Getty Images

Il Boca va avanti due volte, il River si aggrappa a Pratto: 2-2 alla Bombonera

Il Boca va avanti due volte, il River si aggrappa a Pratto: 2-2 alla Bombonera

Il 11/11/2018 alle 21:57Aggiornato Il 11/11/2018 alle 22:14

La finale d'andata di Copa Libertadores termina con un pirotecnico pareggio: decisivo il Cammello ex Genoa, che prima risponde ad Abila e poi - complice la deviazione di Izquierdoz - anche a Benedetto. Tra due settimane il trofeo si assegnerà al Monumental.

Tutto si deciderà nella gara di ritorno. Sabato 24 novembre, ore 21 italiane, Monumental di Buenos Aires: meglio non prendere impegni, perché è lì che si assegnerà la cinquantanovesima edizione della Copa Libertadores. In tutti i sensi, perché tutto è ancora apertissimo dopo l'andata della Bombonera: Boca Juniors e River Plate pareggiano per 2-2 una gara elettrica, emozionante e pure valida dal punto di vista tecnico, nonostante la paura e la tensione che inevitabilmente dominano qualsiasi evento di questa portata. Decisivo il Cammello Pratto, l'ex meteora del Genoa, autore di un gol... e mezzo: suo quello del momentaneo 1-1, a rispondere dopo pochissimi secondi al vantaggio di Abila, mentre il 2-2, dopo che Benedetto aveva riportato in vantaggio il Boca, è più autorete di Izquierdoz. In generale, la migliore impressione la regala il River, che mostra personalità nonostante il palcoscenico interamente giallo e blu e l'assenza in panchina dello squalificato Gallardo. Ma nel finale è il Boca ad avere la clamorosa palla gol del 3-2, sprecata da Benedetto. Appuntamento a tra due settimane: gli occhi del Mondo intero saranno posati sul Monumental.

La cronaca della partita

Meglio il River Plate, che nella prima parte del primo tempo crea tre occasioni nitide per passare: Rossi vola sulla punizione del Pity Martinez, il solissimo Martinez Quarta incorna a lato e infine ancora Rossi si supera su un colpo di testa di Santos Borré. Schelotto perde Pavon per un guaio muscolare e deve inserire Benedetto, ma al 34' esulta: Abila calcia una prima volta, Armani respinge ma ancora Wanchope piega le mani del portiere ospite. Non passano che 60 secondi e il River pareggia: Pratto fugge verso Rossi e fa partire un diagonale imprendibile che vale l'1-1. Il Millo preme alla ricerca del sorpasso e quasi lo trova con Martinez (bravo ancora Rossi) e Santos Borré (lob impreciso a tu per tu col portiere). Ma nel recupero è il Boca a riportarsi in vantaggio: punizione di Villa, testata vincente di Benedetto e Bombonera in delirio per la seconda volta.

Lisandro Magallan of Boca and Rafael Santos Borre of River Plate compete for the ball during the first leg match between Boca Juniors and River Plate as part of the Finals of Copa CONMEBOL Libertadores 2018 at Estadio Alberto J. Armando on November 11, 20

Lisandro Magallan of Boca and Rafael Santos Borre of River Plate compete for the ball during the first leg match between Boca Juniors and River Plate as part of the Finals of Copa CONMEBOL Libertadores 2018 at Estadio Alberto J. Armando on November 11, 20Getty Images

Nella ripresa, dopo un primo quarto d'ora di equilibrio totale, ancora una volta il colpo vincente arriva da Lucas Pratto: punizione lunga di Martinez per l'ex genoano, che salta assieme a Izquierdoz costringendo il difensore boquense a spizzare alle spalle del proprio portiere. Schelotto si gioca la carta Tevez, accendendo la Bombonera. E proprio l'ex bianconero, a una decina di minuti dal termine, spara un destro che passa non lontano dall'incrocio ospite. Il vero match ball del Boca, però, arriva proprio al 90': Tevez trova liberissimo in area Benedetto, che a tu per tu con Armani si fa incredibilmente stregare dal portiere. Un intervento che fissa il punteggio finale sul 2-2.

La statistica chiave

Fuori casa il River non perde un colpo: comunque andrà la gara di ritorno, terminerà la Libertadores senza aver mai perso una partita esterna.

Il tweet

Il migliore in campo

Pratto. Tiene in ansia quasi da solo i centrali del Boca e regala al River un pari d'oro: il primo gol è suo al 100%, il secondo al 95%.

Il peggiore in campo

Pablo Perez. Soffre in copertura e sbaglia tantissimo col pallone tra i piedi. Prestazione insufficiente.

ll tabellino

Boca Juniors (4-3-3): Rossi; Jara, Magallan, Izquierdoz, Olaza; P. Perez, Barrios, Nandez; Pavon (29' Benedetto), Abila, Villa (73' Tevez). All. Schelotto

River Plate (5-3-2): Armani; Montiel, Maidana, Martinez Quarta (58' Fernandez), Pinola, Casco; E. Perez (75' Zuculini), Palacios, Martinez (77' Quintero); Santos Borré, Pratto. All. Gallardo (in panchina Biscay)

Arbitro: Roberto Tobar (Cile)

Gol: 34' Abila (B), 35' Pratto (R), 45' Benedetto (B), 61' aut. Izquierdoz (R)

Note: ammoniti Jara, Abila, Villa, Casco, Santos Borré

Video - Che fine hanno fatto i protagonisti dell'ultimo Clasico senza Leo Messi e Cristiano Ronaldo?

01:09
0
0