Getty Images

Le pagelle di Barcellona-Lione 5-1: Messi un alieno, Arthur "architetto"; disastro Denayer

Le pagelle di Barcellona-Lione 5-1: Messi un alieno, Arthur "architetto"; disastro Denayer

Il 13/03/2019 alle 23:53Aggiornato Il 14/03/2019 alle 00:06

Diamo i voti al match del Camp Nou: non ci sono più parole per definire la Pulce. Due gol, due assist e il potere di chiudere la partita quando e come vuole. Il giovane centrocampista brasiiano azzecca il 98,6% dei passaggi, mentre il terzetto difensivo transalpino è un vero incubo.

=== Barcellona ===

Marc-André TER STEGEN 6: incolpevole sul gol, subito da posizione ravvicinata. Bada al sodo quando si tratta di allontanare un pericoloso tiro-cross di Mendy sul punteggio di 2-1.

Sergi ROBERTO 6,5: tantissima spinta lungo l'out di destra. SI conferma il vero "jolly" dell'organico di Valverde.

Dall'83' Nélson Semedo: sv.

Gerard PIQUE 7: ancora una volta, mette la sua firma nel tabellino alla voce "marcatori". E', come un vero e proprio attaccante aggiunto, micidiale in contropiede.

Clément LENGLET 6: discreta prova ma deve affinare il tempismo negli interventi, spesso giudicati fallosi.

Jordi ALBA 7: è lui a far partire il contrattacco con cui, in seguito, Messi manda a bersaglio Piqué. Nell'ombra, risulta come sempre un ingranaggio fondamentale nel meccanismo Barcellona.

Ivan RAKITIC 7: ci prova da fuori, dà fosforo alla metà campo blaugrana, aiuta Arthur nell'esprimersi al meglio. Pilastro.

Sergio BUSQUETS 7: prezioso non solo nel suo lavoro da mediano ma, anche, in fase di costruzione, in cui duetta ad occhi chiusi con Leo Messi.

ARTHUR 8: completa il 98,6% dei passaggi, azzeccandone 71 su 72. Un autentico architetto della zona nevralgica, il giovane brasiliano ex Grêmio.

Dal 74' Arturo Vidal 7: chiamato in causa quando Valverde ha bisogno di "muscoli" a metà campo, in un momento in cui il Lione stava prendendo coraggio. Al suo ingresso, la spinta transalpina si ritira immediatamente.

Lionel MESSI 9,5: due gol, due assist. Decide tutto lui, difficile trovare aggettivi per definirlo. Un alieno del calcio.

Gerard Pique of FC Barcelona, Clement Lenglet of FC Barcelona, Jordi Alba of FC Barcelona, Lionel Messi of FC Barcelona, Philippe Coutinho of FC Barcelona during the UEFA Champions League round of 16 match between FC Barcelona and Olympique Lyonnais at Ca

Gerard Pique of FC Barcelona, Clement Lenglet of FC Barcelona, Jordi Alba of FC Barcelona, Lionel Messi of FC Barcelona, Philippe Coutinho of FC Barcelona during the UEFA Champions League round of 16 match between FC Barcelona and Olympique Lyonnais at CaGetty Images

Philippe COUTINHO 7: un gol (a porta vuota) e una verve finalmente ritrovata nel tridente d'attacco blaugrana.

Dal 70' Ousmane Dembélé 7: meno di 20' per andare a segno in contropiede, esaltandosi grazie alla sua strepitosa rapidità.

Luis SUAREZ 7: gli manca, davvero, solo il gol. Incredibile come si prende gioco di Marcelo. Furbo nell'aprire il match, conquistandosi un calcio di rigore piuttosto dubbio (per usare un eufemismo).

Mister Ernesto VALVERDE 8: la mossa decisiva? Quella, di primo acchito, più impopolare: togliere dal mazzo uno dei migiori in cambo come Arthur e inserire il "pacchetto personalità" di Arturo Vidal, che spaventa un Lione ringalluzzito e copre le spalle a un Messi d'antan.

=== Lione ===

Anthony LOPES 7: compie almeno tre interventi decisivi, prima di farsi male al volto in un contrasto con Coutinho. Sfortunatissimo.

Dal 34' Mathieu Gorgelin 6,5: subisce tre reti ma ne salva altrettante. Tra i pali è molto reattivo.

Leo DUBOIS 4,5: Coutinho gli sfugge da ogni dove. Serata da dimenticare.

Jason DENAYER 4: totalmente inadeguato in difesa. Il suo intervento al 17' non era da calcio di rigore. Certamente è stato parecchio ingenuo, quasi da principiante.

Suárez cae en el área ante Denayer

Suárez cae en el área ante DenayerGetty Images

MARCELO 4,5: irriso da Suarez in tutte le salse. Si becca almeno un paio di tunnel...

MARÇAL 5: alterna interventi generosi (come il salvataggio sulla linea sul pallonetto di Messi al 48') a svarioni colossali.

Ferland MENDY 6: parte in sordina ma nel secondo tempo è pericoloso. Specie con un tiro-cross dalla sinistra che, per poco, non beffa ter Stegen. E pure sul 2-1...

Dal 77' Maxwell Cornet 5,5: non appena entra, si scatena la furia Messi. Non riesce a entrare in partita per ovvie ragioni.

Lucas TOUSART 6,5: bravissimo sull'azione insistita che ha portato al gol del Lione. Il suo gol ha dato interesse alla partita e alla qualificazione per 15' buoni.

Nabil FEKIR 5,5: un fantasma nel primo tempo, gioca una ventina di minuti a buoni livelli dopo la rete di Tousart. Ma non può essere sufficiente.

Tanguy NDOMBELE 7: inseguito da mezza Europa. Chi lo compra farà un affare sicuramente: non si calcolano le verticalizzazioni e i palloni recuperati a metà campo.

Moussa DEMBELE 5: qualche sportellata, là davanti, ma poco altro, a livello di contenuti decnici.

Memphis DEPAY 4,5: abulico là davanti. Avrebbe dovuto dare molto di più, anche e soprattutto sotto l'aspetto caratteriale.

Dal 73' Bertrand Traoré 5,5: qualche buon movimento quando, tuttavia, la difesa blaugrana si stava riorganizzando.

Mister Bruno GENESIO 4,5: il talentino di metà campo Aouar in panchina, un terzetto difensivo imbarazzante. Col Barcellona è sempre difficile, certamente avrebbe potuto giocarsela molto meglio.

Video - Top 5: Griezmann, Lewandowski, Neymar, Quaresma, Messi, chi fa il gol più bello da dietro la porta?

01:18
0
0