Getty Images

Dal talismano Ronaldo alla kryptonite Porto: le 6 storie degli ottavi di finale di Champions League

Dal talismano Ronaldo alla kryptonite Porto: le 6 storie degli ottavi di finale

Il 17/12/2018 alle 19:05Aggiornato Il 17/12/2018 alle 23:44

Dal talismano Ronaldo, bestia nera dell'Atletico Madrid, al Porto avversario storicamente indigesto per la Roma: le 6 storie più significative degli ottavi di finale di Champions League.

L’urna di Nyon ha emesso i suoi verdetti. Gli accoppiamenti sono sempre forieri di precedenti, tradizione e ritorni di personaggi illustri. Abbiamo scelto sei storie da raccontare in attesa degli ottavi di finale di Champions League.

Juventus, è Cristiano Ronaldo l'anti-Atletico

La Juventus non è stata fortunata pescando una formazione con cui è favorevole il bilancio nelle compezione europee - quattro vittorie per i bianconeri, un pareggio e due successi spagnoli – ma sfavorevole quello in Champions League: nel 2014/15 arrivò una sconfitta per 1-0 (gol di Arda Turan) e un pareggio per 0-0. I colchoneros dell’ex nerazzurro Simeone sono clienti ostici e nelle ultime quattro occasioni in cui sono arrivati agli ottavi, hanno sempre passato il turno.

Come fare dunque a sbarazzarsi della squadra che spera di arrivare fino in fondo per giocare la finale in casa? Anche qui i numeri ci danno una mano perché Cristiano Ronaldo ha segnato 22 gol contro l’Atletico Madrid: solo contro Getafe (23) e Siviglia (27) ne ha realizzati di più. In particolare il portoghese vanta quattro gol in sei partite di Champions League contro l'Atlético (4 vittorie, 1 pareggio e 1 sconfitta) con la maglia del Real Madrid, inclusa una tripletta nelle semifinali 2016/17. Anche nel 2014 CR7 sigillò il derby di Madrid in finale a Lisbona. Mandzukic - 12 gol in 28 presenze all’Atleti – farà valere la legge dell’ex?

Roma, attenta alla bestia nera Porto

Chi sorride sulla carta è la Roma, ma attenzione perché la tradizione racconta ben altro. La Roma, infatti, non ha vinto nessuna delle quattro partite contro il Porto in competizioni europee: due pareggi e due sconfitte il bilancio contro i portoghesi con un solo gol fatto e sei subiti. In entrambi gli incroci con i portoghesi i giallorossi sono stati eliminati: ottavi di finale nella Coppa delle Coppe 1981/82 e qualificazioni alla Champions League 2016/17 con uno 0-3 infuocato all’Olimpico. Nelle fila del Porto figura anche Iker Casillas, il giocatore più presente nella storia della Champions League (173 partite): nell’ultima partita contro il Galatasaray è diventato il secondo giocatore (dopo Cristiano Ronaldo) a raggiungere le 100 vittorie nella competizione.

INCONTRI NELLE COPPE EUROPEE 4
VITTORIE ROMA 0
PAREGGI 2
SCONFITTE ROMA 2
ULTIMO PRECEDENTE 23/08/2016 – Roma-Porto 0-3

Liverpool-Bayern Monaco: da Kovac a Klopp, chi avrà la sua rivincita?

L'ultimo incontro tra Bayern e Liverpool risale alla Supercoppa Europea del 2001 a Montecarlo. La squadra inglese, che si era qualificata come vincitrice della Coppa UEFA, batté 3-2 i campioni d'Europa allo stadio Louis II con una fondamentale rete di Owen per una tappa che contribuì al Pallone d’Oro dell’inglese. Curiosamente in quella partita giocò anche Niko Kovac che subentrò al 66’. L’attuale allenatore dei bavaresi spera dunque nella rivincita, ma il Liverpool è imbattuto nelle ultime otto gare contro club tedeschi (sei vittorie, due pareggi).

Liverpool-Bayern Monaco - Champions League 2018-2019

Liverpool-Bayern Monaco - Champions League 2018-2019Imago

I Reds non hanno mai perso contro squadre della Bundesliga ad Anfield (12 vittorie e tre pareggi). Inoltre, gli inglesi s’imposero anche nel doppio confronto dell’edizione 1980-81 grazie alla rete segnata in trasferta (0-0, 1-1) in semifinale. Il Liverpool trionfò quindi in finale sollevando il trofeo per la terza volta. Il Bayern Monaco dovrà prestare attenzione, ma dall’altra parte Klopp desidera a sua volta una vendetta: nel 2013 perse la finale alla guida del Borussia Dortmund.

" Il viaggio non è troppo lungo e noi conosciamo più il calcio tedesco che quelli degli altri campionati. Ovviamente loro non avranno pensato 'Grazie a Dio ci è toccato il Liverpool' e allo stesso modo noi non abbiamo pensato 'Grazie a Dio ci è toccato il Bayern' (Klopp)"

La magia di Messi contro il Lione

Il Lione sembra avere ben poche chance contro il Barcellona non avendo mai battuto i catalani nelle competizioni UEFA. Un fardello non da poco, unito al gap a livello tecnico e ai brutti ricordi legati a Leo Messi. Questa rete memorabile è rimasta nella storia della Champions League: la Pulce fece venir giù il Camp Nou.

Manchester United-PSG: sfida inedita, riecco Di Maria

Sfida inedita tra queste due squadre e bisogna pertanto guardare numeri più generici. Il Manchester United ha perso solo due delle sue 26 partite contro squadre francesi (14 vittorie, 10 pareggi). Il PSG ha vinto solo cinque delle sue 15 gare con squadre di Premier League (quattro pareggi, sei sconfitte). Di Maria tornerà a Old Trafford dopo essere passato nelle fila dei parigini nel 2015 mentre Paul Pogba non giocherà da ex, ma nei sobborghi di Parigi il Polpo è nato e cresciuto.

Ángel di María (Manchester United)

Ángel di María (Manchester United)Eurosport

Ajax-Real Madrid: in campo la storia

Confronto ricco di fascino tra chi ha sollevato il trofeo rispettivamente quattro e 13 volte. Il talento dei ragazzini terribili riuscirà a sorprendere i campioni in carica, ormai focalizzati su questa competizione viste le difficoltà in campionato? Van der Sar ha un dolce ricordo, uno 0-2 al Santiago Bernabeu del novembre 1994: l'Ajax è stata la prima squadra ad espugnare il Bernabeu con il nuovo formato della Champions League.

Video - Da Alisson a Lewandowski, la Top 11 dei gironi di Champions League

01:43
0
0