Getty Images

Van de Beek: "Gol al 34' non è una coincidenza, è per Nouri. Juve? Meritavamo di vincere 4-1"

Van de Beek: "Gol al 34' non è una coincidenza, è per Nouri. Juve? Meritavamo di vincere 4-1"

Il 17/04/2019 alle 17:10Aggiornato Il 17/04/2019 alle 18:02

Uno dei migliori della trasferta dello Stadium, dedica il gol a Nouri l'ex compagno di squadra che si è fermato nel 2017 a causa di un'aritmia cardiaca. Poi sul passaggio del turno: "Meritavamo di vincere 4-1 allo Stadium". De Jong rincara la dose: "E' stato più difficile eliminare il Real Madrid che la Juventus".

Van de Beek è stato il migliore del match dello Stadium. Suo il gol che ha portato al pareggio immediato dopo il vantaggio di Cristiano Ronaldo, ma oltre al suo guizzo c’è stato di più. Tanta corsa, tanto pressing e una partita pazzesca a mettere in difficoltà tutta la fase difensiva della Juventus. Il gol del pareggio è arrivato al minuto n° 34, il 34 lo stesso numero di maglia di Abdelhak Nouri, ex compagno di squadra di van de Beek e di tutti i grandi dell’Ajax. Per van de Beek non è una coincidenza...

" Ho guardato il tabellone, ho visto il numero 34 e ho subito pensato ‘non può essere una coincidenza’. Così è ancora più bello, è stato speciale"

Quale tra i fenomeni dell'Ajax vorresti nella tua squadra del cuore?

Sondaggio
68281 voti
Van de Beek
De Ligt
Ziyech
De Jong
Tadic
Neres
Ten Hag (allenatore)

Poi il centrocampista classe ’97 fa una riflessione sulla prestazione dell’Ajax

" Forse il 4-1 sarebbe stato il risultato più giusto, ma alla fine non ha importanza perché quello che conta è il passaggio del turno. Questo è fantastico per tutto il calcio olandese. Ma ovviamente è speciale soprattutto per l’Ajax"

Rincara la dose de Jong che fa un parallelo con la doppia sfida con il Real

" Nel primo tempo loro sono stati leggermente migliori e meritavano il vantaggio. Ma, a parte i primi cinque minuti del secondo tempo, abbiamo dominato dopo l'intervallo e abbiamo meritato la nostra vittoria. Avremmo potuto vincere anche con più gol di scarto. Col risultato di 1-1 era difficile la gestione per loro, perché sapevano che se avessimo segnato saremmo stati vicinissimi alla qualificazione. Problema al bicipite? Ci ho pensato un attimo a fermarmi, poi alla fine non l'ho sentito grazie all'adrenalina. Vittoria simile a Madrid? No, più facile. Avevamo più fiducia questa volta"
de Ligt - Juventus-Ajax - Champions League 2018/2019 - Getty Images

de Ligt - Juventus-Ajax - Champions League 2018/2019 - Getty ImagesGetty Images

Anche de Ligt sulla stessa lunghezza d’onda

" È stato più difficile contro la Juventus o con il Real Madrid? Le partite più difficili che abbiamo affrontato sono quelle contro il Benfica, stranamente. Ma forse perché non eravamo ancora pronti, era l’inizio della stagione"

Video - Juventus, dal colpo Cristiano Ronaldo all'incubo Ajax: la Champions League è sempre maledetta

03:02
0
0