Getty Images

Momento della verità per Juve e Roma, il Real non vuole abdicare: le 5 domande agli ottavi di finale

Momento della verità per Juve e Roma, il Real non vuole abdicare: le 5 domande agli ottavi di finale

Il 05/02/2019 alle 19:32Aggiornato Il 05/02/2019 alle 19:45

Da Roma e Juventus al crocevia della stagione al Real Madrid che non vuole abdicare: le 5 domande da porre agli ottavi di finale di Champions che partiranno dal 12 febbraio con l'andata di United-PSG e Roma-Porto.

Dopo due mesi abbondanti di assenza finalmente torna la Champions League offrendoci un quadro di ottavi di finale esaltante, manna per gli appasionati di calcio di tutti gli angoli del globo. L'Italia è rappresentata dalla mina vagante Roma e dalla super potenza Juventus, il Real Madrid rimane la squadra da battere: Juventus-Atletico Madrid e Bayern Monaco-Liverpool gli accoppiamenti della morte, il Manchester United di Solskjaer incute molto più timore di quello di Mourinho: quali sono quesiti e tematiche principali degli ottavi di finale della massima competizione calcistica per club in Europa e al mondo? Si parte il 12 con i primi capitoli di United-PSG e Roma-Porto.

Porto-Roma: quali chance per i giallorossi?

La Roma ha pescato come meglio non avrebbe potuto, ma possiamo spingerci al punto di ritenerla favorita? Assolutamente no, considerando il cammino in Champions e i rispettivi momenti. I lusitani di mister Sérgio Conceição - dopo aver dominato il proprio girone di Champions regolando Schalke, Galatasaray e Lokomotiv Mosca - guidano il campionato portoghese ma sono feriti nell’orgoglio a causa della rocambolesca sconfitta nella finale della Taça de Liga contro lo Sporting Lisbona ai calci di rigore; quanto alla Roma, lo sappiamo, versa in un momento complicato. E poi ci sono i precedenti, entrambi infausti per i giallorossi: l’ottavo di finale di Coppa delle Coppe 1981/1982 e lo spareggio di Champions 2016: 1-1 al Do Dragao, 0-3 clamoroso patito in casa. Bisognerà ritrovare la magia delle notti di Coppe dei Campioni dello scorso anno e nutrire una sana voglia di rivalsa. Nota lieta in casa Roma: il bomber di Champions Moussa Marega (5 gol in 6 giornate) si è stirato la coscia sinistra e non sarà della doppia sfida.

Roma Porto 2016

Roma Porto 2016LaPresse

Video - Di Francesco: "L'esonero? Ho pensato a Vasco Rossi e sono andato avanti per la mia strada"

01:05

Juventus-Atletico: chi romperà l’equilibrio?

È l’ottavo più scintillante, sorta di finale anticipata tra due squadre ormai abituate ad arrivare sino in fondo alla Champions League per poi inciampare inesorabilmente sull’ultimo ostacolo per una ragione o per l’altra. Le squadre attraversano periodi simili entro i rispettivi confini, in lieve flessione rispetto a fasti di fine 2018. Ma se la Juve signoreggia la Serie A, l’Atletico insegue il Barcellona ed è oggettivamente sfavorito in questo super ottavo anche se a suo tempo il Cholo aveva già avuto modo di incartare tatticamente Allegri. L’indiziato numero uno per rompere l’equilibrio tra le due potenze è il fresco 34enne Cristiano Ronaldo, autore di 22 gol contro i colchoneros. Già, per la Vecchia Signora è tempo di incassare i dividendi del grande affare della scorsa estate e dell'ultima decade di calciomercato.

Possibile sopresa degli ottavi?

E se lo United di Solskjaer passasse da vittima sacrificale a possibile sorpresa della Champions League? Dopo l’avvento di baby faced assassin sulla panchina dei Red Devils la musica è cambiata radicalmente e il Manchester United ha inanellato una maxi striscia di 22 punti in 8 partite in Premier League: si presenta al confronto diretto con un PSG - orfano di Neymar e con diversi punti interrogativi a centrocampo - in condizioni fisiche ottimali, con motivazioni a mille e un Paul Pogba tornato ai livelli delle migliori recite in maglia bianconera. Una brutta gatta da pelare per il PSG di Tuchel: lo United avrà relativamente poco da perdere, diverse pressioni graveranno invece sul team parigino.

Video - Da Pirlo a Pogba, da Tevez a Can: i 10 migliori affari di Marotta alla Juventus

02:21

Quale l'ottavo più spettacolare?

Lione-Barcellona potrebbe regalare spettacolo e gol in quantità industriale: Barcellona ampiamente favorito, è pacifico, ma il Lione gioca un calcio votato all’attacco e trova la via della rete spesso e volentieri grazie a uomini offensivi del calibro di Fekir, Dembele, Traore e Depay; per contro concede diverse cose in fase difensiva per la felicità degli avanti blaugrana. Tra andata e ritorno ne vedremo delle belle, c’è pur sempre di mezzo quella macchina da gol chiamata Barcellona guidata dall’alieno Leo Messi che sfiderà per l'occasione un team interessante da seguire.

Moussa Dembele

Moussa Dembele Getty Images

Real Madrid: abdica o si conferma?

Occhio al sornione Real Madrid: dopo il cambio alla guida tecnica e i balbettii di inizio stagione i Merengues si sono ritrovati proprio in concomitanza con la riapertura della Champions League. Insomma, dalle parti della capitale spagnola non hanno alcuna intenzione di abdicare dopo essersi aggiudicati le ultime tre Coppe dalle grandi orecchie in grande stile: le ultime quattro vittorie in campionato sono lì a certificarlo, il Real di Solari, del Pallone d’Oro Modric e del ritrovato bomber Benzema rimane la squadra con cui fare i conti in Europa. Ajax avvisato...


Video - Allegri: "Cristiano Ronaldo non è garanzia di successo in Champions"

01:55
0
0