LaPresse

Le pagelle di Albania-Svizzera 0-1

Le pagelle di Albania-Svizzera 0-1

Il 11/06/2016 alle 17:35Aggiornato Il 11/06/2016 alle 17:40

Il migliore in campo è Dzemaili, ma anche Sommer è decisivo per gli elvetici. Il peggiore invece è Cana, ma in generale gli attaccanti - da una parte e dall'altra - si sono divorati l'impossibile

===ALBANIA===

Etrit BERISHA 5,5 – Autore di pregevolissimi salvataggi tra i pali lungo il corso della partita. La sua uscita a vuoto però, alla fine, di fatto, è la discriminante che punisce l’Albania. Questa la sfortunata sorte del ruolo del portiere dove l’errore, purtroppo, costa più caro di tutti gli altri.

Elseid HYSAJ 6 – Non parte benissimo con Rodriguez dalla sua parte, ma poi si fa vedere con un paio di palloni deliziosi per la corsa di Sadiku.

Lorik CANA 4 – Un tackle fuori tempo e un fallo di mano goffo in soli 36 minuti. Lascia i suoi in 10 e lo fa nel momento migliore dell’Albania.

Mergim MAVRAJ 5,5 – Non benissimo nel controllare Seferovic che però, per sua fortuna, oggi non l’avrebbe messa dentro nemmeno in una porta grossa due volte tanto.

Ansi AGOLLI 5,5 – Spinge poco e non è il massimo nemmeno in fase di aiuto.

Odise ROSHI 6 – Partita generosa. Aiuta ovunque in quello schermo davanti alla difesa. Dal 73‘ Sokol CIKALLESHI 5 – Pronti-via e avrebbe una buona occasione: al posto del diagonale però sceglie il primo palo e trova solo l’esterno della rete. Una delle tante chance sprecate da questa Albania.

Burim KUKELI 6 – Dopo l’espulsione di Cana diventa ancora più importante. Benissimo in aiuto davanti alla difesa e, nella ripresa, da centrale.

Amir ABRASHI 6,5 – Forse il più attivo in mezzo al campo per un’Albania che ha faticato ad attacare con costanza ma quando l’ha fatto è passata attraverso i suoi palloni.

Taulant XHAKA 5,5 – Nel tanto atteso primo confronti diretto tra fratelli nella storia di un europeo a uscirne sconfitto è il buon Taulant. La tocca poco e la vede anche molto poco. Dal 59‘ Ergys KACE 5,5 – Entra ma quasi non si vede.

Ermir LENJANI 5,5 – Più terzino che esterno alto. L’Albania da sinistra crea davvero poco.

Armando SADIKU 5 – Si divora, solo davanti a Sommer, quello che già nel primo tempo sarebbe stato il gol del pareggio. E nella ripresa non va tanto meglio. Dall’82’ Shkelzen GASHI 4,5 – Lui, capopopolo, che a 4 dalla fine è solo davanti a Sommer: palla addosso al portiere Svizzero e tanti saluti al gol che l’avrebbe reso ancor più mito. Male. Le occasioni della vita andrebbe sfruttare. E invece…

All. Gianni DE BIASI 6 – Se i suoi davanti alla porta non segnano, che colpe può avere un tecnico? L’italiano è sfortunato nel suo storico esordio all’europeo che con un po’ più di attenzione da parte di Cana o dei suoi avanti, avrebbe potuto regalare anche un prezioso punticino.

===SVIZZERA===

Yann SOMMER 7 Tiene a galla una Svizzera che dietro è apparsa tutto fuorché un fortino.

Stephan LICHTSTEINER 5,5 – Rischia grosso con un mezzo fallo da rigore su cui l’esterno della Juve è graziato dall’arbitro. In spinta poi si vede ben poco se non con un assist a inizio partita per Dzemaili.

Fabian SCHAR 6,5 – Nel posto giusto al momento giusto. Come tutta la difesa elvetica non brilla per letture difensive, ma il gol vale 3 punti. E questo fa tutta la differenza del mondo.

Johan DJOUROU 5 – Preso per due volte dentro dal movimento di Sadiku – avessi detto CR7 – il centrale Svizzero è forse il peggiore dell’intero reparto. Letture sbagliate, movimenti sbagliati e tante occasioni per gli avanti albanesi. Ringrazi il compagno Sommer e la scarsa vena degli avversari.

Ricardo RODRIGUEZ 6 – Parte bene ma poi scende leggermente. Buon primo tempo con un ottimo finale, ripresa meno decisa e incisiva. Nonostante questo, prestazione assolutamente sufficiente.

Valon BEHRAMI 6 – Buon filtro per la Svizzera e presenza costante nel giro palla di Petkovic.

Blerim DZEMAILI 7 – Il migliore in campo oggi della Svizzera. Qualità, inserimenti, dinamismo. Senza dubbio l’espressione più buona di una Svizzera che con Petkovic ha cambiato filosofia e modo di giocare. Dal 76‘ Fabian FREI – sv.

Granit XHAKA 6,5 – Il neo acquisto dell’Arsenal dimostra perché Wenger sia andato a pescarlo. Ci sono idee, tempi e qualità nei piedi. Insieme a Dzemaili è il faro del centrocampo elvetico.

Xherdan SHAQIRI 6 – Alti e bassi. Nel finale di tempo distribuisce assist per tutti, nella ripresa cala vistosamente. Può fare di più. Dall‘88‘ Gelson FERNANDES – sv.

Admir MEHMEDI 6 – Generoso, ma una partita non certamente dal punto di vista della qualità delle giocate. Dal 59’ Breel EMBOLO 6,5 – A proposito di qualità, invece, buonissimo impatto di Embolo. Entra e nel giro di un nulla mette in porta Seferovic o trova un desto a giro che lascia fermo Berisha.

Haris SEFEROVIC 4,5 – Antipasto, bis di primi, secondo, dolce, caffè e amaro. Pranzo completo per l’affamato Seferovic che davanti alla porta oggi si divora di tutto. Per sua fortuna Gashi e Sadiku dall’altra parte hanno avuto altrettanta fame e hanno graziato la Svizzera. Altrimenti il prezzo del conto sarebbe stato parecchio più salato.

All. Vadimir PETKOVIC 6 – La sua Svizzera prova a giocare un bel calcio ma ci riesce solo a tratti. Manca un pizzico di velocità nel palleggio e manca – decisamente – solidità dietro.

0
0