Getty Images

Conte: “Esagerato parlare di finale, non vogliamo prendere schiaffoni ma darli”

Conte: “Esagerato parlare di finale, non vogliamo prendere schiaffoni ma darli”

Il 22/10/2019 alle 15:36

Il tecnico dell'Inter alla vigilia della sfida contro il Borussia Dortmund si rifiuta di parlare di partita da ultima spiaggia: "Voglio vedere miglioramenti in ogni partita, domani affronteremo un avversario forte. Cercheremo di dare tutto per non avere rimpianti".

"Le finali arrivano dopo"

" Parlare di finale è esagerato, ma sicuramente è una partita importante contro una squadra forte. Le finali arrivano dopo"

Così Antonio Conte, allenatore dell'Inter, nel corso della conferenza stampa alla vigilia della partita contro il Borussia Dortmund in Champions League.

" Abbiamo avuto solo un giorno per preparare la partita, abbiamo rivisto alcune situazioni contro il Sassuolo. Abbiamo subito tre gol su tre palle perse. Dovremo fare attenzione perché affrontiamo una squadra molto forte nelle ripartenze e che in campo aperto ti può fare male"

"Esame di maturità"

" Esame di maturità? Non sono d'accordo. Ogni partita abbiamo la necessità di fare punti, non dobbiamo aspettare gare come quelle di domani. Abbiamo lavorato fin dal primo giorno per fare punti, a volte ci siamo riusciti altre meno. Potevamo fare di più contro lo Slavia, meritavamo di più contro il Barça. Ora c'è una partita contro una squadra molto forte ma non deve cambiare la nostra mentalità"

"Le assenze di Reus e Alcacer"

" Anche se a loro manca qualcuno, ne avranno altri. Non mi piace parlare delle assenze mie come di quelle degli altri. Pensiamo a noi e a cercare di fare una buona partita"

Gli elogi a Lukaku

" Lukaku era contento del gol, è venuto ad abbracciare tutti. Si passa facilmente da una situazione in cui sei in crisi, poi fai due gol e tutti celebrano la coppia con Lautaro. Bisogna avere sempre grande equilibrio e valutare la performance. Poi è inevitabile che se gli attaccanti fanno gol siamo molto contenti. Romelu si è adattato molto bene in un gruppo positivo"

"Troppi gol subiti? Ne facciamo anche tanti"

" Troppi gol subiti? Noi vogliamo sempre imporre la nostra idea di calcio, come accaduto a Sassuolo dove però in fase di non possesso abbiamo preso tre gol. Quandi giochi ogni tre giorni hai poco tempo per migliorare e provare certi movimenti, siamo insieme da poco tempo. I giocatori sono i primi a essere delusi per aver messo in piedi una partita che era chiusa, dobbiamo lavorare e valutare gli aspetti che non sono andati. Comunque vediamo il bicchiere mezzo pieno, perché siamo la squadra che ha fatto più gol dietro l'Atalanta"

"Non dobbiamo avere rimpianti"

" Domani sera dobbiamo dare tutto e non avere rimpianti. Dobbiamo giocare al massimo delle nostre possibilità. Questo è un torneo difficilissimo, stiamo cercando di iniziare un percorso di esperienza in Champions. Per noi ogni partita è uno step, un'occasione per vedere dei miglioramenti. E' una partita che bisogna cercare di vincere, ma sappiamo di affrontare una squadra forte. Diamo tutto noi stessi, con molta concentrazione, poi vedremo cosa succede"

Lautaro Martinez

" Lautaro deve lavorare, come dico sempre testa bassa e pedalare. Non deve pensare che il gol sia tutto per un attaccante, perchè per me non è così. Deve lavorare per la squadra, sta diventando un attaccante completo lavorando tanto. Ha ancora tanto da crescere, con potenzialità importanti"

Brozovic e Handanovic

" Marcelo Brozovic è un giocatore già importante, se continua a lavorare su certi aspetti può diventare un top a livello mondiale. Poi sta a lui questa crescita. Handanovic? Per noi è un giocatore importante, di esperienza e un grande professionista"

Lazaro

" Lazaro? E' un ragazzo giovane e un buon prospetto. E' normale che se li prendi da squadre di fascia media quando arrivano in squadre di fascia alta possono trovare difficoltà. Io ci devo lavorare e farlo migliorare"

Candreva

" Antonio come anche gli altri stanno dando tutti il 100%. E' un ragazzo con grandi potenzialità ma che ha bisogno sempre di grandi conferme. Lo conoscevo per averlo avuto in nazionale, ma può fare ancora molto di più. Godin? Per lui è cambiato il modo di giocare, sta lavorando tanto sotto l'aspetto tattico e fisico. E' un ragazzo serio che ha voglia di fare, di imparare"

Capitolo infortunati

" D'Ambrosio ha una microfattura, bisognerà aspettare che diminuisca il dolore e dare la sua disponibilità. Sensi domani farà un esame di controllo e vedremo"

Schiaffoni

" Non vogliamo prendere schiaffoni aspettando dietro, ma li vogliamo dare. Noi andiamo avanti con la nostra idea di calcio, cercando di mettere tutti i giocatori nelle condizioni di rendere. Sono contentissimo della disponibilità di ogni giocatore"

Video - Stellini: "Conte provato dalla febbre, per 70' l'Inter ha dominato il campo"

01:02
0
0