Getty Images

Allegri: "Era da matti pensare che la Juventus potesse vincere tutte le partite. Espulso? Giusto"

Allegri: "Era da matti pensare che la Juventus potesse vincere tutte le partite. Espulso? Giusto"

Il 30/01/2019 alle 23:02Aggiornato Il 30/01/2019 alle 23:44

Allegri la prende con filosofia dopo la sconfitta per 3-0 con l'Atalanta che ha sancito l'eliminazione dei bianconeri dalla Coppa Italia.

L’arrabbiatura è tanta, ma Allegri non se la prende con i suoi dopo il netto 0-3 di Bergamo. La Juventus è stata eliminata dalla Coppa Italia, ma non si può sempre vincere... Questo il mantra del tecnico dei bianconeri.

" Non è successo niente, ai ragazzi non si può rimproverare nulla. Non so quante partite abbiano vinto, è capitata la serata storta. Già domenica con la Lazio avevamo fatto un brutto primo tempo, reagendo bene e stando in partita. Stasera invece è andato tutto storto, poi abbiamo regalato il primo gol insieme al terzo. L'Atalanta ha meritato, aveva più voglia e forza mentale. Era da matti pensare che la Juventus potesse vincere tutte le partite. Dispiace uscire perché tenevamo a questo trofeo, ma dobbiamo fare i complimenti all'Atalanta che ha fatto la sua partita aggressiva, fisica. Nel secondo tempo hanno fatto un tiro in porta e noi ci siamo fatti gol lo stesso. Il calcio è questo, ci sono anche queste serate, vanno sapute prendere e ricaricare le energie mentali"

L'espulsione a fine primo tempo?

" Hanno fatto bene ad allontanarmi, l'arbitro ha fatto bene. Bisogna fargli i complimenti, io mi sono arrabbiato. È stata una classica protesta, ma non è quello che ci ha fatto perdere la partita. Eravamo scarichi mentalmente, ma ci sta. Abbiamo fatto 59 punti, vinto una Supercoppa, giocato le ultime sempre lontano e questo ha influito. Ora dobbiamo ritirarci su perché sabato abbiamo il Parma, una squadra rognosa che chiude tutti gli spazi"

Questo può essere un campanello d'allarme?

" Se questo è un campanello d'allarme per noi, per le altre squadre cosa deve essere? Un campanaccio? Nel calcio si vince e si perde, non si può sempre vincere. Ci sono delle combinazioni che non si sono verificate, se avessimo pareggiato in campionato non sarebbe successo nulla e invece ora siamo fuori dalla Coppa Italia. È una serata da riprendere perché ci fa bene. Era nell'aria, l'anno scorso avevamo vinto in casa con la Sampdoria, l'avevamo scampata a Crotone e siam caduti col Napoli. Quando ci sono questi momenti poi crolli. Avevamo gente che rientrava dagli infortuni, Chiellini è uscito subito, mi dispiace per De Sciglio che aveva fatto una bela partita da centrale, ma recuperiamo energie e pensiamo a sabato. Non sono preoccupato, i ragazzi devono solo stringere i denti. Dobbiamo recuperare giocatori, Mandzukic sarà a disposizione, Khedira e Pjanic sono rientrati. Non dovremo giocare due semifinali di coppa quindi potremo recuperare. Ora pensiamo a battere Parma"

Video - Allegri: "Ma dove sta scritto che la Juventus è la super favorita per la Champions? È folle"

01:55

Video - Allegri: "Comprare un altro difensore? Non è che la Juventus può avere 100 giocatori"

01:13

Gian Piero Gasperini (Atalanta)

" I gol sono di qualità, come tutto il resto del gioco. L'Atalanta non corre e basta. Come si batte la Juventus? Non c'è un segreto, ci sono modi di interpretare la partita. Abbiamo sempre pensato che difendersi e basta sarebbe stato un suicidio, anche perché le partite le perdi lo stesso contro di loro. Bisogna sì difendere con intensità ma soprattutto giocare bene contro la juventus, con qualità e cercando di fare gol perchè loro uno te lo fanno, non stasera però. La Juventus ha mille risorse, non devi mai rinunciare anche a prenderti dei rischi. I ragazzi sono stati bravissimi a farlo, ma ci riesci solo se hai giocatori importanti come ci sono all'Atalanta "

Quanto vale Zapata?

" Non lo so, per fortuna le cifre non sono quelle che posso elencare io. Sta facendo delle cose straordinarie, è un attaccante fantasticom se chiuderà la stagione con questa continuità entrerà tra quelli che sono gli attaccanti più pagati"

Video - Quagliarella, Klose, Toni, Miura: quei goleador senza età capaci di realizzare imprese da record

01:35
0
0