Eurosport

La suggestione: Ronaldo vs Messi, 10 anni dopo. La rivincita in finale?

La suggestione: Ronaldo vs Messi, 10 anni dopo. La rivincita in finale?

Il 15/03/2019 alle 18:31Aggiornato Il 15/03/2019 alle 18:32

A 10 anni di distanza dal loro primo - e unico - incrocio in finale di Champions League, l'urna di Nyon apre nuovamente alla suggestione. Un incrocio nella partita secca più importante di tutte sfiorato più volte in questi anni, ma sempre mancato: dal 2012 passando per il 2013 fino al 2015. L'unico precedente resta quello di Roma 2009, vinto da Messi. Che sia l'anno buono? Gli ostacoli non mancano

L’unico precedente, infatti, è di una vita fa. Lo Stadio Olimpico di Roma il teatro del primo incrocio tra due talenti che sì avevano iniziato a incantare l’Europa, ma che nessuno avrebbe pronosticato in fondo come ancora dominati – e con questi numeri – una decade dopo. Quello era l’inizio di Messi – che con quella finale si prendeva per la prima volta le copertine internazionali col Barcellona – e da un certo punto di vista anche quello di Ronaldo, che devastante aveva già iniziato ad esserlo un anno prima nel trionfo di Mosca dei suoi Red Devils, ma che negli anni successivi al Real Madrid avrebbe riscritto ogni record del club più prestigioso al mondo.

Video - Le cose che sono successe dall'ultimo Pallone d'Oro non vinto da Messi o Ronaldo

01:19

Barcellona-Real Madrid, Messi-Ronaldo: un solo incrocio in Champions

Una finale sperata, voluta, ma poi per qualche ragione sempre sfumata. Da lì in poi infatti, nel culmine dei loro anni, Ronaldo e Messi si sono sempre sfiorati nell’appuntamento principe. Attesi, ma mai incrociati sul palcoscenico più importante, sulla partita secca in grado di decidere tutto.

Messi vs Ronaldo in Champions League: unico precedente con Real e Barcellona nella semifinale 2011. Passerà il Barca, poi campione d'Europa a Wembley

Messi vs Ronaldo in Champions League: unico precedente con Real e Barcellona nella semifinale 2011. Passerà il Barca, poi campione d'Europa a WembleyPanoramic

Certo, non sono certo mancati gli incroci suggestivi, come la semifinale di Champions del 2011, vinta da quello che probabilmente è stato il miglior Barcellona di Guardiola contro il più arcigno Real Madrid di sempre. Ma al di là di quello – e degli infiniti incroci dentro le mura domestiche delle competizioni spagnole – null’altro.

Chelsea, Bayern Monaco, Borussia Dortmund e Juventus: le guastafeste

E non che di chance non ce ne siano state. Anzi, potenzialmente ne avrebbero avute parecchie. Ma tra meriti altrui e guastafeste, il Messi vs Ronaldo in finale di Champions League si è sempre configurato come una chimera.

Nel 2012, ad esempio, la finale sfumò per entrambi. E contro pronostico. Il Bayern Monaco elimina il Real Madrid spinto dal sogno di un trionfo tra le mura amiche; così come il Chelsea di Roberto Di Matteo beffa clamorosamente prima il Barcellona di Messi e poi lo stesso Bayern, scrivendo uno dei finali meno pronosticabili della storia recente.

In egual maniera la stagione 2013. Un’urna ancora benevola contrappose le due rivali spagnole a Bayern Monaco e Borussia Dortmund. La squadra all’epoca di Klopp firmò l’impresa contro Ronaldo&co guidata da un super Lewandowski; mentre il primo Barca post-Guardiola fu annichilito dall’armata del Bayern Monaco di Jupp Heynckes, in grado poi di prendersi la rivincita col destino beffardo dell’anno precedente e siglare il Triplete contro i connazionali del BVB.

E poi ancora il 2015, quando a negare a Ronaldo la finale con Messi fu proprio la prima Juve di Massimiliano Allegri, che contro ogni pronostico arrivò fino alla finale di Berlino, arrendendosi poi al tridente da favola Messi-Suarez-Neymar.

Ronaldo e Chiellini in Juventus Real Madrid semi di Champions League 2015. Bianconeri che andranno in finale impedendo a Ronaldo incrocio con Messi

Ronaldo e Chiellini in Juventus Real Madrid semi di Champions League 2015. Bianconeri che andranno in finale impedendo a Ronaldo incrocio con MessiLaPresse

Anno buono? Da Guardiola a Solskjær, le minacce non mancano

Che possa essere l’anno buono quest’anno? L’urna ha iscritto i due fenomeni del calcio mondiale dai due lati opposti, ma per arrivare a sfidarsi la strada è tutt’altro che semplice. Se Ronaldo, con la sua Juventus, ha un quarto di finale tutt’altro che impossibile; per raggiungere di nuovo Madrid CR7 dovrebbe poi passare in semifinale – Tottenham permettendo – contro colui che Messi lo ha lanciato: Pep Guardiola e il suo Manchester City da record.

Lionel Messi e Pep Guardiola ai tempi del Barcellona. Un giovane Messi che fu lanciato dal catalano

Lionel Messi e Pep Guardiola ai tempi del Barcellona. Un giovane Messi che fu lanciato dal catalanoLe Buzz

Egual discorso è valido per Leo Messi, che già dai quarti dovrà sudare non poco. A Barcellona ritorna infatti quell’Ole Gunnar Solskjær capace di scrivere una delle pagine più incredibili della Champions League, rimontando in 3 minuti di recupero il Bayern Monaco nella finale del Camp Nou 1999. Chissà se il destino sarà ancora dolce per il norvegese, che dopo l’impresa di Parigi contro il PSG sarà per Messi certamente un ostacolo parecchio ingombrate. Una volta superato quello, poi, sarebbe Porto o Liverpool.

Ole Gunnar Solskjaer segna al 93° il gol del 2-1 nella finale di Champions League 1999 vinta dal Manchester United sul Bayern Monaco per 2-1 in rimonta

Ole Gunnar Solskjaer segna al 93° il gol del 2-1 nella finale di Champions League 1999 vinta dal Manchester United sul Bayern Monaco per 2-1 in rimontaPA Sport

Un claim che si scrive da solo

Insomma, anche considerando i ‘guastafeste’ che nel corso degli anni hanno sempre rovinato la ‘festa’, è senza dubbio presto per parlare di una finale Messi-Ronaldo. La suggestione però resta lì, in un sogno che tra sponsor, televisioni e tifosi neutrali, sarebbe lo spot nello spot dell’evento calcistico per club più importante al mondo: Messi contro Ronaldo. 10 anni dopo. La rivincita.

Persino il claim pare già scritto.

Video - Tutti i numeri di Cristiano Ronaldo, il Re della Champions, la bestia nera dell'Atletico

01:10
0
0