Getty Images

La moviola di Atalanta-Lazio: la Dea protesta per un fallo di mano di Bastos, la VAR non interviene

La moviola di Atalanta-Lazio: la Dea protesta per un fallo di mano di Bastos, la VAR non interviene
Di Eurosport

Il 15/05/2019 alle 22:30Aggiornato Il 15/05/2019 alle 23:55

La finale di Coppa Italia non è semplice da dirigere per Luca Banti: tanti interventi al limite, l'azione più discussa è un fallo di mano del difensore non punito nemmeno dalla tecnologia. Lo stesso Bastos verrà poi sostituito da Inzaghi al 35' per scelta tecnica.

Polemiche per il mancato intervento della VAR nel corso di Atalanta-Lazio, finale di Coppa Italia. I nerazzurri al 25' del primo tempo irrompono in area: sulla conclusione di de Roon, che poi termina sul palo, c'è una deviazione evidente con il braccio alto di Bastos, ammonito al 24'. Calvarese, Var della sfida, non richiama l'attenzione di Banti, considerando congruo il movimento del braccio che non va verso il pallone, ma l'aumento del volume del corpo scatena le polemiche di Gasperini e del suo staff davanti al monitor.

L'intervento con il braccio di Bastos in Atalanta-Lazio, finale di Coppa Italia

L'intervento con il braccio di Bastos in Atalanta-Lazio, finale di Coppa ItaliaTwitter

Al 36', lo stesso Bastos, difensore centrale angolano dei biancocelesti, viene sostituito da Radu. A motivare la scelta tecnica di Inzaghi, una bocciatura, è l'ammonizione rimediata al 24' e l'episodio del fallo di mano appena descritto. Al 36' Masiello ferma Correa lanciato a rete al limite dell'area, l'arbitro fischia fallo e ammonisce il centrale dell'Atalanta: proteste furiose dei giocatori della Lazio che invocano il rosso, ma il provvedimento disciplinare, vista la direzione dell'azione, è corretto. Banti, ormai prossimo al ritiro, era alla sua ultima direzione di gara.

Video - Gasperini: "Emozione? Sparisce quando scendiamo in campo, abbiamo una testa forte"

01:20
0
0