Getty Images

Sarri: "Preoccupato per come gioca la Juve? Le preoccupazioni vere le ho solo per la salute"

Sarri: "Preoccupato per come gioca la Juve? Le preoccupazioni vere le ho solo per la salute"

Il 13/02/2020 alle 23:48Aggiornato Il 13/02/2020 alle 23:52

Il tecnico dei bianconeri non è preoccupato per l'involuzione del gioco della sua Juventus, ma spera di ritrovare comunque brillantezza nei prossimi 15 giorni considerando gli impegni contro Lione in Champions e nello scontro diretto con l'Inter.

Maurizio SARRI

" In questo momento non vedo un miglioramento. Fino a 20 giorni fa eravamo in crescita, in questa fase facciamo fatica. Stasera abbiamo palleggiato bene da dietro, ma siamo mancati negli ultimi venti metri. Se il palleggio torna a prendere quota, torneranno anche quelli. Prendiamo gol in circostanze evitabili, anche stasera c'era una palla lenta e facilmente difendibile. Venivamo da una brutta partita, abbiamo fatto piuttosto bene e il risultato può essere buono per il ritorno. Per stasera va bene così"

Nelle ultime partite si parte da 0-1

" Se avessi risposte certe si partirebbe da 0-0. A volte abbiamo subito gol per qualche leggerezza, stasera non abbiamo attaccato una palla da difendere meglio. Uno degli aspetti era provare a difendere alti e non portare Ibrahimovic dentro l'area. Anche se la palla non l'ha toccata, è stato fondamentale"

C’è preoccupazione?

" Non sono preoccupato, mi sento bene e le preoccupazioni vere le ho solo per la salute. No, mi sembrano fasi normali. Impensabile crescere con una curva d'ascesa continua, in nessun campo della vita figuriamoci in uno sport umorale e dipendente dalle condizioni mentali. Siamo in un momento di crescita bloccata, ma possiamo ripartire dal palleggio di stasera e lavorare su evitare qualche gol evitabile. Il calcio non è più come pochi anni fa, le squadre che finiscono con 18-20 gol subiti non ci sono più. Ci sembra di prenderne tanti, ma abbiamo due gol presi in più rispetto alla miglior difesa del campionato"

Troppo lenti a centrocampo?

" Sono in disaccordo, Pjanic ha fatto 40 minuti di buon livello. Solo nel secondo tempo è calato. Nel primo tempo le uscite da dietro sono state buone, visto il loro pressing e un terreno insidioso. Stasera Ronaldo è stato lasciato troppo solo per poter essere incisivo. Su questo sono d'accordo, sulla lentezza dei centrocampisti no"

Quanto vi manca Chiellini?

" Quando si parla di certi giocatori è evidente, mancano a noi come lo farebbero per qualsiasi squadra al mondo. Quando mancano giocatori top qualche ripercussione c'è. Giorgio dà soprattutto personalità ed energia, i tempi di recuperi non li so, ma dipenderà soprattutto da lui. Ieri ha fatto 50' nella prima partitella a tutto campo con le giovanili. Mi ha detto che ha avuto sensazioni discrete, settimana prossima organizzermo qualcosa di più impegnativo e poi decideremo"

Ora ci sarà il Lione (in Champions) e l’Inter

" Si parla di tempi calcistici lunghi. Vediamo. Quindici giorni fa stavamo benissimo, oggi un po' meno bene. Magari tra altri 15 giorni staremo nuovamente benissimo. Da stasera comunque traggo anche tante indicazioni molto positive"

Leonardo BONUCCI

" Segnare fuori casa è importante, ma una squadra come la nostra non può accontentarsi di dover recuperare perché ha concesso troppo. Dobbiamo cambiare marcia, dare qualcosa di più e stare compatti. Serve di più da tutti. Abbiamo fatto anche una buona partita, ma il Milan pressava alto e in questo momento anche noi dobbiamo dare di più, mettere in pratica quanto facciamo in settimana e crescere come squadra. Siamo in corsa su tutti i fronti, ma c'è da migliorare. Muovere più velocemente il pallone, non innamorarsi troppo. Chi fa la differenza l'abbiamo negli ultimi 30 metri, la palla deve arrivare a loro. Senza Ibrahimovic al ritorno? Ibra è un osso duro, sarà una perdita importante per il Milan, ma dobbiamo guardare in casa nostra e crescere. Manca un mesetto prima della sosta, e c'è da dare tutto noi stessi. Ad aprile poi ci aspetterà un tour de force"

Video - Mancini: "Critiche a Sarri? La Juve è prima in classifica... Complimenti a Conte per la sua Inter"

01:56