AFP

E' la Coppa delle sorprese: il Congo RD liquida il Marocco, il Togo blocca i campioni

E' la Coppa delle sorprese: il Congo RD liquida il Marocco, il Togo blocca i campioni

Il 16/01/2017 alle 22:24Aggiornato Il 20/01/2017 alle 17:05

Nel pormeriggio, la Costa d'Avorio di Kessié viene ingabbiata dagli Sparvieri dello "stregone" Le Roy, poi sale in cattedra sorprendentemente la formazione di Ibengé, che con Kabananga Kalonji regola il collega Hervé Renard, vincitore due anni fa con gli Elefanti. Pronostici ribaltati nel girone C. E domani, Ghana-Uganda e Mali-Egitto.

Le partite del girone C

COSTA D'AVORIO-TOGO 0-0

Oyem - Gli Sparvieri dello "stregone" Claude Le Roy imbrigliano i campioni in carica della Costa d'Avorio, la squadra più attesa alla vigilia. Lo fanno grazie ad un'irreprensibile organizzazione di gioco impressa dal caro, vecchio tecnico bretone, alla sua nona Coppa d'Africa nella sua lunghissima carriera da commissario tecnico.

Elefanti, con Zaha e Kalou, non pervenuti in fase d'attacco, nonostante i buoni spunti dell'atalantino Kessié, punto di riferimento dei propri compagni, in particolar modo durante la prima frazione.

Ivory Coast's midfielder Franck Kessie (L) is fouled by Togo's midfielder Lalawele Atakora during the 2017 Africa Cup of Nations group C football match between Ivory Coast and Togo in Oyem on January 16, 2017

Ivory Coast's midfielder Franck Kessie (L) is fouled by Togo's midfielder Lalawele Atakora during the 2017 Africa Cup of Nations group C football match between Ivory Coast and Togo in Oyem on January 16, 2017AFP

Un altro "italiano" decisamente positivo è il genoano Serge Gakpé, che Le Roy utilizza da terzino destro (a differenza di com'è sempre stato impiegato in Italia, ovvero da attaccante laterale) per neutralizzare il centravanti dell'Herta Berlino Salomon Kalou.

Ivory Coast's defender Wilfried Kanon (R) jumps for a header next to Togo's forward Kodjo Fo-Doh Laba as Togo's goalkeeper Kossi Agassa (L) prepares to block the shot during the 2017 Africa Cup of Nations group C football match between Ivory Coast and Tog

Ivory Coast's defender Wilfried Kanon (R) jumps for a header next to Togo's forward Kodjo Fo-Doh Laba as Togo's goalkeeper Kossi Agassa (L) prepares to block the shot during the 2017 Africa Cup of Nations group C football match between Ivory Coast and TogAFP

Una mossa azzeccata, così come quella di piazzare il gigante Adebayor (tirato a lucido per l'occasione, nonostante la sua condizione di svincolato da ormai sei mesi), sul piccoletto Aurier, autore di una prova insufficiente.

Ivory Coast's forward Wilfred Zaha (R) challenges Togo's forward Emmanuel Adebayor during the 2017 Africa Cup of Nations group C football match between Ivory Coast and Togo in Oyem on January 16, 2017.

Ivory Coast's forward Wilfred Zaha (R) challenges Togo's forward Emmanuel Adebayor during the 2017 Africa Cup of Nations group C football match between Ivory Coast and Togo in Oyem on January 16, 2017.AFP

E' il Togo ad avere le occasioni migliori, in una gara - curiosità - correttissima, caratterizzata dalla totale assenza di cartellini: al 29' Bebou lancia Dossevi a tu per tu con Gbohouo, perfetto in fase d'uscita. Azione fotocopia nella ripresa, all'80', Bebou-Adebayor-Dossevi, con tiro rimpallato sull'esterno della rete da parte del laterale destro dello Standard Liegi. All'85' ci prova Aurier di testa ma la palla esce di un metro e la gara termina 0-0.

Ivory Coast's forward Wilfred Zaha (L) challenges Togo's defender Djene during the 2017 Africa Cup of Nations group C football match between Ivory Coast and Togo in Oyem on January 16, 2017.

Ivory Coast's forward Wilfred Zaha (L) challenges Togo's defender Djene during the 2017 Africa Cup of Nations group C football match between Ivory Coast and Togo in Oyem on January 16, 2017.AFP

REPUBBLICA DEMOCRATICA DEL CONGO-MAROCCO 1-0

Gol: 55' Kabananga Kalonji (RDC)

Oyem - Solo tre giorni fa avevano boicottato l'allenamento per il mancato accordo con la propria federazione sugli emolumenti da riconoscere per la partecipazione al torneo. Oggi, con orgoglio, sono la squadra, contro ogni pronostico, che comanda il girone C.

Democratic Republic of the Congo's defender Chancel Mbemba (L) heads the ball with Morocco's midfielder Nabil Dirar during the 2017 Africa Cup of Nations group C football match between DR Congo and Morocco in Oyem on January 16, 2017.

Democratic Republic of the Congo's defender Chancel Mbemba (L) heads the ball with Morocco's midfielder Nabil Dirar during the 2017 Africa Cup of Nations group C football match between DR Congo and Morocco in Oyem on January 16, 2017.AFP

I Leopardi della Repubblica Democratica del Congo, s'impongono contro il bellicoso (almeno alla vigilia) Marocco del tecnico campione uscente Hervé Renard con una prova gagliarda, appassionata e ricca di spunti. Uno, su tutti: quello di Junior Kabananga Kalonji, che al 55' approfitta di uno svarione del portiere avversario Munir su cross dalla sinistra di Mubele.

Democratic Republic of the Congo's forward Junior Kabananga (L) celebrates with Democratic Republic of the Congo's defender Chancel Mbemba after scoring a goal during the 2017 Africa Cup of Nations group C football match between DR Congo and Morocco in Oy

Democratic Republic of the Congo's forward Junior Kabananga (L) celebrates with Democratic Republic of the Congo's defender Chancel Mbemba after scoring a goal during the 2017 Africa Cup of Nations group C football match between DR Congo and Morocco in OyAFP

Il Marocco, dal canto suo, si era reso pericoloso dopo soli 2' con la traversa del centrocampista del Napoli El Kaddouri con tocco morbido dal limite dell'area e reclamato un penalty (da fischiare, a differenza della decisione presa dall'arbitro malgascio Nampiandraza) per atterramento di Tisserand ai danni di Bouhaddouz.

L'ex Zaire del ct Florent Ibengé - che si permette il lusso di fare entrare in gara l'uomo di riferimento Mbokani al minuto 77) tiene duro, ci mette il fisico, si aggrappa alle parate spettacolari di Matampi, graziato al 70' dal neoentrato En-Nesyri (tenuto misteriosamente in panchina da Renard) e poi protagonista sul colpo di testa ravvicinato, all'82', dell'ex Granada El Arabi. Finisce 1-0, Repubblica Democratica del Congo a 3 punti e in testa al raggruppamento.

Democratic Republic of the Congo's defender Gabriel Zakuani (R) and Democratic Republic of the Congo's midfielder Merveille Bokadi (C) challenge Morocco's midfielder Mbarek Boussoufa (L) and Morocco's forward Aziz Bouhaddouz (back C) - AC 2017

Democratic Republic of the Congo's defender Gabriel Zakuani (R) and Democratic Republic of the Congo's midfielder Merveille Bokadi (C) challenge Morocco's midfielder Mbarek Boussoufa (L) and Morocco's forward Aziz Bouhaddouz (back C) - AC 2017AFP

Il consiglio per l'acquisto

Ihlas BEBOU (Togo): esterno alto ambidestro classe '94 e di proprietà del Fortuna Düsseldorf, Zweite Bundesliga. Rapidità, gioco di gambe e dribbling ubriacanti, oltre a una visione di gioco notevole corroborata da una spiccata capacità di cross. Un talento ancora da "sgrezzare" ma davvero interessante, valutato 800mila euro nell'immediato ma, attenzione: il ragazzo - comunitario perché provvisto di passaporto tedesco per aver raggiunto la Germania, insieme al padre e alla sorella, all'età di 11 anni - è in scadenza di contratto. Leggasi, quindi, "vero affare". Consigliato a due squadre che propendono all'esplosività offensiva come Genoa (in cui troverebbe il connazionale Serge Gakpé) o Atalanta. Ma potrebbe essere un'interessante scommessa, anche, per la Lazio di Simone Inzaghi.

Il meglio dai social

Svincolato? Senza squadra? La stella togolese 32enne Emmanuel Adebayor si è presentato "in formissima" per questa Coppa d'Africa, al termine della quale, probabilmente, avrà una margherita di proposte da sfogliare.

Zero a zero con poche emozioni in campo? Non sugli spalti dello Stade d'Oyem (entroterra gabonese in direzione Guinea Equatoriale), grazie allo show da veri mattatori offerto dai tifosi togolesi. I più colorati e i più "musicali" di tutta l'Africa.

Attaccante classe 1989, gioca in Kazakistan, tra le fila dell'Astana. E' stato il grande protagonista del match contro il Marocco. Il suo nome è Junior Kabananga Kalonji.

Già clamorosamente pronto l'aereo del ritorno per il Marocco del tecnico campione uscente Hervé Renard? L'ironia a colpi di tweet.

I tabellini

COSTA D'AVORIO-TOGO 0-0

Costa d'Avorio (4-3-3): Gbohouo; Aurier, Bailly, Kanon, Traore; Kessié, Dié, Seri (65' Doukouré); Zaha (70' Bony), Kodjia (82' Gradel), Kalou. All.: Dussuyer.

Togo (4-4-2): Agassa; Gakpé, Romao, Ouro-Okoriko, Djene; Dossevi (88' Agbégniadan), Atakora, Ayité, Bebou; Adebayor (89' Boukari), Kodjo Fodoh (82' Akakpo). All.: Le Roy.

Arbitro: Eric Otogo-Castane (Gabon).

Note - Recupero: 1+3.

Togo's goalkeeper Kossi Agassa blocks a shot on goal by Ivory Coast's forward Jonathan Kodjia (back) during the 2017 Africa Cup of Nations group C football match between Ivory Coast and Togo in Oyem on January 16, 2017.

Togo's goalkeeper Kossi Agassa blocks a shot on goal by Ivory Coast's forward Jonathan Kodjia (back) during the 2017 Africa Cup of Nations group C football match between Ivory Coast and Togo in Oyem on January 16, 2017.AFP

REPUBBLICA DEMOCRATICA DEL CONGO-MAROCCO 1-0

Reppubblica Democratica del Congo (4-3-3): Matampi; Mpeko, Tisserand, Zakuani, N'Sakala (65' Lomalisa Mutambala); Mbemba, Bokadi, Mulumba; Kabananga Kalonji (71' Maghoma), Bakambu (77' Mbokani), Mubele. All.: Ibengé.

Marocco (4-2-3-1): Munir; Dirar, Benatia, da Costa, Mendyl; Boussufa, Saïss (73' Fajr); Carcela-González (78' El Arabi), El Ahmadi, El Kaddouri (61' En-Nesyri); Bouhaddouz. All.: Renard.

Arbitro: Hamada el Moussa Nampiandraza (Madagascar).

Gol: 55' Kabananga Kalonji (RDC).

Note - Recupero: 1+6. Espulso: 81' Lomalisa Mutambala (RDC) per doppia ammonizione. Ammoniti: N'Sakala, da Costa.

0
0