LaPresse

Euro 2016, Le pagelle di Italia-Spagna 2-0

Le pagelle di Italia-Spagna 2-0

Il 27/06/2016 alle 20:30Aggiornato Il 27/06/2016 alle 21:31

Andiamo alla scoperta dei migliori e dei peggiori dello Stade de France: Eder e Pellè sugli scudi ma è Chiellini ad essere decisivo con il gol che spiana la strada alla squadra di Conte. Nella Spagna Iniesta ci prova ma non trova spazi, malissimo Busquets, Fabregas e Nolito.

===Italia===

Gianluigi BUFFON 7,5 - Dall’altra parte c’è un de Gea superlativo ma Buffon non è da meno. Due parate incredibili su Morata e Piqué che si erano liberati nell’area piccola.

Andrea BARZAGLI 7,5 - Nolito non riesce ad entrare in area di rigore in tutto il primo tempo, nella ripresa gioca Morata a sinistra ma anche l’ex juventino fatica contro il Muro italiano.

Leonardo BONUCCI 7,5 - Anche lui è un muro. Stoppa Morata che nel primo tempo fatica a trovare spazi. Balla un po’ all’ingresso di Aduriz ma riesce a contenere egregiamente l’attaccante dell’Athletic.

Giorgio CHIELLINI 8 - E’ perfetto, non solo per il gol, comunque prezioso. Sia in difesa che in attacco, sulle palle alte, mette a nudo una Spagna che sembrava intoccabile. In difesa è un gigante e dà una grande mano a De Sciglio per la marcatura su David Silva che è costretto a giocare molto lontano dalla porta.

Eder Chiellini - Italia v Spagna - Euro 2016

Eder Chiellini - Italia v Spagna - Euro 2016AFP

Alessandro FLORENZI 6,5 - Ha la grande responsabilità di coprire su Iniesta, ma nell’ultima stagione alla Roma ha dimostrato di gestire molto bene la fase difensiva. Tanta corsa anche in avanti, qualche imprecisione però nei cross. (dall’84’ Matteo DARMIAN 6,5 - Entra e trova subito il pertugio per fornire l’assist del 2-0 di Pellè).

Marco PAROLO 7 - Puntuali inserimenti in avanti che creano superiorità numerica sulla trequarti. Prezioso anche in difesa dove aiuta Barzagli e Florenzi sui movimenti di Iniesta e Alba.

Daniele DE ROSSI 7,5 - Non è al meglio e dura solo 53 minuti. E’ fenomenale però in quell'ora (poco meno) che gioca bloccando sul nascere tutte le iniziative di Fàbregas, fa ripartire l’azione con velocità e dà una grandissima mano alla difesa andando a chiudere sui trequartisti della Spagna. (dal 53’ Thiago MOTTA 6 - Qualche intervento a vuoto e il giallo che gli farà saltare la gara contro la Germania. Nonostante tutto è però determinante davanti alla difesa andando a chiudere su Iniesta e David Silva).

Emanuele GIACCHERINI 7,5 - Per 70 minuti lo si trova dappertutto. Con una rovesciata sfiora il gol dell’anno, è lui che si avventa sulla corta respinta di de Gea, riuscendo in qualche maniera a favorire il movimento di Chiellini per il gol del vantaggio.

Video - La storia di Giaccherini, simbolo del potere operaio azzurro

Mattia DE SCIGLIO 7 - Bravissimo a fare le due fasi. Difende benissimo su David Silva e Juanfran ed è sempre puntuale con interessanti cross dalla sinistra.

Citadin ÉDER 8 - Con i suoi movimenti mette in crisi tutta la fase difensiva della Spagna con Busquets che lo perde ad ogni affondo. Sua la punizione che mette in difficoltà de Gea sul primo gol. (dall’82’ Lorenzo INSIGNE 6 - Qualche accelerazione nel finale che permette agli azzurri di tenere alta la squadra).

Video - Éder ancora decisivo, è ancora ItalCesena

Graziano PELLÉ 8 - Mette in grossa difficoltà Piqué e Sergio Ramos e sfiora il gol in avvio di gara. Fa salire la squadra e cerca sempre la giocata con Éder. Ha la lucidità anche nel finale quando trova il gol del raddoppio.

All. Antonio CONTE 9 - E’ lui il top player dell’Italia. Disegna una partita tatticamente perfetta, ingabbiando David Silva e Iniesta senza lasciare spazi da altre parte. Ancora una volta ha ragione nel credere nell’asse Pellè-Éder e si gioca bene la carta De Sciglio che non sfigura e fa una grande partita in sostituzione di Candreva.

Video - Italia-Spagna: la festa dei tifosi allo Stade de France

===Spagna===

David DE GEA 7 - Qualche responsabilità sul primo gol dove non blocca la punizione calciata da Éder, ma è provvidenziale almeno in altre 4 occasioni e tiene in piedi, finché può, la sua Spagna.

Torres JUANFRAN 5 - Non spinge mai sulla destra, qualche cross ma non trova nessuno in area.

Gerard PIQUÉ 5,5 - Si prende Pellè ma l’attaccante del Southampton gli dà del filo da torcere. Sbaglia diversi movimenti lasciandosi scappare più volte il proprio avversario. Almeno ci prova in attacco e provoca qualche rischio verso la porta di Buffon.

Sergio RAMOS 5 - Non è il Sergio Ramos che conosciamo. Sbaglia diverse volte il posizionamento e viene preso in controtempo dalle accelerazioni dei giocatori azzurri. Troppo irruento nei suoi interventi, meriterebbe il giallo (che lo porterebbe alla squalifica) già nel primo tempo.

Jordi ALBA 5 - Non trova l’intesa con Nolito nel primo tempo, cresce nella ripresa ma non aumenta di tanto la pericolosità della Spagna.

Cesc FÀBREGAS 4,5 - Mai una giocata, mai una combinazione. Chiuso già dal 1’ da De Rossi che gli sbarra la strada.

Sergio BUSQUETS 4,5 - Pessima gara difensiva. Troppo lento, non legge per tempo le giocate del centrocampo azzurro e lascia troppi sparagli nella propria metà campo.

Andrés INIESTA 6 - Lui ci prova e ci riprova, gira su sé stesso, cerca alla disperazione degli spazi dove lanciare i suoi compagni ma il centrocampo azzurro gli chiude la rete di passaggi limitando al limite le sue giocate.

Iniesta - Italia v Spagna - Euro 2016

Iniesta - Italia v Spagna - Euro 2016AFP

David SILVA 5 - De Sciglio e Chiellini sono sulla sua strada e cerca di partire da lontano per trovare più spazi. Si accentra e scambia con Iniesta ma l’asse viene interrotto dal centrocampo azzurro che legge benissimo il cambio di gioco della Spagna. Nella ripresa è un fantasma e crea pochi pericoli alla difesa dell’Italia.

Álvaro MORATA 5 - Bloccato nel primo tempo dove non riesce a trovare spazi tra le maglie della BBC italiana. Cresce nella ripresa con il cambio di posizione ma sbaglia clamorosamente davanti a Buffon. (dal 71’ Lucas VÁZQUEZ 5,5 - Molto movimento ma non crea/trova gli spazi giusti per colpire).

Manuel NOLITO 4,5 - Poteva essere un pericolo ma va a sbattere sempre contro il muro Barzagli. Non completa nessun dribbling, 0 occasioni create e 4 passaggi sbagliati. Peggio di così… (dal 46’ Aritz ADURIZ 6 - In pochi minuti crea più pericoli di tutto l’attacco della Spagna messi insieme. Sbaglia però una conclusione dal limite che poteva valere il pareggio).

(dall’81’) Rodríguez PEDRO sv - Entra per l’infortunato Aduriz, si sposta a sinistra ma da quella parte c’è un Barzagli insuperabile.

All. Vicente DEL BOSQUE 4,5 - La sua Spagna non è la stessa del 2010 o del 2012. Avrebbe dovuto cambiare un po’ il volto della sua Nazionale che gioca però sempre con lo stesso schema e gli stessi uomini. Fàbregas non funziona ma lui non lo sostituisce mai.

VIDEO - L'ultima volta dell'Italia all'Europeo: il trofeo nel 1968

0
0