Getty Images

Le pagelle di Brasile-Perù 3-1: Everton domina, Gabriel Jesus croce e delizia

Le pagelle di Brasile-Perù 3-1: Everton domina, Gabriel Jesus croce e delizia

Il 08/07/2019 alle 00:20

L'esterno del Gremio è il migliore in campo: un gol, un rigore procurato, iniziative continue. L'attaccante del City macchia invece con l'espulsione un'ottima prestazione. Nella Blanquirroja, Advincula e Zambrano vanno in tilt.

Le pagelle del Brasile

ALISSON 6 - Perde un'imbattibilità che durava da tempo immemore, ma non certo per colpa sua. Anzi, nella ripresa è bravo a dire di no a Trauco.

Dani ALVES 6 - Meno dominante rispetto alle altre gare della Copa, tra cui la semifinale con l'Argentina. Attacca meno e soffre Carrillo, ma non commette errori individuali.

MARQUINHOS 6 - Un brutto errore su Carrillo nel primo tempo, qualche sofferenza quando i peruviani si gettano all'assalto della sua area. In ogni caso, non sbaglia più.

Thiago SILVA 5,5 - Effettua buone chiusure, ma commette il fallo da rigore che consente al Perù di pareggiare. Nella ripresa rimedia un'ammonizione ingenua.

Alex SANDRO 6,5 - Non fa rimpiangere il titolare Filipe Luis: attacca con maggiore continuità rispetto a Dani Alves, sforna cross precisi e dietro tiene botta.

ARTHUR 7 - Prezioso in mezzo al campo, sia in chiusura che nelle ripartenze. Uomo assist per Gabriel Jesus, che ringrazia e va a segno.

CASEMIRO 6,5 - La sua presenza non si vede ma si sente. Se il Brasile ingabbia il Perù per buona parte della gara, una discreta fetta di merito va a lui.

Philippe COUTINHO 6 - Partecipa alla manovra, sfiora un gran gol, ma spesso è troppo egoista al momento della decisione finale (dal 77' Eder MILITÃO s.v.)

Gabriel JESUS 6,5 - Protagonista nel bene e nel male. Un gol e un assist, come in semifinale, poi ecco l'espulsione che lascia in 10 il Brasile per gli ultimi 20 minuti di partita.

Roberto FIRMINO 6 - Agisce da centravanti moderno, aiutando in copertura e nella costruzione ma perdendo lucidità sotto porta. Splendido il recupero su Yotun che avvia l'azione del 2-1 (dal 75' RICHARLISON 7 - Pur con solo un quarto d'ora a disposizione, si rende utilissimo: tiene alta la squadra in 10 contro 11 e, nel recupero, è glaciale dal dischetto)

EVERTON 8 - Semplicemente inarrestabile. Segna un gol, si guadagna un calcio di rigore e fa ammattire l'avversario diretto Advincula. Una furia. Chiude la Copa America da impensabile capocannoniere.

Ct. TITE 7,5 - Ha a disposizione una fuoriserie e, nonostante l'assenza di Neymar, pare aver imparato come si fa a guidarla. Sceglie gli uomini giusti piazzandoli nel posto giusto e si porta a casa un successo meritatissimo.

Copa América 2019, Brasil-Perú Gabriel Jesús

Copa América 2019, Brasil-Perú Gabriel JesúsGetty Images

Le pagelle del Perù

Pedro GALLESE 6 - Dopo tanto lavoro tra quarti e semifinale, paradossalmente non deve compiere alcun intervento. Viene superato tre volte, ma senza colpe.

Luis ADVINCULA 4,5 - Serataccia. Attacca poco e male e, quando deve difendere, va in tilt con Everton: tra una finta e l'altra, si perde l'avversario diretto nell'azione del primo vantaggio brasiliano.

Carlos ZAMBRANO 4,5 - Traballante e, con lo scorrere della gara, addirittura disastroso. Lo scivolone nel recupero del primo tempo consente a Gabriel Jesus di raddoppiare. Nel finale perde la testa con falli in serie, tra cui quello da rigore su Everton.

Luis ABRAM 6 - A differenza del compagno di reparto Zambrano, non commette errori particolari. Anche lui, però, soffre quando il Brasile si porta in avanti.

Miguel TRAUCO 5,5 - Meglio quando attacca, tanto da spaventare Alisson, che quando difende: Gabriel Jesus lo punta e salta agevolmente prima di mandare in gol Everton.

Renato TAPIA 6 - Ha l'arduo compito di garantire equilibrio davanti alla difesa, ma quando il Brasile manovra fatica a portare a termine la propria missione (dall'82' Christofer GONZALES s.v.)

Yoshima YOTUN 5,5 - In mezzo al campo soffre più del solito, ma senza crollare. Ha però sulla coscienza la palla persa che avvia l'azione del raddoppio brasiliano (dal 78' Raul RUIDIAZ s.v.)

André CARRILLO 6,5 - Il migliore del Perù. Inizia a sinistra e poi si sposta a destra, dando sempre la sensazione di poter creare pericoli. Una spina nel fianco della difesa brasiliana (dall'86' Andy POLO s.v.)

Christian CUEVA 5,5 - Non brilla particolarmente, faticando a imbeccare il centravanti Guerrero. Da ricordare solo l'incursione in area che induce Thiago Silva al fallo da rigore.

Edison FLORES 6 - Si sposta inizialmente sulla fascia destra, senza mai incidere. Cresce con il passare del tempo, organizzando con Cueva l'azione del rigore e sfiorando il gol da fuori.

Paolo GUERRERO 6 - Sbuffa senza riuscire a trovare il modo giusto per insidiare Alisson. Freddo dal dischetto nell'unica occasione a disposizione.

Ct. Ricardo GARECA 6,5 - Nonostante il ko, esce dal campo a testa altissima. La qualità superiore del Brasile è evidente, ma il Perù fa paura fino al 90'. La sua mano si nota eccome. Da anni.

Video - Uruguay, Suarez sbeffeggiato da un ex juventino in allenamento: che tunnel nel torello

00:22
0
0