Getty Images

Partite truccate in Champions? La UEFA apre un'inchiesta su PSG-Stella Rossa 6-1

Partite truccate in Champions? La UEFA apre un'inchiesta su PSG-Stella Rossa 6-1

Il 12/10/2018 alle 17:45

La vittoria del PSG sui serbi nella seconda giornata di Champions è stata messa sotto la lente d'ingrandimento della UEFA per possibili combine. Un dirigente dei serbi ha scommesso quasi 5 milioni di euro sulla sconfitta della sua squadra per 5 gol di scarto.

Terremoto in Champions League? L’edizione online dell’Equipe annuncia che la PNF (organismo internazionale che segue le possibile combine in macht di Champions Leauge) ha aperto un’inchiesta sulla vittoria del PSG sulla Stella Rossa di Belgrado per 6-1, nella seconda giornata della fase a gironi di Champions League. Una vittoria che suscita molti sospetti per un possibile caso di partite truccate.

PSG-Stella Rossia: un 6-1 senza storia

Una partita senza storia, dal primo all’ultimo minuto, con i parigini andati in vantaggio al 20’ con Neymar, in un primo tempo finito 4-0. Il match si è concluso con un netto 6-1 che ha favorito la formazione di Tuchel anche per quanto riguarda la differenza reti, che potrà essere decisiva in un girone composto anche da Napoli e Liverpool.

Marcatori: 20', 22' Neymar (P), 37' Cavani (P), 42' Di Maria (P), 70' Mbappé (P), 74' Marin (S), 81' Neymar (P)

Video - Mbappé, il nuovo fenomeno francese che ricalca le orme di Pelé

01:34

Il caso: un dirigente della Stella Rossa avrebbe scommesso quasi 5 milioni

Essere previdenti non è un male, pensare che la propria squadra possa perdere a Parigi non è un crimine. Seconda la UEFA, però, un dirigente della squadra serba avrebbe scommesso quasi 5 milioni di euro, ripetiamo, 5 milioni di euro, sulla sconfitta per 5 gol di scarto della Stella Rossa al Parc des Princes. Il 6-1 visto a Parigi è un risultato che è saltato agli occhi, tanto che la UEFA vuole vederci chiaro.

Il comunicato del PSG

" È con grande stupore ed indignazione che apprendiamo le notizie che ci vedono coinvolti in questi giorni. In nessun momento, un membro del club ha effettuato mansioni diverse da quelle che sono l’ogranizzazione del match, come gli incontri con dirigenti dei club avversari, visite e cene che fanno parte del protocollo di tutti gli incontri della UEFA Champions League. Il PSG si appella ad un principio fondamentale dello sport, ovvero l’integrità della competizione ed è per questo che rifiutatiamo ogni tipo di coinvolgimento in questo caso"

Video - Michael Jordan va a vedere il PSG e incontra Mbappé al Parco dei Principi

01:40
0
0