Getty Images

Bielsa obbliga il Leeds a far segnare i rivali perché la rete è antisportiva, Sheffield in Premier

Bielsa obbliga il Leeds a far segnare i rivali perché la rete è antisportiva, Sheffield in Premier

Il 28/04/2019 alle 16:00Aggiornato Il 28/04/2019 alle 18:12

Durante Leeds-Aston Villa il tecnico argentino ha imposto ai suoi giocatori il clamoroso gesto di fairplay facendo un favore allo Sheffield United che ha potuto festeggiare il ritorno in Premier League.

Marcelo Bielsa non è un allenatore banale. Per “El Loco” certi valori – come il fair play e il rispetto dell’avversario - vengono prima di tutto e lo ha dimostrato con una decisione clamorosa nella delicatissima sfida promozione del campionato di Championship inglese fra Leeds e Aston Villa.

La squadra di casa, allenata proprio dal tecnico argentino, trova il vantaggio a 18 minuti dallo scadere grazie a una rete di Klich, fortemente contestata dagli ospiti che avevano chiesto agli avversari di mettere il pallone fuori perché dopo un contrasto Kodija era rimasto a terra dolorante. La mancata interruzione del gioco, con Klich in rete e i Villans praticamente bloccati, ha scatenato una rissa di cui ne ha fatte le spese l'attaccante ospite El Ghazi, espulso per una gomitata a Bamford.

A placare la situazione ci ha pensato Marcelo Bielsa che in accordo con l'arbitro ha chiesto ai suoi di lasciar segnare gli avversari alla ripresa del gioco, nonostante l'opposizione di alcuni giocatori, Pontus Jansson in particolare che ha provato a fermare Albert Adomah, che al secondo tentativo ha spedito il pallone in rete.

Il Leeds, pur in superiorità numerica, non è andato oltre l’1-1, un risultato che ha permesso allo Sheffield United di festeggiare la promozione in Premier League. I Whites ora dovranno cercare nei playoff di guadagnarsi il ritorno in Premier League e ci riproveranno con un tecnico che non baratta la propria integrità nemmeno quando in palio c’è una promozione.

0
0