Eurosport

L'Arezzo fa festa

L'Arezzo fa festa
Di Eurosport

Il 06/12/2006 alle 18:20Aggiornato

Un gol di Floro Flores manda l'Arezzo ai quarti di Coppa Italia, dove affronterà il Milan. Il Livorno, passato in vantaggio con Paulinho, non è riuscito a ribaltare l'1-2 dell'andata.

Nel derby toscano la spunta l'Arezzo e lo fa grazie a un gol del solito Floro Flores, che regala il pari agli amaranto ospiti e qualifica la sua squadra ai quarti di finale di Coppa Italia contro il Milan. Il Livorno ha cercato di vincere e, pur in formazione largamente rimaneggiata, ha creato molto senza avere però la lucidità di concretizzare le occasioni e recriminando sulle numerose palle-gol sprecate. Non sono bastati neppure i dieci minuti della disperazione voluti da Lucarelli, entrato in campo immediatamente dopo il gol del pari che condannava all'eliminazione i padroni di casa.

Ma l'assalto all'arma bianca finale, sotto la pioggia che aveva reso il campo molto scivoloso non ha sortito l'effetto sperato. Eppure il Livorno aveva messo la gara in discesa nel primo tempo, soprattutto grazie a una prova convincente del giovane brasiliano Paulinho, pericoloso in più occasioni, e decisivo al 42' quando un break di Filippini a centrocampo ha rilanciato l'azione offensiva del Livorno. Il mediano livornese ha servito Danilevicius che, entrato in area, ha smarcato Paulinho, abile a saltare un difensore con il destro e battere Bremec con un pregevole diagonale di sinistro al volo.

Nella ripresa l'Arezzo ha badato soprattutto a non subire il secondo gol e l'andamento della partita senza subire troppo i padroni di casa che sono andati vicino al gol con Bakayoko al 25' che però ha peccato d'egoismo calciando sul portiere in uscita mentre Danilevicius era completamente solo in mezzo all' area. Poi l'Arezzo ha trovato il pareggio, complice anche la difesa livornese rimasta ferma in attesa di una segnalazione di fuorigioco che non c' è stata e così Floro Flores, solo davanti a Manitta, ha controllato il pallone e battuto il portiere in uscita.

Recrimina il Livorno per la qualificazione sfumata anche se la testa è già all'anticipo di sabato in campionato a Palermo. C'é da tentare di difendere il quarto posto e per questo Arrigoni ha lasciato ampio spazio alle seconde linee. Sorride invece l'Arezzo che, invischiato in fondo alla classifica del campionato di serie B, continua la sua marcia in Coppa Italia.

0
0