AFP

Euro 2016, Verso Germania-Italia: Khedira, il primo vero vincente tedesco in Serie A da Bierhoff

Khedira, il primo vero vincente tedesco in Serie A da Oliver Bierhoff

Il 30/06/2016 alle 23:03Aggiornato Il 30/06/2016 alle 23:04

Dopo i fasti degli anni ottanta e novanta, i tedeschi hanno faticato ad imporsi nel nostro campionato. Klose ha vinto una Coppa Italia, Sami subito il tricolore. Le sue statistiche parlano per lui: una sola sconfitta con la maglia della Juve e una sola sconfitta nelle ultime 32 ufficiali con la Germania. Quando c'é da vincere qualcosa, lui risponde presente. Per l'Italia é una minaccia da temere

Fondamentale. Lo ritiene Low da circa sei anni per la sua Germania e lo considera Allegri nelle sfide cruciali della sua Juventus. Sami Khedira è un leader silenzioso, un vincente per natura. Uno troppo spesso criticato (o addirittura sottovalutato) a causa dei suoi frequenti infortuni. Uno che quando è in campo è abituato a far la differenza. Visto che averlo o non averlo, lo confermano le statistiche, fa tutta la differenza del mondo. Il centrocampista di Stoccarda è uno dei punti di forza della Germania che sfiderà l'Italia sabato sera nei quarti di finale di Euro 2016. L'avevamo ammirato al Mondiale brasiliano e nel Real Madrid, abbiamo imparato a conoscerne l'efficacia in Italia. Tatticamente sapiente, calcisticamente intelligente. Uno abituato a rispettare i compiti richiesti, che sa pressare, sa recuperare e soprattutto ama inserirsi. Piedi buoni, testa e coraggio. Raramente l'abbiamo visto sbagliare una partita. Un perno del centrocampo tedesco, le cui doti sono note a Conte e ai suoi sei compagni juventini della nostra Nazionale.

L'ultimo tedesco a vincere da protagonista in Italia era stato Bierhoff

Oliver Bierhoff arrivava all'Europeo del 1996 dopo una stagione da 17 reti in 31 partite di Serie A con l'Udinese, la sua prima in terra friulana, chiusa al 10º posto sotto la guida di Zaccheroni. Con la doppietta in finale alla Repubblica Ceca, il "panzer" tedesco, sigillò l'ultimo successo nella rassegna continentale della Germania. Tre anni più tardi, nel 1999, vinse proprio con Zaccheroni in panchina il suo primo e unico Scudetto italiano, segnando ben 19 reti. Dopo di lui nessun nativo germanico è mai riuscito a vincere un campionato da protagonista prma di Khedira. Sono arrivati in Italia Gerhard Poschner (1999, Venezia), Carsten Jancker (2002, Udinese), Thomas Hitzlsperger (2010, Lazio), Alexander Merkel (2010, in rosa mai protagonista nel Milan scudettato, poi Genoa, Udinese), Marvin Commper (2013, Fiorentina) fino agli ultimi noti Podolski (Inter) e Gomez (Fiorentina). Eccezione va fatta per Miroslav Klose, che ha fatto bene alla Lazio, ma ha sollevato soltanto una Coppa Italia. E invece Sami, al primo tentativo si è tinto subito di tricolore.

Sami Khedira

Sami KhediraImago

Buona la prima alla Juventus

21 viittorie in 25 partite stagionali con la Juve, cinque reti in 20 partite di campionato. Una percentuale di vittorie che con lui in campo per la Juventus tocca l'84% e senza di lui si abbassa al 59%. E una sola sconfitta in maglia bianconera, ai supplementari, proprio contro una tedesca (il Bayern Monaco). Allegri lo considera imprescindibile e se lo ha a disposizione, lo schiera titolare. La Juve, nel 2015/16, ha segnato in media di più con Khedira in campo (2,1 contro 1,6 gola gara) e ha subito meno (0,5 gol subiti a partita contro 0,7). È stato fuori all'inizio, proprio nel momento peggiore della squadra bianconera, è rientrato e tutte le gare decisive le ha giocate: derby, vittorie al ritorno con Napoli, Roma, Fiorentina.

Oliver Bierhoff

Oliver BierhoffImago

Con la Germania una sconfitta nelle ultime 32, proprio contro l'Italia

Adesso, Sami, cerca la rivincita contro i Buffon, Barzagli, Bonucci, Chiellini che nel 2012 hanno abbattuto la corrazzata tedesca nella semifinale di quell'Europeo (2-1, doppietta di Balotelli). La vittoria del Mondiale ha dato consapevolezza alla Germania e, Khedira, dalla sua, può vantare l'ennesima statistica clamorosa: escludendo le amichevoli, quel ko contro l'Italia resta l'ulnica sua sconfitta in Nazionale nelle ultime 32 partite ufficiali giocate, quelle cioè giocate dalpost Mondiale 2010 ad oggi. Un dato impressionante, se pensiamo che in questi sei anni la Germania ha disputato le qualificazioni ad Euro 2012 e a questo Europeo, passando per qualificazioni Mondiali e al vero e proprio Mondiale 2014. In queste 32 presenze, Khedira ha trovato la vittoria 29 (!) volte, pareggiando solo contro Ghana nel 2014 e Polonia nel girone di Euro 2016.

+++

Video - Germania-Slovacchia, un record Europeo per Mario Gomez

01:03
0
0