Getty Images

Le pagelle di Bayern Monaco-Liverpool 1-3: super Van Dijk, a Salah manca solo il gol. Bocciato Neuer

Le pagelle di Bayern Monaco-Liverpool 1-3: super Van Dijk, a Salah manca solo il gol. Bocciato Neuer

Il 13/03/2019 alle 23:46Aggiornato Il 14/03/2019 alle 00:10

Diamo uno sguardo ai migliori e ai peggiori in campo del match dell'Allianz Arena. Mané devastante proprio nella partita più delicata della stagione, Salah fa impazzire la difesa bavarese e firma un assist da favola. Nel Bayern il più brillante è senza dubbio Gnabry, deludono Ribery, Rafinha e James Rodriguez.

BAYERN MONACO

Manuel NEUER 5 - Incomprensibile la sua uscita in occasione dello 0-1. Probabilmente intenzionato a dare una mano a Rafinha, lascia la porta sguarnita e Mané non perdona. Si riscatta con un paio di buone parate su Robertson e Salah, ma quell'errore risulta decisivo nell'economia della gara.

RAFINHA 5 - Il primo ad affondare nella retroguardia bavarese. Si fa prendere d'infilata da Mané e spiana la strada all'attaccante senegalese. Condizionato dallo svarione, colleziona una serie di imprecisioni e incertezze per tutto il resto della gara.

Niklas SULE 6 - In leggero ritardo nell'azione del primo gol di Mané, anche se non è il principale responsabile. Di fatto non commette altri errori, anzi risulta decisivo in un paio di recuperi (uno su Salah in particolare nella ripresa) che rimandano la capitolazione del Bayern.

Mats HUMMELS 5,5 - Buon primo tempo in cui - causa pressing asfissiante del tridente del Liverpool - è costretto spesso a ricorrere al lancio lungo a cercare Lewandowski. Nella ripresa va in sofferenza e si fa scavalcare dal pallone in occasione del 3-1 di Mané.

David ALABA 5,5 - Dalla sua parte Alexander-Arnold gli fa trascorrere una brutta serata. Anche in fase offensiva non riesce a proporsi come suo solito.

Javi MARTINEZ 5,5 - Primo tempo molto positivo: lotta su ogni pallone e fa filtro davanti alla difesa bloccando i rifornimenti per il tridente del Liverpool. Cala vistosamente nella seconda parte di gara e si fa sovrastare da Van Dijk in occasione del 2-1 Liverpool.

dal 72' Leon GORETZKA s.v. - Esce quando ormai la partita ha poco da dire, non giudicabile.

Thiago ALCANTARA 5,5 - Gioca a ritmi ridotti e non riesce a dettare il giusto ritmo alla squadra anche perché Fabinho e Wijnaldum si avventano come falchi su qualsiasi pallone vagante in mezzo al campo.

James RODRIGUEZ 5 - Dovrebbe orchestrare la manovra offensiva del Bayern ma non si vede mai. Di lui non si ricorda uno spunto degno di nota, Kovac lo toglie a una decina di minuti dal 90' a discorso qualificazione ormai chiuso.

dal 79' Renato SANCHES 5,5 - Gioca poco più dieci minuti trovando anche il modo di farsi ammonire per un duro intervento su Wijnaldum.

Serge GNABRY 6,5 - Senza ombra di dubbio il migliore del Bayern. Sulla destra mette in grande difficoltà Robertson ed è lui a propiziare l'autorete di Matip con un traversone teso a centro area.

Robert LEWANDOWSKI 5 - Deludente. Si muove molto, viene a cercare il pallone fin sulla linea di metà campo ma non incide negli ultimi 16 metri. Colpito duro a ripetizione nella ripresa, perde smalto e lucidità col passare dei minuti.

Franck RIBERY 5 - La cosa migliore la fa pochi istanti prima di uscire: un pallone in verticale per lo scatto di Gnabry. Per il resto - fatta eccezione per i primissimi minuti disputati con un buon piglio - è praticamente nullo.

dal 61' Kingsley COMAN 6 - Un po' meglio rispetto a Ribery, prova a dare la scossa con qualche affondo sulla sinistra ma non trova la collaborazione dei compagni d'attacco.

All.: Niko KOVAC 5 - Il Bayern si era presentato a questa sfida nel suo miglior momento, ma in campo si vede solo il Liverpool. Il giro palla è lento, i lanci lunghi a cercare Lewandowski sono un'arma che i Reds disinnescano facilmente. Da dimenticare l'approccio nei primi minuti della ripresa quando è il Liverpool, che potrebbe accontentarsi anche dell'1-1, a cercare con più insistenza la via della rete. Erano 8 anni che i bavaresi non uscivano così presto dalla Champions e un po' di responsabilità ce l'ha anche lui.

Franck Ribery e Trent Alexander-Arnold - Bayern Monaco-Liverpool Champions League 2018-19

Franck Ribery e Trent Alexander-Arnold - Bayern Monaco-Liverpool Champions League 2018-19Getty Images

LIVERPOOL

Alisson BECKER 6 - Serata tutto sommato tranquilla. Non deve effettuare interventi di rilievo e viene trafitto solo da Matip con una deviazione ravvicinata sulla quale non può fare nulla.

Trent ALEXANDER-ARNOLD 7 - Ottima prova. Terzino destro solo apparentemente perché, oltre a tenere a bada Ribery e Alaba, si spinge spesso in avanti creando superiorità numerica e mandando in tilt i meccanismi difensivi del Bayern.

Joel MATIP 5 - La goffa autorete è l'azione che meglio di tutte simboleggia la sua prestazione. Approssimativo nelle chiusure, ruvido negli interventi e in costante affanno.

Virgil VAN DIJK 7,5 - Un gigante insuperabile al centro della difesa. E determinante. Dal suo piede parte l'azione del gol di Mané, poi al 69' decide di fare tutto da solo trafiggendo Neuer con un'incornata imperiosa che vale la qualificazione ai quarti. Giocatore straordinario che all'andata era mancato moltissimo anche in termini di personalità.

Andy ROBERTSON 5,5 - In fase offensiva non si può rimproverargli nulla. Impegna Neuer con un gran sinistro e cerca spesso il fondo. Decisamente rivedibile, però, quando si tratta di difendere: dalla sua parte Gnabry lo manda spesso a vuoto. Si fa ammonire e salterà per squalifica il quarto di finale di andata.

James MILNER 6,5 - Prestazione di grande sostanza, a centrocampo è davvero un valore aggiunto per i Reds. Firma anche l'assist da corner per il gol di Van Dijk.

dall'87' Adam LALLANA s.v. - In campo a partita ormai finita. Ingiudicabile.

Jordan HENDERSON s.v. - Si fa male subito ed è costretto a lasciare il campo dopo 13 minuti, ingiudicabile.

dal 13' FABINHO 6,5 - Gioca da mezz'ala ed entra subito in partita mettendosi in mostra con qualche apertura interessante e soprattutto con diverse chiusure provvidenziali. Giocatore eclettico che farebbe la fortuna di tanti allenatori.

Georginio WIJNALDUM 6,5 - Sbuca da ogni parte. Utile sia a rompere il gioco altrui che a far ripartire l'azione con i suoi inserimenti. A livello tattico è fondamentale per gli equilibri del Liverpool.

Mohamed SALAH 7 - Gli manca solo il gol. Dialoga magnificamente con Firmino, sfoggia un paio di giocate d'alta scuola e nella ripresa si prende sulle spalle la squadra. Confeziona un assist da favola per il gol del 3-1 di Mané.

Roberto FIRMINO 6,5 - Parte male perdendo un pallone sanguinoso in ripiegamento che rischia di costare carissimo ai Reds. Poi cresce a dismisura col passare dei minuti e non fa mai giocate banali.

dall'83' Divock ORIGI 6 - Solo pochi minuti per lui, ma ha il merito di avviare l'azione del 3-1 con un'apertura intelligente.

Sadio MANÈ 8 - Doppietta straordinaria. Apre le marcature con un pallonetto morbido di sinistro per nulla facile, raddoppia con un'incornata che non lascia scampo a Neuer. Serata memorabile per il senegalese che torna devastante in Champions proprio nella partita più delicata della stagione.

All.: Jurgen KLOPP 7 - Quando il suo Liverpool riparte in campo aperto è uno spettacolo. All'andata ad Anfield i Reds avevano giocato col freno a mano tirato. Stavolta - fatta eccezione per un breve appannamento a inizio ripresa - giocano con sicurezza e spavalderia su un campo difficilissimo meritando la qualificazione. Sbaglia solo a puntare su Matip, ma il risultato alla fine gli dà ragione.

Video - Il ct dell'Egitto: "Salah dovrebbe lasciare il Liverpool", la risposta di Klopp è tutta un programma

01:07
0
0