LaPresse

La gaffe di Deschamps: “Convoco Koulibaly”. Ma è senegalese…

La gaffe di Deschamps: “Convoco Koulibaly”. Ma è senegalese…

Il 23/02/2016 alle 08:59Aggiornato Il 23/02/2016 alle 09:07

Il ct della Francia ha rivelato di seguire con attenzione il difensore del Napoli per la creazione della squadra che disputerà gli Europei in estate: peccato, però, che Koulibaly, nato e cresciuto in Francia da genitori senegalesi, abbia già scelto di giocare per la nazionale del Paese africano, con cui ha raccolto 5 presenze finora…

“Tra le alternative in difesa per gli Europei ci sono Mathieu del Barcellona e Koulibaly del Napoli”. In un’intervista rilasciata al programma televisivo francese “Canal Football Club”, Didier Deschamps rende pubblici i suoi progetti per costruire il blocco difensivo che vestirà la maglia della Francia quest’estate: il riconoscimento per il difensore della squadra di Maurizio Sarri, autore di una stagione notevole finora, è davvero importante… peccato, però, che Koulibaly NON possa giocare per i galletti, e che il forte interessamento del ct transalpino sia destinato a trasformarsi in un pericoloso boomerang sui social.

Koulibaly, infatti, è nato in Francia, a Saint-Dié-des-Vosges, da genitori di origine senegalese, e possiede entrambe le cittadinanze: in passato, ha vestito la maglia della rappresentativa francese U-20, raccogliendo 11 presenze tra il 2011 e il 2012, ma ha poi scelto la nazionalità senegalese per la nazionale maggiore, con cui ha debuttato il 5 settembre 2015 in una partita di qualificazione per la Coppa d’Africa 2017 (vittoria per 2-0 contro la Namibia).

Il regolamento FIFA, in questo senso, è molto chiaro:

  • Un giocatore che voglia cambiare nazionalità sportiva, deve essere nato nel Paese interessato, avere un genitore o un nonno nato in quello stesso Paese, o aver vissuto in quel Paese in maniera continuativa per almeno 5 anni dopo aver compiuto il 18° anno di età;
  • Un giocatore non può cambiare nazionalità sportiva se ha già disputato una partita ufficiale nella rappresentativa maggiore di un altro Paese.

Koulibaly ha disputato 5 partite con la nazionale maggiore del Senegal, 3 delle quali ufficiali (l’ultima, il 17 novembre, 3-0 contro il Madagascar per le qualificazioni ai Mondiali del 2018), dunque, Deschamps dovrà guardare altrove, o limitarsi al succitato Mathieu. Certo che l’errore è stato davvero marchiano.

0
0