LaPresse

Milinkovic-Immobile: la Lazio surclassa la Roma, 2-0 nel match d'andata

Milinkovic-Immobile: la Lazio surclassa la Roma, 2-0 nel match d'andata

Il 01/03/2017 alle 22:42Aggiornato Il 01/03/2017 alle 23:25

Grande prova della squadra di Inzaghi, che con un gol per tempo piega un'irriconoscibile Roma. Era dalla finale del 2013 che la squadra biancoceleste non vinceva un derby, dal 2009 che non ne vinceva uno con due gol di scarto. Il ritorno si giocherà ad inizio aprile

Una Lazio sublime si aggiudica l'andata delle semifinali di Coppa Italia contro una Roma spaesata ed evidentemente sfiancata dall'impresa di San Siro. Un 2-0 netto, meritato, ottenuto grazie alla perfetta tattica preparata da Simone Inzaghi. Nel 3-5-2 biancoceleste è funzionato tutto: Immobile davanti a dar fastidio ad ogni impostazione giallorossa, Lukaku alto a sinistra, prorompente contro un Bruno Peres negativo, la staffetta Anderson-Keita, per sfruttare la freschezza atletica di entrambi in momenti diversi della partita e gli inserimenti del letale Milinkovic-Savic, che a 22 anni pare destinato a far gola a tutte le big europee nel prossimo mercato estivo. Spalletti è stato tradito dai suoi uomini chiave, da Fazio a Strootman, da Manolas a Salah. La Roma ha creato qualche occasione, ma non è sembrata lucida e compatta come in quasi tutta questa stagione. Stanchezza o meno, ora servirà una prestazione superba per rimontare la pesante sconfitta subita stasera nella gara di ritorno.

Lazio

LazioAFP

LA CRONACA

Il primo tempo è vibrante. La gara la imposta sostanzialmente la Roma, mentre la Lazio, sistemata da Inzaghi con un accorto 3-5-2, agisce di rimessa. Dopo un paio di tentativi fuori misura di Dzeko e un colpo di testa centrale di Fazio, nella fase centrale di primo tempo le occasioni migliori sono tutte per i biancocelesti: Milinkovic di testa e Immobile in diagonale impegnano Alisson. È il preludio al gol, che arriva al 30’: Biglia recupera, Milinkovic lancia Anderson, che salta Fazio e mette indietro rasoterra per il sinistro di prima intenzione dello stesso centrocampista serbo, che batte Alisson. La Roma con Dzeko prova a reagire subito, ma la Lazio regge fino all’intervallo, rendendosi pericolosa con un paio di contropiedi non concretizzati.

Ciro Immobile Lazio Roma 2017

Ciro Immobile Lazio Roma 2017LaPresse

Nella ripresa la Roma fatica ancora a contenere le sfuriate laziali. Ci provano Felipe Anderson e Parolo, senza trovare la porta. Poi Salah, in uno dei rari squilli della sua partita, scheggia il palo con il mancino imbeccato da Nainggolan. Entrano Perotti, Keita ed El Shaarawy. La Roma ci prova, ma a raddoppiare è un’indemoniata Lazio. Keita salta nettamente Manolas, va sul fondo e serve sul secondo palo l’accorrente Immobile, che timbra facilmente il 2-0 biancoceleste. Siamo al 78’, ma la Roma non riesce più a reagire. L'assedio finale e l'ingresso di Totti non portano risultati. Vince 2-0 la squadra di Inzaghi, che avrà un bel vantaggio da gestire nella gara di ritorno.

IL MIGLIORE

Sergey MILINKOVIC-SAVIC – Prima impegna Alisson, poi trova il meritato gol con un sinistro in inserimento. Centrocampista ultra moderno, che oltre ad essere fortissimo nel gioco aereo, ha anche ottime doti tecniche. A tutto campo, per tutto il match.

IL PEGGIORE

Kostas MANOLAS – Mai visto così in difficoltà da quando veste la maglia della Roma. Immobile lo tormenta, Anderson lo brucia, Keita lo mette in imbarazzo. Malissimo.

LA STATISTICA CHIAVE

Era dal derby-finale del 2013 che la Lazio non batteva la Roma. Dall'aprile 2009 (4-2) che non riusciva a vincere il derby con due di scarto.

IL TWEET

IL TABELLINO di Lazio-Roma 2-0

LAZIO (3-5-2): Strakosha; Bastos, de Vrij, Wallace; Basta, Parolo, Biglia, Milinkovic (Dal 91’ Murgia), Lukaku (Dal 80’ Crecco); Felipe Anderson (Dal 67’ Keita); Immobile. All. Simone Inzaghi

ROMA (3-4-2-1): Alisson; Rudiger, Fazio, Manolas; Peres (Dal 86’ Totti), Paredes (Dal 64’ Perotti), Strootman, Emerson; Salah (Dal 69’ El Shaarawy), Nainggolan; Dzeko. All. Luciano Spalletti

Arbitro: Irrati di Pistoia

Gol: 30’ Milinkovic (L), 78’ Immobile (L)

Ammoniti: Parolo, Rudiger, Strakosha, Biglia

***

0
0