Getty Images

Nedved: "Abbiamo preso la seconda più forte. Marotta? Esistono due tipi di dirigenti..."

Nedved: "Abbiamo preso la seconda più forte. Marotta? Esistono due tipi di dirigenti..."
Di Eurosport

Il 17/12/2018 alle 12:47Aggiornato Il 17/12/2018 alle 13:13

Il dirigente della Juventus commenta l'esito dell'urna che ha visto i bianconeri abbinati all'Atletico Madrid agli ottavi di finale. Non manca un'altra frecciatina all'ex Marotta.

Pavel Nedved, vice presidente della Juventus, ha parlato a Sky Sport dopo il sorteggio che ha visto i bianconeri abbinati all'Atletico Madrid:

" A Madrid con mesi d'anticipo? Assolutamente, per le prove. Oggi è la dimostrazione che agli ottavi l'importante è arrivarci, non importa come se primi o secondi. E infatti oggi abbiamo preso la più forte"

Finale

" E' ancora lontana, serve anche un po' di fortuna dagli ottavi. E non la abbiamo avuta, ma abbiamo una squadra molto forte e vogliamo arrivare in fondo"

Video - Da Alisson a Lewandowski, la Top 11 dei gironi di Champions League

01:43

Italia

" Poco allenante? La dimostrazione dell'Italia è l'Europa, è abbastanza allenante e lo stiamo dimostrando. Ronaldo? E' l'uomo della Champions League, per gol e vittorie. Ma non ci affideremo solo a lui"

Video - Allegri: "Ronaldo meritava il Pallone d'Oro, lo vincerà l'anno prossimo con la Juventus"

02:08

Atletico

" Sono molto difficili da affrontare. Sono equilibrati, giocano bassi in difesa e sanno però farti anche male in avanti con Griezmann. Prevedo una doppia sfida difficile"

Video - Conte: "La Juve ha tutto per vincere la Champions, complimenti ad Allegri"

01:35

Passi falsi

" Young Boys e United? Assolutamente non ci piace perdere, avevamo prestabilito di passare il turno da primi e ci siamo riusciti. Quindi non ci sono critiche da fare ad Allegri e alla squadra. Stanno facendo un bel percorso, ogni tanto perdere contro le squadre forti ci può stare"

Video - Da Pirlo a Pogba, da Tevez a Can: i 10 migliori affari di Marotta alla Juventus

02:21

Marotta

" Non è stata una battuta, ma un'affermazione. La Juve c'è stata prima di Marotta e ci sarà anche dopo, così come prima e dopo Nedved. Io credo che ci siano due tipi di dirigenti: quelli che andrebbero a lavorare ovunque e sono professionisti e quelli che non lo farebbero mai"

Video - Marotta: "Spalletti lavori sereno, non sono il medico venuto a curare il malato"

00:42
0
0