ImagesGetty Images

Ripresa e PSV vicinissimo al secondo vantaggio: errore difensivo dell'Inter e palo pieno colpito da Pereiro con Handanovic ancora immobile. Al quarto d'ora, però, ecco il 2-1 nerazzurro: Zoet e Schwaab si scontrano comicamente in area, Icardi ne approfitta e a porta vuota non fallisce l'occasione. Il portiere di casa si riscatta su un colpo di testa dello stesso argentino, scatenato, negandogli la doppietta. L'Inter non riesce a chiudere la gara e il PSV, pur ferito quasi mortalmente, rischia di riaprirla: con Viergever, che dimostra di essere un difensore sparacchiando alto da pochi metri, ma soprattutto col neo entrato Malen, la cui stupenda rovesciata viene neutralizzata da un intervento felino di Handanovic. Una parata da 3 punti, che tiene l'Inter in vetta.

La statistica chiave

Icardi scatenato: ben 9 le sue conclusioni. Solo una volta, contro l'Empoli nel 2014/15, l'argentino ne aveva tentate di più.

Il tweet

Il migliore in campo

Icardi. Di nuovo grande protagonista, come contro il Tottenham. Stavolta segna un gol "normale", ma è uno spauracchio continuo per i centrali avversari. Ottimo nelle sponde, si crea tante palle gol e la più importante la trasforma. Imprescindibile.

Il peggiore in campo

De Jong. Armadio a due ante che può far male solo di testa. Ma dopo aver liberato Bergwijn al tiro viene stretto in una morsa da de Vrij e Skriniar. Ed è notte fonda.

La dichiarazione

Luciano Spalletti: "Abbiamo giocato abbastanza bene. Bravi tutti, anche se qualche pallone potevamo giocarlo meglio invece di passarlo all'indietro. Dobbiamo ancora migliorare nella gestione del vantaggio".

Il tabellino

PSV (4-3-3): Zoet; Dumfries, Schwaab, Viergever, Angeliño; Rosario, Hendrix, Pereiro (75' Malen); Bergwijn, de Jong, Lozano. All. van Bommel

Inter (4-2-3-1): Handanovic; D'Ambrosio, de Vrij, Skriniar, Asamoah; Vecino, Brozovic; Politano (91' Candreva), Nainggolan (86' Borja Valero), Perisic; Icardi. All. Spalletti

Arbitro: Milorad Mazic (Serbia)

Gol: 27' Rosario (P), 44' Nainggolan (I), 60' icardi (I)

Note: ammonito Handanovic, D'Ambrosio, Asamoah

Video - Champions League, la griglia: Juventus in pole davanti a Manchester City e Real Madrid

01:44
0
0