Reuters

Leoni snobbati, Leoni indomabili: Ngadeu-Ngadjui e Bassogog mandano il Camerun in finale

Leoni snobbati, Leoni indomabili: Ngadeu-Ngadjui e Bassogog mandano il Camerun in finale

Il 02/02/2017 alle 21:55Aggiornato Il 05/02/2017 alle 21:33

Il difensore dello Slavia Praga segna sottoporta il suo secondo gol del torneo. Chiude i conti l'ala dell'Aalborg al 94'. Storia pazzesca quella della squadra di Broos, le cui convocazioni erano state snobbate da sette giocatori, che hanno preferito restare nei loro club e che ora si mangiano le mani per l'occasione persa. Domenica l'atto conclusivo con l'Egitto, riproposizione della finale 2008.

Cameroon's Christian Bassogog in action with Ghana's Frank Acheampong, Daniel Amartey and Wakaso Mubarak

Cameroon's Christian Bassogog in action with Ghana's Frank Acheampong, Daniel Amartey and Wakaso MubarakReuters

La cronaca della partita

Nulla da fare, ancora una volta, quindi per Avraham Grant, a cui resta fastidiosamente appiccicata l'etichetta di "perdente di successo" dopo le esperienze col Chelsea (e quella finale Champions persa a Mosca, ai rigori, contro il Manchester United) e lo stesso Ghana due anni fa in Guinea Equatoriale con la Costa d'Avorio di Renard ad alzare il trofeo dopo l'odiata "lotteria".

Il match di Franceville vede il Camerun partire subito forte: all'8' pericoloso, sugli sviluppi di un calcio d'angolo, il difensore Teikeu, che incorna di prepotenza battendo Razak ma non Afful, ben appostato sulla linea di porta. Quattro minuti più tardi, ancora Leoni: Moukandjo penetra sulla sinistra, deposita al centro dove trova la rasoiata di Ndip Tambe e la pronta respinta di Spiderman Razak. Il Ghana vacilla, ma si rialza nella seconda fase della prima frazione, senza però impensierire seriamente la difesa avversaria con le conclusioni dalla distanza di Wakaso e Atsu. Nella ripresa, la gara sembra incanalata verso i supplementari ma a 20' dalla fine cambia tutto: al 69', sugli sviluppi di un tiro dalla bandierina ghanese, Amartey non trova di un soffio la deviazione vincente. La trova eccome, invece, Ngadeu-Ngadjui, abilissimo ad approfittare di un'incomprensione fatale tra Razak e Boye su palla scodellata da calcio di punizione: tap in vincente, palla sotto la traversa e 1-0 Camerun. Il Ghana si fa arrembante ma e troppo disordinato. I Leni sfiorano il raddoppio col neoentrato Aboubakar e lo trovano, al 94' con un contropiede travolgente di Bassogog, tra i migliori in campo di questa sera. Due a zero e fine dei giochi.

La statistica chiave

Gli acuti di questa sera di Ngadeu-Ngadjui e Bassogog rappresentano i primi due gol in questa competizione che il Camerun ha realizzato calciando all'interno dell'area di rigore.

Il tweet

Il migliore

Michael NGADEU-NGADJUI: è stato colui che, durante i gironi, segnando il gol che ha ribaltato il match contro la Guinea Bissau, ha cambiato la legge del piano inclinato per il Camerun, proiettandolo a un'entusiasmante cavalcata in questo torno continentale. Questa sera, lui che di mestiere non fa l'attaccante ma il difensore centrale, ha dato un'ulteriore spinta ai suoi Leoni, mandandoli in finale con l'Egitto con una prova sontuosa nel pacchetto arretrato di Broos e, soprattutto, la rete che al 72' ha sbloccato l'incontro. E poi, il difensore dello Slava Praga, è un gran bravo ragazzo: è laureato in Ingegneria e del suo paese ha detto: "In Camerun, il sogno di tanti bambini è scappare quanto prima in Europa per realizzarsi. Io che dalla mia Terra sono andato via proprio da giovanissimo, il mio sogno è quello di poter giocare nella mia terra, senza per forza doversi allontanare così tanto".

Ngadeu-Ngadjui - Cameroun

Ngadeu-Ngadjui - CamerounAFP

Il peggiore

Brimah RAZAK (Ghana): errore costato carissimo, quello al 72' del portiere ghanese detto "Spiderman" per il pupazzetto dell'Uomo ragno che custodisce sempre in fondo al sacco. Esce a farfalle sulla punizione di Moukandjo, scontrandosi con Boye e regalando a Ngadeu-Ngadjui la rete che sblocca e - di fatto - decide le orti dell'incontro.

Ghana's goalkeeper Brimah Razak wipes his face as he warms up

Ghana's goalkeeper Brimah Razak wipes his face as he warms upAFP

Il tabellino

CAMERUN-GHANA 2-0

Camerun (4-2-3-1): Ondoa; Teikeu, Ngadeu-Ngadjui, Oyongo, Moukandjo; Djoum (77' Mandjeck), Siani; Bassogog, Zoua, Moukandjo; Ndip Tambe (73' Aboubakar). All.: Broos.

Cameroon's head coach Hugo Broos attends a training session at the Beaujoire Stadium in Nantes, western France, on May 29, 2016, on the eve of the friendly football match against France

Cameroon's head coach Hugo Broos attends a training session at the Beaujoire Stadium in Nantes, western France, on May 29, 2016, on the eve of the friendly football match against FranceAFP

Ghana (4-3-3): Razak; Afful, Boye, Amartey, Acheampong; Atsu, Acquah (75' Asamoah Gyan), Wakaso; Partey (86' Agyemang Badu), J. Ayew, A. Ayew. All.: Grant.

Ghana's Israeli coach Avram Grant attends a press conference on January 28, 2017, in Oyem on the eve of the 2017 Africa Cup of Nations football tournament Gabon 2017 quarter-final match between Ghana and Democratic Republic of Congo.

Ghana's Israeli coach Avram Grant attends a press conference on January 28, 2017, in Oyem on the eve of the 2017 Africa Cup of Nations football tournament Gabon 2017 quarter-final match between Ghana and Democratic Republic of Congo.AFP

Arbitro: Bakary Gassama (Gambia).

Gol: 72' Ngadeu-Ngadjui (C), 94' Bassogog (C).

Note - Recupero: 1+4. Ammonito: Moukandjo.

0
0