AFP

Euro 2016: Dominio Croazia, 1-0 alla Turchia con perla di Modric dai 25 metri

Dominio Croazia: 1-0 alla Turchia con perla di Modric dai 25 metri

Il 12/06/2016 alle 16:50Aggiornato Il 12/06/2016 alle 18:42

Tre traverse e 1 gol per la Croazia nella partita inaugurale degli Europei 2016 contro la Turchia. Decide Modric dalla distanza, solo traversa invece per Srna, Perisic e Brozovic. All'ultimo respiro occasione per l'1-1 con Balta ma salva tutto Corluka.

Buon debutto della Croazia che fa il suo calcio e si candida come possibile outsider di questo Europeo. Ottimo l’asse interista Perisić-Brozović (per gioco, ma non per mira sotto porta) un gradino sotto invece Mandzukić che comunque gioca una buona partita in area di rigore, bravo nel fare a sportellate contro la difesa turca e ad aprire gli spazi ai trequartisti di Cacić. Peccato per la mira (tre traverse) e altri errori grossolani sotto porta che avrebbero incrementato il passivo di una Turchia troppo attendista, e aggressiva solo nel primo tempo. Dove può arrivare questa Croazia? La partita contro la Spagna sarà importante crocevia per capire le reali ambizioni dei Vatreni ma Rakitić e compagni hanno assolutamente le qualità per arrivare in fondo. La copertura difensiva può essere il punto debole: la coppia Modrić-Badelj è funzionale per la costruzione di gioco, meno per coprire la difesa anche se il duo Vida-Corluka ha retto bene sulle (poche) sortite offensive della Turchia.

Cronaca

La Turchia prova subito a mettere pressione alla linea mediana della Croazia ma è la Nazionale di Cacić ad avere subito un’occasione in avvio: ci prova Rakitić ma il centrocampista del Barça non inquadra la porta di un soffio. Ci prova anche Badelj al volo ma al 29’ arriva la prima chance per la squadra di Terim con il colpo di testa di Tufan che trova però un Subasić attento sulla linea di porta. Al 41’ arriva il vantaggio della Croazia con il tiro dalla distanza di Modrić che beffa Babacan dai 25 metri.

Terim cambia subito le carte ad inizio ripresa con l’ingresso di Sen ma è la Croazia a sfiorare due volte il gol con Srna: il terzino prende in pieno la traversa su calcio di punizione, poco dopo non trova la porta con un mancino da dentro l’area di rigore. La Turchia continua a soffrire, arrivano due occasionissime per Brozović ma Terim continua a cambiare in attacco inserendo Yilmaz e il giovanissimo Emre Mor. Il 2-0 però proprio non arriva visto la traversa di Perisić (colpo di testa su cross di Mandzukić) e quella di Brozović (colpo di testa deviato sulla traversa da Babacan). All’ultimo respiro occasione per Balta ma è monumentale Corluka ad immolarsi e a ribattere la conclusione del difensore turco che cercava l’1-1.

La statistica chiave

4 - Quattro delle ultime otto reti realizzate in questo avvio di Europeo sono arrivate da fuori area (in ordine Payet, Bale, Dier e Modrić).

Il Tweet

Perisić si presenta così agli Europei: tra lui e Pogba chi ha il taglio di capelli migliore?

Il migliore

Luka MODRIĆ 8 - Dispensa calcio con una classe cristallina che ne rappresenta la cifra stilistica. Apre il gioco, verticalizza e recupera palloni a iosa. Con un destro dai 25 metri disegna una lacrima che scende a ingannare Babacar per trafiggere la Turchia. È il gol-partita: centrocampista totale.

Turquie - Croatie

Turquie - CroatieAFP

Il peggiore

Volkan BABACAN 5 - È suo l'errore che a conti fatti consegna i tre punti ai croati. Non legge la traiettoria di Modrić e si butta in ritardo per un intervento goffo e maldestro. Cerca di redimersi, ma non basta.

Tabellino

Turchia (4-3-3): Babacan; Gönül, Topal, Balta, Erkin; Tufan, Inan, Özyakup (46’ Sen); Çalhanoglu, Tosun (70’ Emre Mor), Arda Turan (65’ Yilmaz). Ct: Fatih Terim

Croazia (4-2-3-1): Subasić; Srna, Corluka, Vida, Strinić; Modrić, Badelj; Brozović, Rakitić (89’ Schildenfeld), Perisić (87’ Kramarić); Mandzukić (90+3 Pjaca). Ct: Ante Cacić

Marcatori: 41’ Modrić (C)

Arbitro: Jonas Eriksson (Svezia)

Ammoniti: 31’ Tosun, 48’ Balta, 80’ Strinić, 90+1 Sen

Espulsi: nessuno

VIDEO - Il debutto di Cantona: "Voglio prendere a calci qualcuno..."

0
0