Getty Images

Le pagelle di Fiorentina-Atalanta 2-1: Castrovilli sale in cattedra, Pezzella shock. Muriel sperso

Le pagelle di Fiorentina-Atalanta 2-1: Castrovilli sale in cattedra, Pezzella shock. Muriel sperso

Il 15/01/2020 alle 17:25Aggiornato Il 15/01/2020 alle 18:16

Il centrocampista classe 1997 incanta il Franchi per 90 minuti e innesca l'azione del gol di Cutrone. Il capitano viola abbandona la nave per espulsione dopo una simulazione evitabile. Ilicic-Muriel? Tra i due ex della sfida, è lo sloveno che lascia il segno

--- Le pagelle della Fiorentina ---

Pietro TERRACCIANO 6 - Buona presenza in porta che non fa rimpiangere il titolare Dragowski. Nella ripresa si avventura in uno slalom fuori area, ma Malinovski lo grazia. Così come i due legni colpiti dalla Dea.

Nikola MILENKOVIC 6,5 - Una vera e propria forza della natura, vince tutti i contrastri e in avvio si "guadagna" l'ammonizione di Caldara che condiziona la partita dell'ex rossonero

German PEZZELLA 4,5 - Un capitano non abbandona mai la nave. La sua simulazione sull'intervento di Ilicic è inqualificabile. Anche perchè su di lui pendeva la spada di Damocle di una precedente ammonizione

Federico CECCHERINI 5 - Si perde Ilicic in occasione dell'1-1. Il cliente è scomodo, ma l'area piccola deve essere il suo regno. Rimandato

Pol LIROLA 7 - Il suo gol segna un prima e un dopo. E' un turning point della stagione della Viola. Una firma, all'83' sotto la Fiesole, che rilancia le quotazioni dello spagnolo in prestito dal Sassuolo che già aveva fatto il salto di qualità nelle prime due uscite con Iachini

Marco BENASSI 6 - Si mangia un gol per troppa generosità tutto solo davanti a Gollini. Per il resto tanta, tantissima legna

Erick PULGAR 6,5 - Quando ha la palla tra i piedi il cileno, potete stare certi che non la perderà. L'invenzione per Lirola nel finale è un capolavoro che presto sarà esposto agli Uffizi

Gaetano CASTROVILLI 7,5 - E' ritornato quello di inizio stagione: non sbaglia una giocata, taglia in due il centrocampo della Dea e dispensa assist. Giocatore di un'altra categoria, ha classe da vendere.

DALBERT 6,5 - Regala un cioccolatino a Cutrone in avvio di match in un'azione che è l'emblema della sua attitudine: corsa, sacrificio e generosità.

Patrick CUTRONE 7 - Fa quello che gli viene meglio: ovvero segnare. Punisce Gollini alla prima palla utile. E' il migliore in campo perchè non deludere le aspettative dopo una brutta avventura come quella inglese non era facile. Fa anche tanto lavoro sporco e guadagna falli utili. Encomiabile (dal 73' CACERES 6 - Entra e fa il suo, ovvero contenere l'entusiasmo della'Atalanta quando la squadra è in dieci)

Dusan VLAHOVIC 6 - Si sbatte tanto, ma sbaglia altrettanto come quando si fa murare un tiro a porta vuota da Djimsiti (dall'88' CHIESA S.V.)

All. Giuseppe IACHINI 7 - La sua Fiorentina è umile, operaia e... si diverte. Cutrone è l'uomo ideale per il suo progetto, in attesa di Ribery. Ora sotto a chi tocca, Napoli e Inter sono avvisate.

Patrick Cutrone e Pol Lirola esultano: gli autori dei gol in Coppa Italia contro la Fiorentina, Coppa Italia, Imago

Patrick Cutrone e Pol Lirola esultano: gli autori dei gol in Coppa Italia contro la Fiorentina, Coppa Italia, ImagoImago

--- Le pagelle dell'Atalanta ---

Pierluigi GOLLINI 6 - Non ha particolari responsabilità sui due gol. Per il resto solita attenzione e presenza

Andrea MASIELLO 5 - In grande difficoltà fin dai primi minuti. Si nota la comprensibile scarsa empatia con Caldara, appena arrivato. Colpevole in occasione dell'1-0 di Cutrone, viene sostituito da Gasp nella ripresa (dal 57' GOMEZ 6 - Anima la fascia sinistra e poco dopo il suo cambio l'Atalanta segna. Si spegne nel finale)

Mattia CALDARA 5,5 - Non giocava una partita titolare da 266 giorni e si vede. Sbaglia spesso i tempi ed è malposizionato in occasione del gol di Cutrone. Con tutte le attenuanti del caso, partita insufficiente dell'ex rossonero (dal 77' PALOMINO S.V.)

Berat DJIMSITI 6,5 - Assieme a Malinovski è il migliore dei suoi. La motivazione? Annulla Vlahovic

Hans HATEBOER 5 - Spaesato e senza punti di riferimento dalla parte di Dalbert. Attacca poco gli spazi in attacco, pasaggio a vuoto

Marten DE ROON 6 - Gara invisibile del 28enne olandese che non sfigura, ma non incanta nemmeno

Remo FREULER 5,5 - Cos' come Hateboer, pomeriggio complicato anche per lo svizzero nella morsa di Benassi e Pulgar (dal 46' ILICIC 6 - 29 gol in 106 presenze con la Fiorentina non si dimenticano. I suoi ex tifosi lo punzecchiano fin dal primo minuto in campo. Lo sloveno restituisce i "complimenti" con la solita zampata in area di rigore)

Robin GOSENS 5 - Chi c'era in marcatura su Lirola sul gol partita? Colpisce l'incrocio dei pali, ma è più un suo errore che sfortuna

Mario PASALIC 5,5 - Una traversa tutto solo davanti a Terracciano che pesa sull'economia della gara. Eccome se pesa.

Ruslan MALINOVSKYI 6,5 - Il migliore dei suoi. L'ucraino è in costante proiezione offensiva, il pericolo pubblico numero uno per la difesa di Iachini. Da una sua giocata nasce il pareggio di Ilicic. Indispensabile come nella storica notte di Kharkiv, anche se il risultato finale è diverso

Luis MURIEL 5 - Mai pericoloso, bivacca nell'area di rigore di Gollini senza pungere. Un ritorno al Franchi amaro

All. Gian Piero GASPERINI 5 - Il Franchi gli rovina il pomeriggio con 90 minuti di insulti liberi, lui si vendica nel post partita ("Non ho mai insultato nessuno. Ero motivato al massimo per la mia squadra e mi hanno gridato più volte "Figlio di p...". Mia madre ha fatto la guerra per dare diritto di parola a questi deficienti: loro sì che sono dei figli di p... Non lo accetto: questa è cafonaggine e maleducazione". Tra le cose di campo l'unico rimorso è: perchè non schierare almeno uno tra Ilicic, Zapata e Gomez dal primo minuto? Sarà stata una scelta ponderata in funzione dei tanti prestigiosi impegni che aspettano la Dea nei prossimi mesi?

0
0