Getty Images

Inter dilagante contro il Benevento: a San Siro finisce 6-2, ai quarti c’è la Lazio

Inter dilagante contro il Benevento: a San Siro finisce 6-2, ai quarti c’è la Lazio

Il 13/01/2019 alle 20:01Aggiornato Il 13/01/2019 alle 21:48

Buon rientro per la squadra di Spalletti dopo la sosta, con un netto successo che vale i quarti di Coppa Italia. Per i nerazzurri gol di Icardi, Dalbert e doppiette per Candreva e Lautaro Martinez. Benevento generoso dopo un avvio shock, ma ai giallorossi non bastano le reti di Insigne e Bandinelli.

Tutto facile per l'Inter. Al rientro dalla sosta, la squadra di Spalletti fa la voce grossa e spazza via il Benevento di Bucchi agli ottavi di Coppa Italia, chiudendo la gara con un sonoro e netto 6-2. Troppo ampio il divario tra le due formazioni in campo, nonostante il lieve turnover dei nerazzurri. I due gol in avvio mettono la partita sui binari desiderati dai padroni di casa e nonostante qualche distrazione difensiva, l'Inter non perde mai il controllo della gara, facendo male all'avversario ad ogni cambio di ritmo. Sugli scudi Candreva e Lautaro Martinez, al di là della doppietta che li ha visti protagonisti nel tabellino dei marcatori. Per i nerazzurri ai quarti ci sarà la Lazio.

La cronaca del match

In un San Siro deserto per i fatti di Inter-Napoli, Spalletti propone qualche novità. Esordio per Padelli e Ranocchia, torna Candreva e c’è Lautaro in campo con Icardi. Il Benevento di Bucchi si affida alla coppia d’attacco Coda-Insigne. La partenza dei nerazzurri è bruciante. Dopo novanta secondi l’arbitro Giua giudica falloso il contatto tra Antei e Candreva e indica il dischetto. Icardi è impeccabile e fa 1-0, nonostante l’intuizione di Montipò. Il Benevento risponde con la conclusione ravvicinata di Tello, ma Padelli è attento. E al secondo affondo l’Inter raddoppia. Corner dalla destra, Icardi colpisce il palo di testa e il pallone carambola sui piedi di Candreva, che con un diagonale di prima intenzione sigla il raddoppio. La squadra di Spalletti gestisce con più calma l'incontro e Improta e Insigne, due volte a testa, provano a impensierire la retroguardia nerazzurra, ma le loro conclusioni non hanno fortuna. E al tramonto del tempo, gli ospiti vengono puniti nuovamente. Bel contropiede dell'Inter, orchestrato da Perisic. Il croato premia la sovrapposizione di Dalbert, che con un mancino potente sigla il tris.

Antonio Candreva esulta dopo il gol segnato al Benevento, Inter-Benevento, Coppa Italia, Getty Images

Antonio Candreva esulta dopo il gol segnato al Benevento, Inter-Benevento, Coppa Italia, Getty ImagesGetty Images

L'inizio della ripresa ricalca la fine del primo tempo e passati appena due minuti l'Inter segna il quarto. È Lautaro Martinez ad iscriversi alla festa, deviando di testa il cross al bacio di Perisic. Il Benevento si scuote e Insigne accorcia le distanze con una gran punizione mancina. Ma i nerazzurri continuano ad essere pericolosi in ripartenza e poco più tardi si ripete il tandem Perisic-Lautaro. Tocco del croato e destro preciso del "Toro" per il quinto gol. Ma le emozioni non sono finite. L'Inter trova il modo di far innervosire Spalletti, con Bandinelli che anticipa Brozovic e avvicina nuovamente l'Inter nel punteggio. Ma il tempo scorre e il Benevento non ne ha più. Ne ha invece Candreva, che all'ultimo minuto di recupero se ne va in progressione e sigla la personale doppietta con un tocco preciso di destro: 6-2. Festeggia lui, festeggia l'Inter. Il rientro è dolce per i nerazzurri.

La statistica

48 - Come gli anni trascorsi dall'ultima volta che l'Inter aveva segnato 6 gol in una gara di Coppa Italia. Era il 1971 e i nerazzurri vinsero per 6-0 contro la Reggina.

Il migliore

Lautaro MARTINEZ - Nel primo tempo si abbassa spesso, facendo da raccordo tra le linee e cercando il dialogo con Icardi. Nella ripresa, da unica punta, sigla una doppietta d'autore.

Il peggiore

Massimo CODA - Combina davvero poco là davanti. Chiuso bene da Skriniar e Ranocchia, non ne esce più. Giustamente sostituito.

Il tabellino

Inter-Benevento 6-2

Inter (4-4-2): Padelli; Vrsaliko, Skriniar, Ranocchia, Dalbert; Candreva, Gagliardini, Brozovic (82’ Joao Mario), Perisic (67’ Borja Valero); Icardi (46’ Politano), Lautaro Martinez. Allenatore: Spalletti

Benevento (3-5-2): Montipò; Tuia, Antei, Di Chiara; Letizia, Bonaiuto (84’ Sanogo), Bandinelli, Tello, Improta; Insigne, Coda (75’ Ricci). Allenatore: Bucchi

Marcatori: 3’ Icardi, 8’, 90+4' Candreva, 45+1’ Dalbert, 48’, 67’ Lautaro, 58’ Insigne, 74’ Bandinelli

Ammoniti: Vrsaliko, Gagliardini, Montipò

Video - Da Milinkovic Savic a Perisic, le 7 delusioni di questi primi mesi di Serie A

01:28
0
0