Getty Images

Zapata-Pasalic nel finale: l'Atalanta espugna Cagliari, ai quarti c'è la Juventus

Zapata-Pasalic nel finale: l'Atalanta espugna Cagliari, ai quarti c'è la Juventus

Il 14/01/2019 alle 19:25Aggiornato Il 14/01/2019 alle 19:54

Con due gol negli ultimi minuti di gara, i nerazzurri certificano un gran secondo tempo e guadagnano i quarti di finale di Coppa Italia, dove affronteranno la Juventus.

L'Atalanta c'è. Con una prova in crescendo e un secondo tempo di grande sostanza, la squadra di Gasperini espugna Cagliari e si guadagna i quarti di finale di Coppa Italia, dove sfiderà la Juventus campione in carica. Una vittoria maturata solo nel finale ma di fatto meritata per i nerazzurri, che dopo un primo tempo equilibrato hanno messo le mani sulla partita. Difetti di mira, poca cattiveria e un super Cragno hanno tenuto a lungo in vita la parità, prima degli squilli finali. Ancora a segno Zapata, nonostante una partita sottotono fino al gol, e Pasalic, su assist del colombiano.

La cronaca

Posta in palio importante alla Sardegna Arena, per questo i due allenatori schierano la miglior formazione possibile. L’Atalanta parte forte. Gomez e Freuler ci provano da fuori nei primi minuti, ma senza essere efficaci. Il Cagliari risponde con Pavoletti, che al 10’ va in gol. Ma l’arbitro Piccinini annulla per un fuorigioco piuttosto netto. La partita è equilibrata e le due squadre si dividono possesso e occasioni. Ilicic va per due volte a un passo dal vantaggio, ma prima sfiora il palo col diagonale di destro, poi non trova la deviazione vincente a pochi passi dalla porta. Dall’altra parte il protagonista è...Palomino. Il difensore argentino è provvidenziale nel salvare sulla linea il colpo di testa di Ionita e fa lo stesso nel recupero sul pallonetto di Padoin, al tap-in dopo la parata di Gollini sul suo mancino potente.

Si riparte a ritmi blandi. Il primo squillo è di Pavoletti, ma dopo uno stop pregevole su lancio di Srna la conclusione è imprecisa. Dopo il quarto d'ora l'Atalanta alza il forcing e per il cagliari sono dolori. Cragno indossa il mantello da supereroe e respinge alla grande due conclusioni a testa di Ilicic e Zapata. E quando il portiere rossoblu non ci arriva, è il palo a strozzare in gola l'urlo degli ospiti, vedi l'ennesimo tiro di Ilicic. I supplementari sembrano materializzarsi all'orizzonte, ma all'improvviso l'Atalanta passa. Cross dalla destra, Castagne colpisce al volo e serve involontariamente Zapata, che di in tuffo fa 1-0. Il Cagliari non ne ha più e all'ultimo minuto di recupero il neoentrato Pasalic raccoglie la sponda di Zapata e chiude la gara.

La statistica

10 - I gol di Zapata nelle ultime 7 partite in tutte le competizioni. Il colombiano ha avuto bisogno di soli 13 tiri per raggiungere questa cifra.

Il migliore

Alessio CRAGNO - Primo tempo senza grandi interventi, diventa protagonista nella ripresa con almeno tre parate decisive su Zapata e Ilicic. Se c'è partita fino alla fine, buona parte del merito va a lui.

Il peggiore

Filippo ROMAGNA - Nel primo tempo se la cava, naufraga quando l'Atalanta imprime il massimo sforzo nella ripresa. Complice nell'azione del raddoppio dell'Atalanta.

Il tabellino

Cagliari-Atalanta 0-2

Cagliari (4-3-1-2): Cragno; Srna, Romagna, Ceppitelli, Padoin; Ionita (76’ Birsa), Cigarini (76’ Bradaric), Faragò; Barella; Joao Pedro, Pavoletti (67’ Farias). All. Maran

Atalanta (3-4-1-2): Gollini; Toloi, Djimsiti, Palomino; Hateboer, Pessina, Freuler, Castagne; Gomez (90+1' Pasalic); Ilicic, Zapata. All. Gasperini

Marcatori: 88’ Zapata, 90+2' Pasalic

Ammoniti: Cigarini, Freuler, Faragò, Toloi, Djimsiti

Video - Da Esnaider a Fabio Junior, da Anderson a Shaqiri: i 10 peggiori acquisti del mercato di gennaio

01:58
0
0