Getty Images

Salah non punge, ma ci pensa Trezeguet: l'Egitto sorride, Zimbabwe battuto 1-0

Salah non punge, ma ci pensa Trezeguet: l'Egitto sorride, Zimbabwe battuto 1-0

Il 22/06/2019 alle 00:13

I Faraoni cominciano con il piede giusto la Coppa d'Africa imponendosi di misura nel match d'esordio a Il Cairo: il gol decisivo arriva al 41' grazie a uno spunto personale dell'ala del Kisimpasa. Nella ripresa Salah sfiora il raddoppio ma, complici le parate di Sibanda e un po' di imprecisione, resta a secco.

L'Egitto batte 1-0 lo Zimbabwe nel match inaugurale dell'edizione 2019 di Coppa d'Africa 2019 a Il Cairo grazie a una magia di Trezeguet in chiusura di primo tempo. Buona la prova di Salah cui però è mancato il guizzo decisivo negli ultimi sedici metri.

Faraoni in campo con l'annunciato 4-3-3

Aguirre punta sull'annunciato 4-3-3 caratterizzato dal tridente offensivo composto da Salah, Trezeguet e Mohsen supportato da un centrocampo solido in cui figurano Elneny, Said e Hamed. Difesa a quattro con Ashraf e Elmohamady sulle fasce, Hegazy e Alaa i centrali davanti al portiere El Shenawy. Il ct Chidzambwa replica con un modulo speculare: recupera l'attaccante Billiat affiancandolo a Musona e Mushekwi, affida le chiavi del centrocampo a Munetsi sostenuto da Nakamba e Karuru, spera nella solidità della difesa formata da Darikwa, Mudimu, Hadebe, Lunga davanti a Sibanda.

Mohamed Salah con la maglia dell'Egitto - Coppa d'Africa 2019

Mohamed Salah con la maglia dell'Egitto - Coppa d'Africa 2019Getty Images

Al 41' la rete che decide il match

L'Egitto parte a spron battuto e sfiora il gol per ben due volte nei primi tre minuti: prima Sibanda anticipa Trezeguet in extremis, poi il portiere smanaccia il colpo di testa di Mohsen. I Faroni spingono in maniera insistente, Salah è indemoniato in avanti e cerca di lanciare Mohsen e Trezeguet: un dominio totale dei padroni di casa che sono superiori tecnicamente e in fase di possesso palla, i Guerrieri non riescono a reagire e faticano a superare la metà campo. Il caldo si fa sentire ma l'Egitto non demorde e al 41′ trova il meritato gol del vantaggio: Trezeguet salta un avversario sulla sinistra, entra in area e calcia a giro battendo Sibanda.

Salah è vivace ma non punge

Nella ripresa sono sempre i Faraoni a dettare il ritmo che è meno forsennato rispetto al primo tempo, le energie iniziano a calare progressivamente. Lo Zimbabwe non riesce mai a imbastire un'azione offensiva e la partita rimane aperta soltanto grazie ai miracoli di uno strepitoso Sibanda che al 67′ si inventa una magia su Salah, servito brillantemente da Trezeguet. Nell'ultimo quarto d'ora i Faraoni gestiscono la situazione, all'80' si infortuna Sibanda che deve lasciare il campo, l'Egitto insegue il gol del raddoppio nonostante la stanchezza e Salah lo sfiora all'87' non trovando però la gioia della rete personale.

Video - "Alzala Salah!" Il Liverpool è in festa per le vie della città per la vittoria della Champions

00:30
0
0