Eurosport

17 anni e una clausola da 400 milioni: ecco chi è Ansu Fati, il castigatore dell'Inter

17 anni e una clausola da 400 milioni: ecco chi è Ansu Fati, il castigatore dell'Inter

Il 10/12/2019 alle 23:16Aggiornato Il 10/12/2019 alle 23:20

17 anni e 40 giorni. Ansu Fati è il giocatore più giovane a segnare in Champions League, ma l'esterno della Nazionale Under 21 spagnola aveva già stupito tutti battendo diversi record di precocità nella Liga. La grande occasione alla Scala del calcio e il classe 2002 ha trovato il gol vittoria nel finale di gara, gol che ha condannato l'Inter all'Europa League.

Ansu Fati. Ancora lui. Il giocatore di origini guineense fa ancora parlare di sé, con il gol che ha sancito l’eliminazione dell’Inter dalla Champions League. Entrato all’85’, ha trovato il gol due minuti dopo, superando Handanovic e gelando San Siro. Un altro record dei suoi, con il classe 2002 che diventa il giocatore più giovane di sempre a segnare in Champions League (a 17 anni e 40 giorni).

Un altro record, questa volta in Champions League

Dopo quelli di precocità a debuttare con la maglia della prima squadra del Barcellona, è diventato il terzo più giovane di sempre a segnare nella Liga con la rete realizzata all’Osasuna il 31 agosto 2019. La partita successiva contro il Valencia è diventato il più giovane di sempre, nella storia del campionato spagnolo, a realizzare gol e assist nella stessa gara. Mancava un record anche in Champions e contro l’Inter è arrivato: a 17 anni e 40 giorni il primo gol nella competizione, battendo il record precedente di Peter Ofori-Quaye che segnò a 17 anni e 194 giorni in Rosenborg-Olympiacos 5-1 del 1997. In classifica anche Mateo Kovacic in Dinamo Zagabria-Olympique Lione 1-7 del 2011.

Ansi Fati - Inter-Barcellona - Champions League 2019/2020 - Getty Images

Ansi Fati - Inter-Barcellona - Champions League 2019/2020 - Getty ImagesGetty Images

La clausola da 400 milioni

E dire che il giocatore era di proprietà del Siviglia, ma fu messo fuori rosa da Monchi perché il giocatore si rifiutò di effettuare un provino con il Real Madrid che l’aveva notato. Il suo grande sogno era quello di andare al Barcellona ed è stato accontentato con il passaggio ai catalani nel 2012.

I migliori momenti di Ansu Fati con le giovanili del Barça

Da lì la lunga trafila nelle giovanili, fino all’approdo in prima squadra il 25 agosto scorso, nella vittoria del Barcellona per 5-2 contro il Betis dove aveva già fatto vedere grandi cose. Poi il gol contro l’Osasuna alla giornata successiva e quello contro il Valencia quella dopo ancora. Ecco che è arrivato presto il rinnovo di contratto: 170 milioni di clausola subito e 400 milioni di clausola una volta firmato il primo contratto da professionista (quando compierà 18 anni).

Video - Sebastiano Esposito, una stella nata nel 2002: ma che altro è successo quell'anno?

01:36
0
0