Getty Images

Pioli: "Rigore? Sono confuso, non capisco quali siano mani e quali no. Calabria non poteva sparire"

Pioli: "Rigore? Sono confuso, non capisco quali siano mani e quali no. Calabria non poteva sparire"

Il 13/02/2020 alle 23:29Aggiornato Il 13/02/2020 alle 23:31

Il tecnico del Milan preferisce parlare della prestazione dei suoi, ma a domanda precisa si chiede quali siano rigori per mano in area e quali no: "Chi ha giocato sa che si salta con le braccia, ed è stato tra l'altro colpito prima che potesse ricadere e togliere le braccia. Poi c'era un fallo su Ibrahimovic ad inizio azione".

Stefano PIOLI

" Avevo chiesto ai miei di uscire stasera senza rimpianti. Stremati. I miei non devono averne, forse qualcun altro sì, ma non loro. Io sono orgoglioso e penso anche i tifosi. Volevamo e meritavamo un risultato diverso, ma è solo l'andata. Ci prepareremo per fare meglio al ritorno. Sul rigore mi sono arrabbiato perché c'era un fallo su Ibrahimovic ad inizio azione, e il rigore non sarebbe mai arrivato. Ricordo poi anche la riunione con gli arbitri, e il fatto che il rigore fischiato contro Cerri in Cagliari-Brescia non lo fosse. Mi sembra la stessa. Chi ha giocato sa che si salta con le braccia, ed è stato tra l'altro colpito prima che potesse ricadere e togliere le braccia. Sono confuso, non capisco quali siano mani e quali no. Il nostro giocatore oggi non poteva scomparire"

Cos'è cambiato con Rebic?

" Sicuramente lui ci ha messo qualcosa di diverso, poi anche il poter giocare vicino a Ibra lo ha aiutato. Mi auguro che mantenga questa determinazione e questa qualità perché sta diventando davvero molto importante per noi"

Si sente penalizzato dall'arbitraggio?

" Mi sento orgoglioso della squadra, un po' meno di altre cose"

Paolo MALDINI

" Siamo soddisfatti della prestazione. Meritavamo la vittoria, ma contro una squadra come la Juventus di grande qualità può succedere di non riuscirci. Siamo delusi per il risultato, ma negli occhi rimane la prestazione. Dopo il derby? Abbiamo visto una gara ancora migliore. In questa squadra è cambiato lo spirito, non si può dire nulla"

Sull'arbitraggio

" Dopo una partita del genere preferisco non parlare dell’arbitro, ma soffermarmi sulla prestazione della squadra. Al ritorno non ci saranno Ibrahimovic, Théo Hernandez e Castillejo? Abbiamo tanti giocatori, a Torino saremo in 11"

Video - Pioli: "Theo Hernandez può diventare uno dei migliori al mondo. Rebic si è rigenerato da solo"

02:03