Getty Images

Oxlade-Chamberlain condanna ancora il Genk: il Liverpool ipoteca il passaggio agli ottavi

Oxlade-Chamberlain condanna ancora il Genk: il Liverpool ipoteca il passaggio agli ottavi

Il 05/11/2019 alle 22:50Aggiornato Il 05/11/2019 alle 23:09

Ad Anfield i Reds regolano i belgi 2-1 grazie ai gol di Wijnaldum e dell'inglese. Inutile il temporaneo pareggio di Samatta a fine primo tempo. La squadra di Klopp “vede” il passaggio del turno (basterà un pareggio nelle prossime due partite) e ora si può preparare al meglio per la sfida da sogno contro il City in Premier League

Ancora Oxlade-Chamberlain, come due settimane fa in Belgio. La favola del 26enne di Portsmouth, al rientro in Champions dopo 18 mesi dal terribile infortunio al ginocchio, continua con il terzo gol al Genk che regala ai Reds il primato del Girone E, a + 1 dal Napoli. Alla banda di Klopp basterà strappare un punto con i partenopei o con il Salisburgo per avere la certezza matematica del passaggio agli ottavi.

Il tecnico tedesco pensa già al big match contro il Manchester City di domenica: manda in panchina Firmino e Mané, sin qui sempre utilizzati, e rilancia Origi e Oxlade-Chamberlain. Del tridente delle meraviglie Salah è l’unico a scendere in campo. Il primo tempo è dominato dai Campioni d’Europa che approfittano di un’incertezza della difesa belga e si portano in vantaggio con Wijnaldum già al 14’. Sembra l’ennesima festa sulle note del "You’ll never walk alone”, ma a pochi minuti dall’intervallo Samatta ammutolisce la Kop con un colpo di testa che beffa Alisson. Nella ripresa vengono fuori la qualità e la velocità delle ripartenze dei Reds e Oxlade-Chamberlain conferma il suo "feeling” con la squadra allenata da Mazzù firmando il terzo gol tra andata e ritorno. Per i belgi una sconfitta che significa la matematica fine della corsa in Champions League, ma anche la riduzione al lumicino delle speranza di qualificazione in Europa League.

La cronaca in 5 momenti chiave

14’ VANTAGGIO DEL LIVERPOOL - Cinici i Reds che colpiscono al primo tiro in porta: Origi serve sull'out di sinistra Milner che crossa all'interno dell'area di prima intenzione. Pasticcio della difesa del Genk che con un doppio rimpallo si fa scippare la palla da Wijnaldum che deposita la palla in rete da posizione ravvicinata. Partita subito in discesa per la squadra di Klopp

23’ OCCASIONE PER IL LIVERPOOL - Ripartenza fulminea dei Reds che mettono Keita in condizione di trovarsi uno vs uno con Coucke in area di rigore: questa volta il portiere dei belgi se la cava in spaccata

35’ MAGIA DI SALAH - L'egiziano suggerisce il passaggio per Milner e taglia in due la difesa del Genk in area di rigore: il tiro in diagonale esce di un metro

41’ PAREGGIO DEL GENK - Gol di Samatta praticamente al primo pallone toccato! Il tanzaniano incorna in rete il bel corner a giro di Heynen. Alisson beffato sul primo palo. Panchina dei belgi tutta in piedi

53’ VANTAGGIO DEL LIVERPOOL - OXLADE-CHAMBERLAIN! TERZO GOL IN DUE SETTIMANE AL GENK! Salah stoppa la palla in area spalle alla porta e serve l'inglese: il 26enne di Portsmouth fa partire un missile rasoterra che non lascia speranze a Coucke. Di nuovo in vantaggio i padroni di casa

Georginio Wijnaldum esulta con Virgil van Dijk dopo l'1-0 al Genk

Georginio Wijnaldum esulta con Virgil van Dijk dopo l'1-0 al GenkGetty Images

Il migliore in campo

OXLADE-CHAMBERLAIN - Un'altra serata da sogno. Di quelle che solo la Champions ti può riservare. Il Genk è la sua vittima preferita e l'ipoteca sulla qualificazione agli ottavi passa da lui.

Il peggiore in campo

CUESTA - Ancora l'anello debole della retroguardia belga. Rischia il rigore con un braccio largo, ma l'arbitro lo grazia.

Il momento social del match

Il tabellino del match con pagelle

LIVERPOOL-GENK 2-1 (primo tempo 1-1)

Liverpool (4-3-3): Alisson 6; Alexander-Arnold 6,5, Van Dijk 6, Gomez 6, Milner 6,5; Fabinho 5,5, Wijnaldum 6,5, Keita 6,5 (dal 74’ Robertson 6); Oxlade-Chamberlain 7 (dal 74’ Mane 6), Salah 6,5, Origi 6 (dall'88' Firmino s.v.). All. Klopp 6,5

Genk (4-4-2): Coucke 5,5; Cuesta 5, Dewaest 5,5, Lucumí 5, De Norre 6 (dall’85’ Onuachu s.v.); Maehle 6, Heynen 6,5, Berge 5,5, Hrošovský 5,5 (dall’84’ Bongonda s.v.); Ito 5 (dal 67’ Ndongala 5,5), Samatta 6,5. All. Mazzù 5,5

Arbitro: Ivan Kružliak (Slovacchia)

Gol: 14’ Wijnaldum (L), 41’ Samatta (G), 53’ Oxlade-Chamberlain (L)

Assist: Heynen, Salah

Ammoniti: Lucumi, De Norre (G)

0
0