Getty Images

Ronaldo: "Juventus, la Champions non deve essere un'ossessione. Smettere? Forse a 41 anni"

Ronaldo: "Juventus, la Champions non deve essere un'ossessione. Smettere? Forse a 41 anni"

Il 21/08/2019 alle 19:00Aggiornato Il 21/08/2019 alle 19:24

All'emittente portoghese TVI, CR7 si confessa toccando diversi argomenti, dal suo arrivo al Manchester United all'ultima tappa della sua carriera: la Juventus. Svela che i bianconeri lo hanno conquistato con un progretto allettante e che con questa voglia può continuare a giocare a calcio fino a 41 anni.

Cristiano Ronaldo mai banale. Il portoghese ha aperto la sua casa di Torino all’emittente portoghese TVI e ha toccato tanti temi in una lunghissima intervista. Dal progetto Juventus alla vita fuori dal campo, dalla rivalità con Messi al possibile Pallone d’oro. Ma quando smetterà di giocare?

" Potrei chiudere la carriera il prossimo anno, ma potrei giocare anche fino a 40-41 anni. Non so, quello che dico è sempre è che bisogna godersi il momento. Il presente è eccellente e devo godermelo. Credo che nessun giocatore detenga più record di me, sono ormai nella storia del calcio"

Perché la Juventus? Un progetto allettante

" Non ho bisogno del calcio per vivere bene, sono tranquillo a livello finanziario. Quello di cui ho bisogno sono progetti allettanti e quello della Juve lo è. Mi è sempre piaciuta questa squadra, è la migliore in Italia e fra le migliori al mondo. E dopo aver vinto in Inghilterra e Spagna, ho vinto anche in Italia. Lasciare il Real per la Juve non è stato facile. Ho vissuto lì per 9 anni, il 60% della mia carriera. Ma volevo una sfida diversa e sono molto felice di essere qui"

Il Real Madrid era diventata ormai una comfort-zone

" È stato difficile lasciare Madrid anche per Cristianinho perché lì aveva i suoi amici, ma lo preparavo da mesi. Capiva che c’era la possibilità che il padre lasciasse il Real, non ci credeva ma sapeva che poteva succedere. Sono una persona a cui non piace rimanere in una comfort-zone e Madrid lo era abbastanza. Volevo una nuova sfida"

Video - Un bambino a Cristiano Ronaldo: "Mi dispiace che tu abbia lasciato il Real". CR7: "Anche a me"

00:15

In passato c’era stata anche l’Inter

" Non è vero che fui scelso dal Manchester United dopo un’amichevole contro lo Sporting. In realtà c’erano stati contatti con tante altre squadre, il Valencia per esempio. Ho incontrato Wenger e stavo per andare all’Arsenal. Ho parlato col Barcellona, col Real, con l’Inter. Ma dopo quella partita lo United, che era già interessato, lo era ancora di più e hanno voluto dare un’accelerata alla trattativa"

Video - Santos: "Ronaldo? Non dovevo farlo giocare contro lo United nel 2003, me lo rubarono"

01:11

La valutazione dei giocatori di oggi?

" Lasciando il caso di João Félix, oggi qualsiasi giocatore può valere 100 milioni di euro senza aver dimostrato nulla. Ci sono più soldi nel calcio adesso e ora anche un difensore o un portiere possono valere dai 70 agli 80 milioni. Non sono d'accordo però questo è il mondo in cui viviamo e lo devo rispettare"

Video - Atletico, Joao Felix si presenta: "Non paragonatemi a Cristiano, scriverò la mia storia"

00:45

Il 2018 il suo anno più difficile, ma non per il calcio

" Il 2018 è stato l’anno più difficile della mia vita a livello personale. Il caso Mayorga? Fa male quando mettono in discussione il tuo onore, ma grazie a Dio è stato dimostrato ancora una volta che ero innocente. La famiglia e chi mi vuole bene lo sapeva ma è stata dura ugualmente"

Video - Svelato il listone del fantacalcio: Ronaldo vale 50, Suso e Callejon centrocampisti

01:13

La Champions non deve essere un’ossessione

" Tutti vogliono vincere la Champions, anche noi, ma non dobbiamo viverla come un’ossessione, lasciamo che le cose facciano il loro corso e andiamo passo per passo. E poi bisogna ricordare che i soldi non fanno grandi squadre. Guardate da quanti anni Barcellona, Bayern o PSG non la vincono la Champions"

Video - Cristiano Ronaldo e la Champions: "Spero di vincerla con la Juventus, ma tutti la vogliono"

00:41

La rivalità con Messi

" Non è un caso se io e Messi siamo gli unici ad aver vinto cinque volte il Pallone d’Oro. E ho ancora le motivazioni per cercare di vincere ancora, a livello di squadra e individuale, altrimenti avrei già smesso. Sarebbe facile, perché non mi manca nulla, ma quello che mi muove è la passione per il calcio e la mia voglia di vincere"

Video - Buffon: "Giocare con Cristiano Ronaldo è la chiusura perfetta della mia carriera"

01:36
0
0