Eurosport

Riquelme ci sarà

Riquelme ci sarà
Di Eurosport

Il 21/06/2007 alle 22:19Aggiornato

Basile ha inserito il numero 10 del Boca Juniors nella lista dei convocati dell'Argentina in vista della Copa America

Tappeti rossi al passaggio del Mudo. Il Coco Basile ha sciolto la flebile riserva, mascherata dietro al maccheronico "no comments" dei giorni scorsi, e ha deciso: Juan Roman Riquelme torna in Nazionale, e lo fa dalla porta principale, ricevendo le chiavi della Selecciòn Albiceleste poche ore dopo aver trascinato il Boca sul trono del Sudamerica.

Una scelta che rimette la pace tra Riquelme e Basile dopo lo strappo del 9 settembre scorso, e che ha subito trovato, facilitato dalle fresche imprese di Porto Alegre, il plauso di tifosi, critica e alte sfere, tra cui il presidente della Federazione Argentina Grondona.

L'innesto di Riquelme costerà il viaggio in Venezuela a Pinola, sacrificato da Basile in modo poco traumatico, e rappresenta il tassello finale di una rosa albiceleste priva di defezioni di rilievo, in grado di caricarsi da subito sulle spalle l'onere e l'onore del ruolo di favorita d'obbligo.

Il ritorno dopo cinque anni di Veron, l'inserimento di Aimar e Gago, ultimi aggregati in ordine di tempo boquensi a parte, garantiscono sulla qualità generale di una rosa che avrà nella sua spina dorsale gli interisti Zanetti, Burdisso, Cambiasso e Crespo. Un gruppo di giocatori che quest'anno ha trovato gloria e soddisfazioni con i rispettivi club, ma che ora punta a rifare grande un'Argentina da troppo tempo a secco anche nel suo continente. Per Basile questa squadra è più esperta di quella che diede vita al biennio virtuoso 91/93: ora spetta al Mudo e ai suoi compagni spezzare un tabù che resiste da 14 anni.

Federico Casotti

0
0