PA Sport

Algeria, Senegal e Ghana insidiano il trono della Costa d'Avorio

Algeria, Senegal e Ghana insidiano il trono della Costa d'Avorio

Il 02/01/2017 alle 13:54

Dal nostro partner OAsport.it

Mancano poco meno di due settimane all’inizio della Coppa d’Africa 2016 e la nazionali hanno già iniziato i raduni in vista delle prime gare in programma a partire dal 14 gennaio. Il tasso tecnico della competizione sarà decisamente elevato, dato tutte le principali compagini si presenteranno in Gabon nel proprio vestito migliore. A recitare il ruolo del favorito numero uno sarà ancora una volta la Costa d’Avorio, detentrice del trofeo. Gli ivoriani possono disporre di un organico completo in tutti i reparti e ricco di elementi in grado di essere titolari in pianta stabile anche tra le fila delle grandi d’Europa. Bailly e Aurier sono i leader del pacchetto arretrato, mentre in mediana l’esperto Serey Die sarà affiancato probabilmente dall’atalantino Kessié, autentica rivelazione del girone d’andata della serie A. L’attacco, infine, sarà guidato da Bony, affiancato da Gradel e Kalou, anche se potrebbe pesare l’assenza di Gervinho, out per infortunio.

Può nutrire importanti ambizioni anche l’Algeria, che ha già ben figurato ai Mondiali in Brasile e che può vantare una serie di elementi di notevole caratura tecnica, a partire dal fuoriclasse Mahrez, trascinatore del Leicester nella scorsa annata da sogno. Non sono da sottovalutare neppure i centrocampisti Feghouli del West Ham e Brahimi del Porto, oltre all’attaccante Slimani, compagno di squadra di Mahrez al Leicester. Il Senegal, intanto, si gode una nuova generazione di fenomeni, guidata dalla straordinaria coppia d’attacco composta da Mané, giovane talento del Liverpool, e Keita Balde, gioiellino della Lazio. La straripante forza fisica di Koulibaly garantirà inoltre un’importante solidità difensiva, mentre il centrocampo sarà affidato a Kouyaté e Gueyé, che stanno ben figurando in Premier League.

I fratelli Ayew saranno invece le colonne portanti del Ghana, che può fare affidamento anche sul talento di Atsu e sulla freschezza atletica di Acheampong del Sassuolo, in attesa di capire se sarà arruolabile anche il centrocampista della Juventus Asamoah, che andrebbe ad affiancare in mediana il granata Acquah. Il novero delle favorite includerebbe anche il Camerun, agevolato anche da un girone tutt’altro che irresistibile, ma la defezione di sette elementi, tra cui Matip del Liverppol, rappresenta un deterrente per le ambizioni di vittoria dei Leoni d’Africa.

I padroni di casa del Gabon, altresì, possono essere annoverati tra le possibili sorprese, in virtù della presenza in rosa del bianconero Lemina e del bomber del Borussia Dortmund Aubameyang. Anche l’Egitto di Salah può nutrire la speranza di alzare al cielo la sua ottava Coppa d’Africa, mentre sembrano decisamente più defilate la Tunisia e il Marocco.

0
0