Allsport

La "zona turca" colpisce ancora

La "zona turca" colpisce ancora
Di Eurosport

Il 21/06/2008 alle 03:04Aggiornato

La Turchia conquista l'accesso alle semifinali di Euro2008 battendo la Croazia ai calci di rigore. Dopo lo 0-0 dei tempi regolamentari, croati in momentaneo vantaggio con Klasnic, al 119', ma beffati dalla rete di Senturk in pieno recupero. Dal dischetto

Finale veramente incredibile. Questo è il calcio, questo è lo sport che ti porta in paradiso e il secondo dopo di rispedisce all'inferno senza poter assaporare il sapore della gloria. Match pazzesco tra Croazia e Turchia. Poche emozioni durante tutto il match e improvvisamente al 119esimo arriva il vantaggio della squadra di Bilic con Klasnic e il pareggio clamoroso di Semith Senturk. La gara era iniziata in sordina con poche conclusioni. Nei primi minuti prima Altintop si era reso pericoloso con una botta da fuori e dopo poco era arrivata pronta la risposta croata con un'azione di Rakitic che ha cercato in area Srna leggermente in ritardo.

Al 19esimo i biancorossi arrivano vicinissimi al vantaggio con Olic che calcia sulla traversa il pallone offertogli da Modric facendo tremare la Turchia. Al 37esimo Terim reclama un rigore per un atterramento di Tuncay in area ma Rosetti lascia correre. E' un buon momento per i turchi che sfiorano la rete con una fucilata di Topal da 30 metri. Le squadre vanno a riposo sullo 0-0 e nella ripresa non cambia il tema del match, la Croazia gestisce la gara e la Turchia si difende bene. La vera occasione del secondo tempo arriva solo su calcio da fermo e la produce il piede destro di Srna che costringe Rustu agli straordinari per salvare il risultato e portare i suoi ai supplementari.

I 22 giocatori sono stanchi e privi di idee ma sembra proprio la Croazia quella più sgonfia di energie. Infatti prima Senturk e poi Tuncay provano ad infilare Pletikosa ma senza successo. Ma a 1 minuto dalla fine quando i rigori sembravano l'unica soluzione arriva la rete di Klasnic appena entrato. La sfidante della Germania sembrava già scritta ma ancora una volta il calcio esprime la sua imprevedibilità. Al 122' è Senturk a far crollare il morale di Bilic che se la prende con il quarto uomo per aver concesso 2 minuti di recupero. I rigori infine hanno premiato la squadra che non aveva nulla da perdere, quella moralmente più forte. Dal dischetto sbagliano i due giocatori più tecnici della Croazia, Modric e Rakitic oltre al determinante ed ultimo errore di Petric. I ragazzi di Fatih Terim affronteranno mercoledì in semifinale a Basilea la Germania.

0
0